29 aprile 2011

La storia della fotografia digitale dal 1975 a oggi

Steven Sasson con la prima fotocamera digitale da lui creata

L'origine della fotografia digitale risale alle esplorazioni spaziali e alla necessità di trasmettere a lunghissima distanza le immagini riprese dai satelliti artificiali e dalle missioni spaziali.

Già nel 1975 un ricercatore della Kodak, Steven Sasson, lavora ad un'invenzione rivoluzionaria: la prima fotocamera digitale.

Tutto cominciò durante una conversazione di pochi minuti con il suo superiore, il quale gli chiese se fosse possibile realizzare un apparecchio fotografico con qualcosa di simile alla tecnologia CCD (Charge Coupled Device - Rilevatore di Luce Elettronico) messo a punto nei Laboratori Bell nel 1969.

Il suo prototipo iniziale aveva una risoluzione di 0,01 megapixel e catturò la prima immagine in bianco e nero in 23 secondi per registrare poi i dati su una cassetta.

Nel 1978 depositò il brevetto ma ci vollero alcuni anni di studi e ricerche affinché la qualità dell'immagine divenisse accettabile.

Sony Mavica FD5

La prima fotocamera digitale disponibile sul mercato uscì il 24 agosto 1981, era la Sony Mavica FD5, che utilizzava un floppy come supporto di memorizzazione principale, le immagini da essa prodotta avevano una risoluzione di 570 × 490 pixels.

Nascendo in un periodo in cui la cultura elettronica si fa sempre più diffusa, la fotocamera digitale dispose fin da subito di dimensioni contenute e di un livello di automatismo molto elevato.

La vera rivoluzione della fotografia digitale consiste nel poter vedere immediatamente dopo lo scatto le immagini ottenute su un display; inoltre il vantaggio di scaricare le fotografie scattate sul computer evita le spese di pellicola e sviluppo e consente all'utente di ottenere un numero maggiore di immagini a un prezzo pari a zero dopo l'investimento iniziale per la fotocamera.

L'accettazione dei nuovi apparecchi fotografici da parte dei fotografi non fu immediata. Inizialmente infatti le fotocamere digitali non disponevano delle raffinatezze meccaniche e ottiche caratteristiche di più di un secolo di fotografia: niente ottiche intercambiabili, poche regolazioni manuali e un display da tenere a distanza elevata dagli occhi al posto del mirino. Lo stile personale dello scatto fotografico non poteva in tal modo essere realizzato, e la versatilità delle impostazioni variabili di apertura e tempi veniva negata.

Lo scetticismo verso la fotografia digitale da parte dei fotografi professionisti crebbe con la consapevolezza che la nuova tecnologia riduceva l'esclusività delle loro competenze in quanto, soprattutto grazie all'utilizzo di software per la rielaborazione digitale dell'immagine, il più noto dei quali è Photoshop sviluppato a partire dal 1990: creare l'immagine perfetta era orami cosa alla portata di uno studente liceale.


Con il passare del tempo la qualità della fotografia digitale continua a migliorare e nascono gli apparecchi reflex digitali, con cui torna possibile agire su tempi e diaframmi; sono disponibili obiettivi sofisticati ed intercambiabili, che consentono al fotografo un'espressività non standardizzata.

Kodak Nikon DCS-100 con DSU

Nel 1991 viene introdotta dalla Kodak la prima reflex digitale, la DCS-100. Si tratta di una Nikon F3 assolutamente standard con un dorso contenente il sensore da 1,3 Megapixel, un motore MD-4 (necessario per riarmare l'otturatore dopo lo scatto) modificato per contenere il convertitore analogico-digitale ed una unità esterna collegata via cavo denominata DSU (Digital Storage Unit) contenente l'hard disk e un display da 4". Un anno dopo Kodak introduce la DSC-200 costituita da un corpo macchina Nikon F801 e un dorso digitale che, a differenza del modello precedente, incorpora l'hard disk.

Kodak Nikon DSC-200


Nel 1995 uscivano le prime Reflex digitali dedicate ai professionisti e la Apple QuickTake per il grande pubblico, per saperne di più vi rimando a questo articolo: Nel 1995 usciva la fotocamera pro da 1MP che costava 20.000 $.

Leica S1

La prima Leica digitale risalente al 1996 aveva 26 Megapixel, potete trovare maggiori dettagli e vedere la sua foto a questo link: Leica la sua prima fotocamera digitale del 1996 aveva 26 Megapixel. ma solo nel 2006 la Leica presenterà la sua prima fotocamera digitale a telemetro.

