Lo Schwerer Gustav, Hitler ispeziona il cannone più potente mai trasportato su un treno, 1941

Hitler e i suoi generali ispezionano il cannone Schwerer Gustav, 1941

Questo articolo fa parte della rubrica: Le foto che hanno fatto la Storia

Lo Schwerer Gustav (in inglese conosciuto come "Heavy Gustav") è stato completato verso la fine del 1940, il primo test venne effettuato nel 1941 presso il Rugenwalde Artillery Range. Hitler e Albert Speer (il suo ministro degli armamenti) parteciparono all'evento.

Questo cannone è considerato la più potente arma mai trasportata su di un treno, e veniva montato su due pianali ferroviari al momento della sua messa in batteria. Entrambe le bocche di fuoco furono costruite negli anni 40 dalla ditta tedesca Krupp, concepiti per distruggere la Linea Maginot, come aveva fatto l'antenato Grande Berta nel 1914 con i forti di Liegi.


Il cannone aveva una gittata di 37 chilometri e pesava ben 1.344 tonnellate. Data la sua possente mole era in grado di sparare granate da 7 tonnellate. Richiedeva una dotazione di oltre 1.200 serventi, ma precedentemente erano stati impiegati oltre 2.500 operai delle ferrovie per poter adattare la linea ferrata sovietica al transito del convoglio. Per la messa in batteria e per poter utilizzare un adeguato angolo di tiro occorreva un tratto di linea a doppio binario a forma di semicerchio di oltre un chilometro, che gli permettesse di allinearsi al bersaglio. Erano poi necessari due battaglioni della FlaK per proteggerlo dagli attacchi aerei.

Questo cannone è dunque una bocca da fuoco in grado di sparare all'incirca tre colpi all'ora nel primo e secondo arco dell'inviluppo del tiro. Aveva un calibro di 800 mm, una canna di ben 32,50 metri (pertanto per il sistema italiano di classificazione delle artiglierie sarebbe stato un 800/40). Un suo colpo era lungo addirittura 7,80 metri e pesava 4,5 tonnellate, e riusciva a scagliarlo fino a 45 chilometri di distanza, oppure era in grado di lanciare una carica perforante da 7200 kg fino a 38 km.

In qualsiasi caso un colpo del cannone aveva un effetto devastante, basti pensare all'episodio del Golfo di Severnaja durante l'assedio di Sebastopoli, dove un solo proiettile distrusse un deposito di munizioni protetto da 30 metri di terra e cemento.

Qui potete vedere un video del Gustav in azione.



Nonostante fosse stato progettato per contrastare la linea Maginot, si deve ricordare che lo sviluppo del cannone durò più a lungo del previsto e quindi l'arma fu inviata sul fronte orientale. Nel febbraio del 1942 il cannone ferroviario Schwerer Gustav iniziò il suo lungo viaggio verso la Crimea. Il treno che lo trasportava era composto da 25 vagoni e lungo un chilometro e mezzo. Il cannone raggiunse l'istmo di Perekop nel marzo del 1942, e fu pronto solamente nell'aprile. Fu necessario costruire un'apposita linea ferroviaria di 16 chilometri tra Simferopoli e Sebastopoli.

Il cannone ebbe il suo debutto nella battaglia di Sebastopoli: la sua installazione iniziò ai primi di maggio, per essere pronto a far fuoco in giugno. Esso distrusse alcune batterie sulla costa, Forte Stalin, Forte Molotov, un deposito di munizioni nel Golfo di Severnaja, Forte Siberia e Forte Maxim Gorki.

L'edificio dello Schwerer Gustav è stato spesso descritto come un enorme spreco di tempo e denaro. In un certo senso lo è stato certamente, anche se i difensori di Sebastopoli devono aver pensato il contrario. Non ha mai avuto la possibilità di dimostrare il suo valore contro un obiettivo degno della sua immensa potenza di fuoco, e dal momento che ben poco vantaggio tattico è stato acquisito dal suo impiego in guerra, il grande dispendio sia di manodopera che finanziario, non potrebbe essere giustificato. Tuttavia, lo sviluppo di quest'arma ha fornito un laboratorio unico per la valutazione dei proiettili pesanti in volo, la conoscenza così acquisita contribuì notevolmente ad ulteriori sviluppi nel campo della balistica e dell'artiglieria. È stato un capolavoro di ingegneria.

Dopo il 4 luglio il cannone aveva avuto dei problemi alla sua canna, che fu rimandata a Essen per essere riparata. Montata una canna sostitutiva, il cannone fu smantellato per poter essere spostato a nord, e precisamente a Leningrado. Il cannone fu posto a 30 chilometri dalla città, nella stazione di Taizy ed era pienamente operativo, ma nel frattempo l'attacco era stato annullato. Il cannone poi trascorse l'inverno del 1942-1943 vicino a Leningrado.

Il cannone dovette essere distrutto prima di una sua cattura; furono infatti ritrovati nel 1945 alcuni suoi resti in una foresta a 15 chilometri a nord di Auerbach (circa 50 chilometri a sud-ovest di Chemnitz). I tedeschi lo avevano fatto letteralmente a pezzi.

Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016