Come vedere in Bianco e Nero

Le prime fotografie della storia sono state scattate in bianco e nero. Decenni dopo, anche dopo l'avvento del colore, molti fotografi – specialmente quelli che hanno creato opere d'arte – hanno continuato a scattare in bianco e nero. Il formato rimane popolare anche oggi: praticamente tutte le macchine fotografiche consumer level hanno la modalità bianco e nero (per ottenere direttamente file jpeg monocromatici), e tutti i pacchetti software di camera oscura digitale hanno almeno uno (di solito svariati!) modi di conversione delle fotografie a colori in bianco e nero. Inoltre, esistono dei plugin molto costosi per Photoshop interamente dedicati al processo di conversione di fotografie a colori in bianco e nero, e ci sono dozzine di gruppi su flickr, picasa e 500px dedicati esclusivamente al bianco e nero.

Perchè le immagini in bianco e nero continuano ad esercitare presa, oltre le mode, su così tanti fotografi (principianti, amatoriale e professionisti) quando abbiamo fotocamere e tecniche a nostra disposizione per catturare ogni colore visibile alla luce del sole? Possiamo produrre immagini con gamme di colori spettacolari, con gialli, blu, verdi e rossi strabilianti, ma la forza di un bianco e nero efficace ancora può lasciare nella polvere artistica anche lo scatto a colori più brillante.

Perchè?
Il motivo, in gran parte, per come la vedo io, risiede nell'estrema semplicità del bianco e nero. Rimuovendo i colori dall'immagine cambia il focus, si sposta l'attenzione dai colori alle cose che possono essere anche le più astratte, le meno evidenti nell'immediato, e ci presenta il mondo in un modo che pochi di noi sono abituati a vedere. Il bianco e nero, attraverso la rimozione dell'elemento familiare, può generare un intensa quantità di interesse ed una potente drammatizzazione che altrimenti sarebbero sommerse dalla presenza di colore. Il banale può essere trasformato in qualcosa di tremendamente interessante, cambiandolo in un'idea, in qualche cosa di addirittura più banale od in qualcosa di ancora più semplice.


Come risultato dell'irresistibile appeal delle immagini in bianco e nero, i fotografi, inevitabilmente, continuano e continueranno a scattare fotografie monocromatiche. Tuttavia non è così facile come sembra e nemmeno ogni fotografia a colori può diventare all'improvviso un'immagine potente, drammatica ed artisticamente corretta una volta convertita in bianco e nero. Per creare una immagine spettacolare in bianco e nero, bisogna partire dall'inizio, quando si sta ancora guardando un soggetto interessante, prima ancora di premere il pulsante di scatto.

Titolo
la maggior parte di noi vede il mondo a colori, me compreso, e sono contento di avere questa possibilità! Per scattare immagini in bianco e nero nel modo più efficace possibile è necessario sviluppare l'abilità di eliminare i colori prima di effettuare ogni scatto. I grandi fotografi di bianco e nero del passato amavano dire che bisogna “vedere il mondo in bianco e nero”. Ovviamente non si riferivano a significati politici o alla semplice dicotomia fra bene e male, ma piuttosto nel senso letterale della frase di vedere il mondo in modo monocromatico, come se avessero già processato la foto ed avessero la stampa in mano.

Al di là dell'essere in grado di vedere il mondo in bianco e nero è semplicemente esperienza: più immagini in bianco e nero scattate e più sarete in grado di stabilire a priori quali soggetti e quali scatti andranno meglio in bianco e nero piuttosto che a colori. Questo può significare (ed ha significato, nell'era digitale) scattare tonnellate di fotografie a colori e poi provare a casaccio la conversione in bianco e nero di qualche selezione di queste, sperando di essere fortunati e di beccarne una o due che realmente funzionino in bianco e nero.
Si può tuttavia abbreviare il processo di apprendimento – o per lo meno aiutarvi in questo scopo – rendendosi consapevoli di quali sono gli elementi di maggiore impatto nelle immagini bianco e nero. Alcuni di questi sono ovvi, o almeno appaiono ovvi, ma il valore deriva dall'averli effettivamente pensati, considerando questi elementi consciamente quando scattate (fin quando non raggiungerete un punto nel quale non dovrete più nemmeno considerarli, in quanto sarà diventato naturale scattare così).
Questi elementi includono:
  • forme, schemi e tessiture;
  • luce e contrasto;
  • tono;
  • colore.
Un attimo, colore?! Lasciatemi spiegare i primi e poi tornerò sull'ultimo.

Forme, schemi e tessiture
Quando osservate i colori in una scena, uno dei primi elementi di cui diventate consapevoli sono le forme, gli schemi ripetitivi e le tessiture. In assenza di colore, questi elementi dominano l'immagine e possono fungere da guida nella vostra composizione.

Cercate forme interessanti e giustapposizioni di angoli. Individuate triangoli e curve in modo particolare. Provate a trovare forme che seguono la spirale di Fibonacci, oppure conformate la composizione della vostra fotografia alla regola dei terzi.