Kodak DC20 la prima compatta digitale tascabile

Sempre nel 1996 viene lanciata la Kodak DC20, la prima di una serie di fotocamere digitali tascabili.

Nel 1999 la Nikon presenta la reflex D1, la prima SLR digitale progettata in quanto tale, non come rielaborazione di un modello per pellicola, pur integrandosi pienamente nel corrisponde sistema 35mm di ottiche ed accessori.



Ma è solo nel 2003 con la Canon 300D che il sistema Reflex digitale diventa più accessibile al pubblico scendendo a un prezzo di circa 1000 euro.


Articolo scritto da Sara.

28 aprile 2011

Come automatizzare la pubblicazione su Flickr - Tutorial Lightroom

Quale fotografo non conosce Flickr? Flickr è probabimente il miglior sito per la condivisione di foto online. Per questo, molti programmi di fotoritocco e gestione delle foto forniscono le funzionalità necessarie a caricare direttamente le foto su Flickr.
Lightroom 3 non è da meno. Grazie agli utilissimi servizi di pubblicazione (che non si limitano unicamente alla pubblicazione su Flickr), è possibile impostare una o più raccolte che fanno da ponte tra il catalogo di Lightroom locale e Flickr. Le foto inserite in queste cartelle potranno essere caricate su Flickr rapidamente, semplicemente cliccando il pulsante Pubblica. In questo articolo vediamo come impostare ed usare il servizio di pubblicazione su Flickr in Lightroom.

Autorizzare l'accesso per il servizio di pubblicazione

Al primo utilizzo, è necessario attivare il servizio di pubblicazione, dandogli accesso al nostro account Facebook. Per farlo, innanzitutto andiamo nel modulo Libreria ed espandiamo la voce Servizi pubblicazione nel pannello a sinistra.


A questo punto vengono elencati alcuni servizi, che potrebbero differire da computer a computer. La prima volta che lo usiamo, il servizio Flickr sarà da impostare, quindi clicchiamo su Imposta.... Si aprirà una finestra di dialogo, in cui innanzitutto dovremo autorizzare il servizio ad accedere al nostro account su Flickr. Ovviamente, per poter effettuare l'autorizzazione, è necessario avere un account su Flickr. Se non ce l'avete, createlo prima di eseguire questa procedura, sarà più comodo.
Clicchiamo quindi sul pulsante Autorizza


Si aprirà una finestra che chiederà se proseguire. Clicchiamo ancora su Autorizza.


A questo punto, verremo portati sul sito di Flickr. Qui dovremo cliccare sul pulsanre Next. Due saranno i pulsanti presenti, clicchiamo su quello a destra.


Infine, finalmente, possiamo completare l'autorizzazione cliccando su Ok, I'll authorize it.


Così abbiamo finito, possiamo tornare a Lightroom e chiudere la finestra in attesa.

Impostare il titolo dell'immagine pubblicata

Ora è possibile configurare i parametri secondo cui le foto vengono esportate. La finestra per la gestione della pubblicazione presenta molte opzioni, per fortuna di facile comprensione.
Dopo la sezione per l'attivazione dell'account, che abbiamo appena visto, troviamo le opzioni per il titolo che la foto avrà su Flickr. Possiamo specificare che venga usato il nome del file, il titolo IPTC (contenuto nei metadati o nessun titolo. Solitamente è meglio preferire il titolo IPTC o inserire il titolo direttamente da Flickr, per usare delle parole esplicative o che aggiungano al contenuto artistico della foto.

Possiamo anche specificare il comportamento se la prima opzione è vuota. Inoltre, possiamo specificare se modificare il titolo quando le foto vengono aggiornate. Una grossa comodità aggiuntiva del servizio di pubblicazione è infatti che esso rileva le modifiche alle foto già caricate e permette di ripubblicarle (accessibile solo a chi ha un abbonamento a pagamento a Flickr).



Segue la sezione per la ridenominazione dei file. Qui è possibile specificare uno schema per ridenominare i file in automatico. Ad esempio potremmo specificare di dar loro un nome che contenga l'evento a cui le foto sono state scattate, seguito da un numero incrementale. Lo schema di rinomina può essere scelto tra i predefiniti precentemente creati o modificato sul momento. Attenzione che ovviamente questa impostazione interagisce con la precedente, se abbiamo scelto che il titolo su Flickr dev'essere uguale al nome file.


Questa che segue è la finestra per la definizione dello schema di rinomina. Le opzioni sono molte e richiederebbero di dilungarsi troppo per sviscerarle tutte, quindi non le vediamo qui. Sono comunque di semplice comprensione.


