Olympus Stylus 1 Recensione e Test sul campo

Per la sezione del blog dedicata alle recensioni e ai confronti dell' attrezzatura fotografica andate qui: Recensioni e confronti di fotocamere, obiettivi e attrezzature fotografiche

La Olympus Stylus 1 è un'avanzata fotocamera compatta superzoom con un sensore di dimensioni 1/1.7,  BSI CMOS da 12 megapixel, obiettivo 28-300mm con un diaframma costante di f/2.8 per tutta l'ampiezza dello zoom ed un mirino elettronico da 1.44 milioni di punti. L'obiettivo presenta uno stabilizzatore d'immagine VCM integrato e si ritrae integramente quando non viene utilizzato, cosa che permette alla Stylus 1 di alloggiare comodamente nella tasca di una giacca. Altre funzioni degne di menzione sono lo schermo lcd articolato, il Wi-Fi integrato, una ghiera di controllo ibrida e personalizzabile attorno all'obiettivo, modalità di esposizione completamente manuali, immagini in formato RAW, filtri ND, registrazione di video in Full HD ed 11 filtri artistici.

La Olympus Stylus 1 è una seria compatta super-zoom che offre il pieno controllo manuale del processo di scatto, con controlli personalizzabili e ed un design da Reflex. Considerata la lunghezza focale di 28-300mm e la qualità di immagine è una ragguardevole fotocamera compatta da taschino che, nonostante la tipologia, da la sensazione di tenere tra le mani un oggetto lussuoso, dovuto anche alla combinazione di materiali plastici e metallo. La Olympus Stylus 1 è molto comoda da impugnare grazie ad idee accorte come il supporto per il pollice sul pannello posteriore ed il grip nella parte anteriore. Possiede un mirino elettronico ed una ghiera di controllo ibrida attorno all'obiettivo. Il suo design ricorda a tutti gli effetti una reflex e le sue misure sono di 116mm x 87mm x 56.5mm, rendendola parecchio più piccola delle concorrenti principali, la Sony Cyber-shot DSC-RX10 e la Panasonic Lumix DMC-FZ200. La principale attrattiva della Olympus Stylus 1 è senza dubbio fornita dal molto luminoso obiettivo zoom 28-300mm (equivalente). Altro punto di forza è il diaframma f/2.8 disponibile per tutto il raggio d'azione dello zoom. Come potete vedere dalle immagini Cliccando QUI la qualità è sorprendente per una fotocamera compatta, come potete vedere permette di isolare il soggetto dallo sfondo, in particolare con le impostazioni da teleobiettivo. Oltre a questo, grazie alla sua lente luminosa in combinazione con lo stabilizzatore di immagine VCM è in grado di scattare con facilità foto in condizioni di scarsa luminosità senza dover smanettare troppo con le impostazioni ISO. Questo è un grande beneficio poichè il suo sensore CMOS da 1/1.7", per quanto considerevole in una compatta, resta molto piccolo rispetto a quello di una DSLR, è di conseguena genera molto rumore dagli 800 ISO in su. Degna di nota anche la ghiera ibrida che permette di controllare il diaframma in modalità manuale, la compensazione dell'esposizione e di navigare nei menù oltre a poter essere impostata in 9 modi diversi.


Di fianco all'obiettivo è presente una levetta per lo zoom che, in abbinamento al pulsante di controllo, fa rimpiangere meno la mancanza di una ghiera dedicata. Sopra la lente è anche presente un cappuccio rimovibile che si aprirà in 4 sezioni quando la fotocamera viene accesa. La Olympus Stylus 1 utilizza esattamente lo stesso mirino elettronico della OM-D E-M5.  Si tratta di una unità con un impressionante dettaglio di 1,44 milioni di punti con un campo visivo del 100% ed un ingrandimento di 1.15x. La Stylus 1 ha due centri di elaborazione dell'immagine, uno dei quali si occupa delle immagini registrate mentre il secondo si occupa di elaborare le immagini live view, questo permette di vedere in tempi molto rapidi sia le immagini registrate che quelle in tempo reale, sia dal mirino elettronico che dallo schermo posteriore. C'è anche un eye sensor integrato che vi farà passare completamente in automatico dal mirino elettronico al display OLED; il mirino inoltre mostrerà diverse informazioni sui dati di scatto nella parte inferiore, permettendovi di controllarli senza perdere la vostra inquadratura, e, allo stesso scopo, potrà fornire delle preview con impostazioni manuali o creative.  La Stylus 1 ha un touch screen LCD configurabile in 3 diverse modalità che aiuteranno durante la messa a fuoco; questo pannello LCD ha una risoluzione piuttosto elevata, 1.040.000 punti, e può essere inclinato fino ad un massimo di 80° in alto e di 50° in basso, aiutando a scattare fotografie da angolazioni problematiche; manca invece la possibilità di articolare lo schermo a destra e sinistra. Lo spazioso schermo si comporta egregiamente con un'ottima qualità del dettaglio e del colore anche da angolazioni abbastanza estreme.


