Fabrizio De Andrè, il diritto ad assomigliare a se stessi


Fabrizio De Andrè, uno dei miei cantautori italiani preferiti, probabilmente è merito suo se sono quello che sono, se ho deciso di prendere certe strade anziché altre.

Nella foto in alto un bambino ROM, l'ho scattata durante un'escursione fotografica col fotoclub, erano tutti impegnati a fotografare altro, lo avevano completamente ignorato.

Non scattai subito la foto, mi misi a parlare con lui per conoscerlo...

Guardandolo negli occhi mi vennero in mente due cose, una parte della canzone di Ivano Fossati "la mia banda suona il rock":

...È un rock bambino
soltanto un po' latino
viaggia senza passaporto
e noi dietro col fiato corto.

Lui ti penetra nei muri
ti fa breccia nella porta
ma in fondo viene a dirti
che la tua anima non è morta...

e due riflessioni di Fabrizio De Andrè, la prima estrapolata da un'intervista e la seconda (nel video) fatta durante un concerto mentre parlava del suo ultimo disco "Anime Salve". 

Fabrizio De Andrè in un intervista

"gli ultimi saranno i primi" forse non voleva essere una profezia metafisica. Ieri cantavo i vinti, mentre oggi canto i futuri vincitori: quelli che coltivano la propria diversità con dignità e coraggio. I nomadi, per esempio, e tutti quelli che attraversano i disagi dell'emarginazione senza rinunciare ad assomigliare a se stessi. Sono loro, saranno loro, i vincenti. Perchè muovono la Storia. I perdenti sono le persone che più mi affascinano. Per me dietro ogni barbone si nasconde un eroe. É la fuga dal branco che ci porta a maturare spiritualmente. Così la solitudine diventa una possibilità di riscatto. É forse la vita, più che una corsa verso la morte, è una fuga dalla nascita.

Fabrizio De Andrè parla di Anime Salve

Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016