Determinare la qualità dell'immagine esportata


Le sezioni che seguono servono a configurare la qualità dell'immagine esportata. Prima di tutto possiamo scegliere la qualità del JPEG (unico formato disponibile per la pubblicazione su Flickr) e limitare eventualmente la dimensione del file esportato. La tentazione è quella di non limitare la dimensione, per caricare le foto al massimo della loro qualità. Purtroppo però Flickr ha limiti abbastanza stringenti per gli account gratuiti. Perciò se si caricano molte foto al mese, meglio controllare la loro dimensione.



Eventualmente, la dimensione dei file in termini di kilobyte può essere controllata agendo su altezza e larghezza. A questo scopo, si può agire sulle opzioni della sezione Ridimensionamento immagine. Qui è possibile specificare a mano il valore massimo in pixel per tutte e due o una sola delle dimensioni dell'immagine oppure un valore massimo di Megapixel. Meglio selezionare la voce Non ingrandire, in quanto questa comporterebbe l'espansione delle foto più piccole delle dimensioni specificare, con il classico effetto di "sgranatura".



Infine, si può agire sulla qualità dell'immagine alterandone la nitidezza in fase di esportazione. Si può scegliere di ottimizzare la nitidezza per lo schermo, carta opaca o carta lucida. Per pubblicare su Flickr, impostiamo la nitidezza per lo schermo. Poi, possiamo specificare anche il fattore di nitidezza, ovvero l'intensità dell'aumento di nitidezza, tra tre valori. Personalmente preferisco lavorare sulla nitidezza nel modulo Sviluppo e poi esportare così com'è, per non dipendere dagli automatismi.


Saltiamo la sezione sui metadati, che al momento possiamo trascurare, e arriviamo alle opzioni per la filigrana, ovvero alla possiblità di sovrepporre all'immagine il proprio nome e le informazioni sul copyright. Possiamo usare una filigrana precedentemente creata, oppure crearne una sul momento. Quando si caricano le foto su Flickr, aggiungere una filigrana è molto importante, sia per il copyright che per far conoscere il proprio nome. Trovate le informazioni sulla creazione e la modifica della filigrana nell'articolo: Proteggi le tue foto in automatico con una filigrana (Watermark) - Tutorial Lightroom.


Opzioni per la privacy su Flickr


Le ultime opzioni modificabili sono relative specificatamente alla visibilità e la sicurezza della foto su Flickr.
Possiamo limitare la visibilità della foto ai gruppi Famiglia e Amici (da gestire direttamente su Flickr) oppure renderla visibile a tutti. Per conoscere infine il significato del Livello di sicurezza meglio consultare la guida di Flickr. Il livello Sicuro generalmene andrà bene.


Pronti a partire


Ora che il servizio di pubblicazione è autorizzato e configurato siamo pronti ad usarlo.
Espandendo il servizio nel pannello a sinistra, vedremo che è comparsa una raccolta chiamata Photostream. Essa corrisponde al photostream di Flickr, ovvero il flusso di tutte le nostre foto ordinate per data di pubblicazione decrescente.


Per pubblicare le foto nel photostream di Flickr, basta selezionare un qualsiasi numero di foto all'interno di Lightroom e trascinarle nella raccolta.


Poi, cliccando sulla raccolta, vedremo che le foto appena trascinate saranno state inserite nell'insieme Nuove foto da pubblicare. A questo punto potremo cliccare sul pulsante Pubblica ed esse verranno inviate a Flickr.


Vi consiglio la lettura di questi due articoli:
Per vedere altri tutorial come questo, andate sul mio blog, www.fotocomefare.com, dove trovate anche numerosi articoli sulla fotografia scritti in un linguaggio comprensibile a tutti. Mi trovate anche sulla pagina Facebook di FotoComeFare e sul canale Youtube di FotoComeFare.



I vincitori del World Press Photo 2011


La scorsa settimana la giuria del World Press Photo ha annunciato le proprie scelte riguardo le migliori foto pubblicate nel 2010. Lens Culture ci presenta anche quest'anno una selezione dei vincitori . Un numero record di 108.059 immagini è stata presentata al concorso e il numero dei fotografi partecipanti era 5.847, che rappresentano 125 nazionalità diverse.

A prima vista, quasi tutte le immagini ritraggono vincende di morte e distruzione. L'anno 2010, come illustrato dai vincitori del premio, era pieno di tragedie, orrore, disastri naturali, di disumanità e disperazione. Il vincitore assoluto è un'immagine indimenticabile (sotto) di Jodi Beiber  che ritrae una giovane donna afgana mutilata su ordine dei talebani.

