Jan Groover, Fine-Art Photographer


Jan Groover, le cui nature morte sono state paragonate ai quadri di Paul Cezanne, è nata nel 1943 a Plainfield, nel New Jersey, ha studiato pittura al Pratt Institute ed ha conseguito il Master di Fotografia presso l’università dell’Ohio.

Alla fine degli anni '70 abbandona definitivamente la pittura in favore della fotografia, anni in cui William Eggleston e altri artisti iniziano a sperimentare l'uso della fotografia a colori. Dopo una serie di “fotografie di strada” scattate con una 35mm a New York, la fotografa ha iniziato ad esplorare lo still-life. Utilizzando una macchina fotografica 4x5 assemblava utensili da cucina, cibi e oggetti per la casa e li trasformava in una ricca gamma di modelli, forme e colori.

Il critico Susan Kismaric, a proposito dei suoi scatti still life sostiene che: “le piante d'appartamento, i coltelli, le forchette e i cucchiai appaiono straordinari. La nostra comune comprensione del significato di questi oggetti banali si trasforma in una percezione di essi come qualcosa di esotico e misterioso”. Andy Grundberg, quando osservò le immagini della Groover ritenne che l’apparizione delle sue fotografie sulla copertina della rivista Artforum rappresentava un chiaro segnale dell'arrivo della fotografia nel mondo dell'arte completa di un mercato per sostenerla.


I suoi esperimenti continuano, come mostrano gli scatti in bianco e nero e la produzione di stampe al platino palladio. Nel 1981, i suoi lavori sono stati presentati alla Whitney Biennial ed è stata allestita una mostra personale presso Museo di Arte Moderna di New York nel 1987, anno in cui la fotografa Tina Barney realizza un documentario proprio sulla Groover, dal titolo “Tilting at Space”. La Groover ha anche insegnato all’Università Statale di New York, a Purchase, fino agli anni Novanta, quando, insieme al marito, artista e scrittore Bruce Boice, si traferì a Montpon-Menesterol, in Francia.



Tra i suoi libri troviamo Jan Groover, pubblicato nel 1976 e Jan Groover: Photographs, pubblicato nel 1983, la cui introduzione è stata scritta da John Szarkowski, direttore del dipartimento di fotografia del Museo di Arte Moderna. Inoltre, i suoi lavori sono stati esposti presso la George Eastman House, il Centro Internazionale di Fotografia, il Museo d'Arte di Cleveland e musei di tutto il mondo. Ha ricevuto il John Simon Guggenheim Memorial Fellowship e una borsa di studio dal National Endowment for the Arts.

Muore il primo gennaio 2012 a 68 anni. L’annuncio è stato dato dalla galleria Janet Borden Inc. di New York, la quale, però, non ha specificato la causa della morte.

Articolo scritto da Roberta Pagano

Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016