Recensione del Petzval 58 Bokeh Control Art di Lomography

Ottica Petzval 58 su Lumix GX8

Usare quest'ottica è stato come fare un salto nel passato, al 1840 per essere precisi, data in cui Joseph Petzval presentò la sua leggendaria lente.

Il Petzval 58 Bokeh Control Art presenta una ghiera di controllo del bokeh, un piatto di apetura massima a f/1.9 e una lunghezza focale di 58mm che la rende adatta per la street photography e i ritratti.

È disponibile con attacco Canon EF e Nikon F, così da funzionare con moltissime altre fotocamere analogiche e digitali per mezzo dei relativi adattatori.

Io ad esempio l'ho utilizzata su una Panasonic Lumix GX8 con l'adattatore per fotocamere Micro 4/3 fornitomi dalla stessa lomography.


Quelli che vedete nella foto sono i "piatti" con le varie aperture di diaframma, vanno inseriti uno alla volta nell'obiettivo, io li ho uniti con un portachiavi per non rischiare di perderli. È comodo tenerli tutti insieme per averli sempre a disposizione.

Le aperture disponibili vanno da f/1.9 a f/16.


Come potete notare dalla foto tra la fotocamera e l'ottica ho dovuto usare un anello adattatore. L'ottica come avrete sicuramente capito è interamente manuale, la messa a fuoco si regola da un pomello posto in basso.


L'aspetto più apprezzato di questa lente è il controllo creativo dell'effetto Bokeh tramite la rotazione dell'anello posto sull'obiettivo, in cui sono incisi dei numeri che vanno da 1 a 7. Più alto è il numero più è marcato l'effetto vorticoso della sfocatura, per capire di cosa sto parlando vi rimando alle foto di test a fine articolo. 


Ritengo che il design di questa lente sia fantastico, esiste in due colorazioni, nero e oro, per chi come me ama lo stile vintage è un obiettivo assolutamente da avere.

Tenendola in mano si sente la sua costruzione solida e robusta, la prima cosa che si nota è il suo peso abbastanza elevato dovuto al fatto che è interamente in metallo.

Le lenti sono prodotte in Russia.

FOTO DI TEST

Ho realizzato qualche foto ritrattistica di esempio per vedere la qualità di quest'ottica, l'apertura di diaframma che ho usato per questi scatti è f/2.8.

L'immagine qui di seguito è stata realizzata con un effetto di bokeh non spinto (quindi anello di controllo dell'effetto su 1) per capire qual è il massimo livello di dettaglio del Petzval 58. Il risultato è abbastanza buono, basta guardare la seconda immagine, un ingrandimento al 100% della prima.

Foto 1 realizzata con Petzval 58 su Lumix GX8

Ingrandimento al 100% della "Foto 1"

Foto 2 realizzata con Petzval 58 su Lumix GX8

Foto 3 realizzata con Petzval 58 su Lumix GX8

Foto 4 realizzata con Petzval 58 su Lumix GX8

Le foto numero 3 e 4 sono un esempio dell'effetto "sfocato vorticoso" che è possibile generare portando l'anello di regolazione del bokeh su un valore superiore a 4. 

CONCLUSIONI

La qualità dell'immagine mi ha davvero stupito, lo consiglio soprattutto a tutti gli appassionati di fotografia ritrattistica che vogliono sperimentare qualcosa di nuovo. È vero, si presta anche per la street photography ma difficilmente passerete inosservati con questa lente.

Trattandosi di un'ottica interamente manuale richiede pazienza e tanta pratica, poiché soprattutto quando si usano diaframmi molto aperti è facile sbagliare la messa a fuoco.

Quando si imposta un effetto di bokeh vorticoso molto spinto le cose si complicano ulteriormente poiché potrebbe andare a toccare parti dell'immagine che noi volevamo perfettamente nitide.

Il Petzval 58 Bokeh Control Art è stato realizzato grazie al supporto della community di Kickstarter, ed è disponibile sullo Shop Online di Lomography al prezzo di 749 euro.

Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016