World Press Photo of the Year 2010: © Jodi Bieber, South Africa, Institute for Artist Management/Goodman Gallery for "Time" magazine
Queste immagini difficili e inquietanti sono ammorbidite (leggermente) da alcune foto da sogno, di animali selvatici in natura, momenti di una frazione di secondo di prodezze fisiche apparentemente impossibili nella categoria Sport e da fotografie "ironiche" sulla vita quotidiana attraverso la lente casuale di Google Street View e modificate con l'occhio critico del fotografo Michael Wolf.

Photographer Michael Wolf, who has won several World Press Photo awards in previous years, received an honorable mention in the Contemporary Issues category, for his selection of images from Google Street View.
Per maggiori informazioni e per vedere la galleria di immagini con le foto ad alta risoluzione vai a questo link http://www.lensculture.com/worldpress2011


27 aprile 2011

Lightroom 3.4 e Camera Raw 6.4 rilasciati e disponibili per il Download

Sono stati rilasciati per il Download Lightroom 3.4 e Camera Raw 6.4 su Adobe.com o attraverso i meccanismi di aggiornamento disponibili in Photoshop CS5 e Lightroom 3. Questi aggiornamenti includono correzioni di bug, supporto per le nuove fotocamere e i profili per i nuovi obiettivi.

NUOVE FOTOCAMERE SUPPORTATE:


  • Canon EOS 600D (Rebel T3i / Kiss X5 Digital)
  • Canon EOS 1100D (Rebel T3 / Kiss X50 Digital)
  • Fuji FinePix S200 EXR
  • Fuji FinePix F550 EXR
  • Fuji FinePix HS20 EXR
  • Fuji FinePix X100
  • Hasselblad H4D-40
  • Kodak EasyShare Z990
  • Nikon D5100
  • Olympus E-PL1s
  • Olympus E-PL2
  • Olympus XZ-1
  • Samsung NX11



Per ulteriori informazioni andare alla fonte originale della notizia: http://blogs.adobe.com/lightroomjournal/


26 aprile 2011

Comando Applica Immagine - Tutorial Photoshop

Video Tutorial per Photoshop in cui Marco Olivotto spiega come utilizzare uno dei comandi più vecchi di Photoshop, ma anche uno dei meno conosciuti e dei meno compresi, stiamo parlando del comando Applica Immagine.

Tutorial Photoshop gentilmente offerto da Francesco Marzoli sul suo blog http://www.digitalpostproduction.it/




Come avere tanti Follower su Twitter e promuovere le proprie foto su Flickr - Tutorial

English Version: 
How to get many Followers on Twitter and promote your photos on Flickr

Eccomi di nuovo a scrivere sull'importanza dei social network per un fotografo e di come sfruttarli al meglio.

Oggi voglio parlarvi di Twitter  e di come potete usarlo per far conoscere le vostre fotografie sia in campo nazionale che internazionale.

Come primo passo apritevi un account Flickr, meglio se pro e andatevi a leggere questa guida: Flickr come diventare famosi avere tanti commenti e visualizzazioni sulle foto

Flickr e Twitter se combinati assieme nel modo giusto possono diventare un mezzo potentissimo per far conoscere le proprie opere fotografiche (e non).

Twitter a differenza di facebook ci permette di entrare in contatto molto facilmente e velocemente con un grande numero di persone che condividono i nostri stessi interessi, nel nostro caso quello della fotografia.

Detto questo apritevi un account Twitter usando il vostro nome e cognome, non c'è bisogno che usate nick particolari se il vostro scopo è quello di promuovere le vostre fotografie, vi ritroverete davanti a una schermata come questa nell'immagine qui sotto, solo che avrà uno sfondo diverso perché io l'ho cambiato.


Analizziamola partendo dalla nostra sinistra, come prima cosa notiamo il Nome "Fotografia Tweets" che è diverso dal Nome Utente "FotografiaBlog", infatti è quest'ultimo che apparirà nell'indirizzo del tuo profilo, infatti il mio è http://twitter.com/#!/FotografiaBlog, subito sotto al nome utente troviamo la Descrizione del nostro profilo, la si inserisce in fase di registrazione e si può cambiare in qualsiasi momento, più sotto ancora troverete la cronologia dei vostri Tweet. Nella schermata alla vostra destra trovate il numero totale dei vostri Tweet, le persone che seguite (Following), quelle che vi seguono (Follower) e le liste in cui vi hanno inserito.