Andate a caccia di schemi ripetitivi e di strutture. Guardateli quindi da vicino fissando l'attenzione sullo schema. Un muro di mattoni è un buon schema ripetitivo, ma è anche molto noioso, fortunatamente però c'è un'infinita serie di scarabocchi e graffiti (o qualsiasi altra cosa catturi il vostro occhio e fuoriesce dalla ripetizione intorno ad essa).



La tessitura può realmente fuoriuscire dall'immagine nella fotografia in bianco e nero. Ovviamente anche le foto a colori possono avere ottime tessiture, ma nel bianco e nero c'è qualcosa che si presta nel dare un sentimento viscerale alla ruvidezza della superficie od alla scabrosità delle protuberanze delle pietre e così via. Per esempio, confrontate le due fotografie che seguono, quella a colori con quella in bianco e nero. Secondo me (la vostra opinione, come sempre, può essere diversa), la versione in bianco e nero esalta e rende più visibile la tessitura, molto di più rispetto a quella a colori.



Ed ora, ovviamente, cercate di combinare i tre aspetti, cercando schemi ripetitivi di forme interessanti che abbiano tessiture che catturino l'occhio.

Luce e Contrasto
Una volta che l'informazione del colore è rimossa da una foto, la qualità e l'efficacia della luce può prendere un peso notevole. Ho trovato che una luce soffusa è di minore impatto nel bianco e nero (generalmente), mentre ombre forti (che creano grandi ombre e patterns) possono essere veramente esaltate dal bianco e nero.


In poche parole, “luce” in bianco e nero significa “ombre”, dal momento che siamo meno attenti al colore dorato del momento magico e più interessati al modo in cui la luce colpisce il nostro soggetto che si traduce nelle ombre uniche create dalla fonte luminosa. Ombre profonde hanno una caratteristica tutta loro, un qualche cosa che si perde nelle foto a colori e che invece è ben noto nel bianco e nero.


Da ciò, logicamente, discende il contrasto. Le aree di alto contrasto – differenza fra luci e ombre – hanno un ruolo particolare nelle immagini in bianco e nero. Se cercate di avere poco contrasto rischiate di ottenere immagini scialbe o scarsamente interessanti da convertire in bianco e nero, in quanto non c'è nulla che attrae lo sguardo, nulla che guidi l'osservatore attraverso la composizione. Tutti i grigi diventano uguali e voi avrete una grande, piatta e grigia foto.

Incrementare il contrasto artificialmente con Photoshop può aiutare un po' ma se realmente volete cambiare la vostra composizione, allora dovete tornare sul posto in un'ora diversa del giorno, o cambiando illuminazione od esposizione, per ottenere il contrasto necessario per rendere la vostra immagine in bianco e nero d'impatto.

Tono
Il tono è difficile da definire e descrivere in quanto è uno di quegli elementi della fotografia che “riconosci-se-lo-hai-visto”. Parlando in parole povere, è il sentimento evocato dalla fotografia, attraverso la combinazione di tutti gli elementi ricordati sopra (forma, schema, tessitura, etc.): Il tono può essere scuro e tenebroso, come alcuni film noir, o può essere luminoso ed arioso, come il quadro di una nuvola in un cielo altrettanto brillante.

Olisticamente è l'atmosfera della fotografia.

Le immagini in bianco e nero si prestano ad avere un tono potente. Nella vostra composizione iniziale vi potete concentrare sul determinare quale tono avrà la foto focalizzando la vostra attenzione sugli elementi sopra citati e quindi provando a togliere mentalmente i colori.

L'esperienza è un grande aiuto, come aiuta molto osservare le grandi fotografie in bianco e nero scattate da altri fotografi prima di voi. Fate particolare attenzione a come luci ed ombre possono modificare l'atmosfera della foto – il tono – e verificate, mentre lavorate alle vostre foto sul campo, come spostarsi anche di pochi passi possa influire significativamente sul tono dell'immagine finale.
In breve tempo sarete in grado di guardare una scena e di capire immediatamente le sensazioni che evocherà in coloro che osserveranno l'immagine in bianco e nero.

Colore
Questa è una stranezza. Colore per la fotografia in bianco e nero? Bene, se convertite le vostre foto a colori in bianco e nero nella camera oscura digitale, come faccio io, allora il colore diventa un fattore abbastanza importante.

Il processo di conversione di una foto a colori in una in bianco e nero, in molti casi, determina scelte precise sulla intensità relativa che avranno i colori nello scatto una volta convertiti in scala di grigi. Potete far diventare i vostri blu quasi neri e incrementare la luminosità relativa dei gialli, rossi e verdi nel paesaggio scattato al fine di far catturare l'occhio dal cielo profondo.


Se tenete questo in mente quando componete uno scatto, potete cercare aree con forti differenze cromatiche, ed usarle, di fatto, per aumentare il contrasto del bianco e nero finale. L'intensità dei blu e dei rossi in un singolo scatto potrebbero essere quasi uguali se visti a colori (senza dare molto contrasto aggiuntivo), ma nel processo di conversione potete scurire o schiarire l'uno o l'altro creando un profondo senso di contrasto che tanto può essere valorizzato dal bianco e nero.

Articolo tradotto da Andrea Valigi

Articolo originale di: Joseph Eckert

Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016