La Olympus Stylus 1 ha una modalità di esposizione totalmente manuale completa di istogramma e supporto per il formato raw. Questa modalità è stata ben implementata nella Stylus 1,e con buona probabilità diverrà la modalità di scatto preferita dagli utenti più esperti È possibile attivare un istogramma in tempo reale così come una utile griglia di composizione. Una pecca è dettata dall'impossibilità di variare la sensibilità ISO in modo diretto, ma solo tramite accesso al menù “live control” della Olympus. Presenti e funzionali le modalità di impostazione di diaframma ed otturatore controllabili anche dalla ghiera ibrida.


Come già detto in precedenza, la maggior parte delle impostazioni di scatto e delle funzioni è diponibile accedendo al “live control”, un menù richiamato dalla pressione del pulsante OK, posto al centro delle quattro frecce. Una funzione particolarmente interessante è quella che abilita il filtro ND, un filtro a densità neutra da -3 stop che può essere utilizzato per scattare in condizioni di elevata luminosità; con una velocità di scatto massima che raggiunge solo 1/2000 di secondo diventa a volte necessario utilizzare questo filtro per poter aprire molto il diaframma al fine di ottenere una bassa profondità di campo, altrimenti la foto verrebbe sovraesposta.


La Olympus Stylus 1 ha un flash a scomparsa che va sollevato manualmente tramite un pulsante dedicato. Alcune funzioni di scatto sono mappate sulle quattro frecce di navigazione, incluse la compensazione dell'esposizione, l'AF point selection, il drive mode, l'auto-timer, e la modalità flash. Per cambiare il punto attivo dell'autofocus basta premere semplicemente la freccia sinistra per selezionare solo uno o anche tutti i 35 punti dell'autofocus navigando il menù con le quattro frecce; semplice ed efficace. 

VIDEO

Al di la dell'acquisizione di immagini fisse, la Olympus Stylus 1 può anche registrare video in HD 1080p a 30fps, ed ha un tasto dedicato alla registrazione video. Sfortunatamente la fotocamera offre poche possibilità di controllo in fase di ripresa dei video. È possibile applicare la compensazione dell'esposizione prima di iniziare a registrare un video ma non c'è molto altro.  Un'altra nota positiva è la possibilità di utilizzare lo zoom ottico mentre state filmando, ed è possibile applicare al volo i filtri artistici durante una ripresa. La Stylus 1 tenta sempre di fare del suo meglio per mantenere il fuoco sul soggetto durante i video, ma il risultato non è sempre quello sperato. I vostri video vengono salvati in formato MOV (MPEG-4AVC/H.264) e la lunghezza massima di questi è di 29 minuti. La Olympus Stylus 1 è alimentata da una batteria proprietaria a ioni di litio ricaricabile via USB internamente alla fotocamera.



OPINIONI SULLA QUALITA' DELL'IMMAGINE AD ALTI ISO

Le immagini prodotte dalla Olympus Stylus 1 durante la recensione sono di ottima qualità. I JPEG ottenuti a 100 ISO mostrano splendidi colori e belle tonalità e sono ben bilanciati tra la riduzione del rumore e la presenza di dettagli. Le performance ad alti valori di ISO sono in linea con quelle che ci si potrebbero ragionevolmente aspettare da un sensore di quelle dimensioni. In JPEG la riduzione del rumore fa il suo dovere a 800 ISO o meno, mentre i file RAW contengono molto rumore (sebbene possiedano maggior dettaglio). a 1600 e 3200 ISO le immagini hanno una qualità al limite e possono essere usate giusto per piccoli formati, mentre impostazioni come 6400 e 12800 ISO esistono solo per fare effetto sulla scheda tecnica. Per fortuna con un obiettivo f/2.8 per tutto il range dello zoom e lo stabilizzatore di immagine userete raramente valori ISO così elevati. L'obiettivo luminoso permette non soltanto di scattare ad ISO bassi con scarsa luminosità, ma anche di ottenere una buona separazione del soggetto dallo sfondo, cosa non comune per la maggioranza delle compatte. Lo zoom 10.7x, per fortuna, non soffre troppo di purple-fringing nelle zone di contrasto elevato.

CONCLUSIONI

La Olympus Stylus 1 super-zoom è un'unione di successo tra la compatta di fascia alta della compagnia, XZ-2 e l'ammiraglia OM-D E-M1. La Stylus 1 con le sue caratteristiche soddisfa anche i fotografi più esigenti che vogliono portarsi sempre dietro una fotocamera di qualità.

Il comparto Video ha i suoi alti e bassi; da un lato è ottimo il fatto di poter utilizzare lo zoom ottico ed i filtri artistici durante le riprese, ma in un prodotto di questo tipo vi aspettereste di poter scegliere il frame rate e di avere un pieno controllo manuale sull'esposizione. A dispetto delle riserve sul rumore ad alti ISO e le perplessità sul comparto video la Olympus Stylus 1 è una piacevole entrata nelle crescenti fila delle compatte per fotografi più esigenti. Occupa la via di mezzo sia in termini di prezzo che come approccio tra le tradizionali super-zoom come la Panasonic Lumix DMC-FZ200 e le fotocamere infarcite di funzionalità come la Sony Cyber-shot DSC-RX10. Altamente Raccomandata!

Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016