Per capire cosa sono le liste vi rimando a questo articolo: Liste di Twitter, motori di ricerca e algoritmi


Adesso la parte più importante, andate sulle impostazioni del vostro account e dirigetevi sulla schermata Connessioni, aprendo un'altra scheda nel vostro browser web cliccate su questi link: http://manageflitter.com/unfollow-who-unfollowed-mehttp://twitterfeed.com/

In poche parole manageflitter lo userete per rimuovere quelli che non vi seguono o che non rispondono a determinati parametri in modo rapido, è un'operazione essenziale che se fosse fatta manualmente richiederebbe molto tempo.

TwitterFeed è essenziale, vi rimando a questo articolo per capire come funziona: http://www.creareblog.org/2009/07/pubblicare-il-blog-su-twitter-con.html

Dopo aver abilitato questi servizi passiamo alla parte più importante di questo tutorial, vi spiego come poter avere tanti follower e poter promuovere così le nostre fotografie presenti su un account Flickr.

FASI DA SEGUIRE:

1°) Andate sul vostro account twitter, copiate l'indirizzo del vostro feed RSS di Flick inserendolo sul vostro account di TwitterFeed e acconsentite al collegamento col vostro account Twitter (in questo modo a ogni vostra foto pubblicata su Flickr apparirà la notizia su Twitter).

2°) Per avere molti Follower è essenziale pubblicare notizie utili per la nicchia di utenti che ci segue, ed è ancora più importante pubblicarne un buon numero al giorno, in questo ci viene in aiuto il mio blog.

Andate su TwitterFeed e oltre all'indirizzo del Feed RSS della vostra galleria fotografica su Flickr inserite questo:  
http://feeds.feedburner.com/MarcoCrupiBlogFotograficofotografia

In questo modo il vostro account diventerà molto più interessante perché rappresenterà per gli utenti una grande fonte di informazioni e avrà la possibilità di essere inserito nelle liste di cui avevo già parlato sopra e le vostre fotografie saranno viste anche da chi non è un vostro follower! (perché oltre alle news appariranno anche le vostre foto).

3°) Adesso dovete solo trovare altri appassionati di fotografia, usate il modulo Ricerca di Twitter e inserite parole chiave come "Fotografia" "Nikon Italia" ecc.. e poi spostatevi al modulo persone, li troverete dei profili twitter, iniziate a seguire quelli italiani e i loro follower.

Per poter avere un buon numero di visitatori da twitter bisogna avere almeno 1000 follower quindi impegnatevi a far crescere il vostro account!

ATTENZIONENon seguite più di 100 persone al giorno perché sennò si rischia di incorrere nella sospensione dell'account twitter e comunque dopo un tot twitter vi impedirà di seguire gli altri profili, perché a un certo numero di Following (cioè di persone che seguite) deve corrispondere un certo numero di Follower (persone che vi seguono). Per esempio: dopo aver fatto il follow di 1000 persone, twitter vi impedirà di seguirne altre e potrete continuare a fare altri follow solo quando i vostri follower avranno quasi equiparato i following, aspettate uno  o due giorni e vedete quanti vi seguiranno, ovviamente è difficile che tutti corrispondano il follow, quelli che non vi seguiranno potete eliminarli con manageflitter e continuare a seguire utenti che vi interessano e che a loro volta saranno interessati ai vostri tweets.

Questa è una delle strategie iniziali per farsi conoscere su twitter, adesso vi rimando a un'ottima guida intitolata: Cos’è e come si usa Twitter [PRIMI PASSI]

Adesso tocca a voi imparare a sfruttare questo potentissimo mezzo di comunicazione, io sono arrivato a quasi 6000 Follower col mio account twitter sulla fotografia http://twitter.com/#!/FotografiaBlog (che vi invito a seguire) e sto raccogliendo i frutti del mio lavoro, spero di esservi stato utile, Buona luce!


24 aprile 2011

Lightroom Presets – Wedding Day

Dal canale portoghese di Adobe Photoshop ho trovato 4 presets per lightroom che credo possano essere utili a qualcuno.


Nell'immagine qui sotto potete vedere le foto prima e dopo l'uso dei presets.



23 aprile 2011

La giornata del foro stenopeico - PINHOLE DAY IS HERE!

© John Neel
Per chi non conoscesse la fotografia stenopeica consiglio la lettura di questo articolo: Stenoscopia, catturare immagini attraverso il "foro di uno spillo" - Fotografia stenopeica

Non è troppo tardi per costruirsi un foro stenopeico e partacipare al Worldwide Pinhole Photography Day che inizierà domani, quest'anno coincide con la festa di Pasqua. In considerazione della vacanza, l'evento è stato esteso per un'intera settimana. Per scoprire come partecipare visitate il sito web WPPD andate sul sito www.pinholeday.org.

Fonte http://www.pixiq.com/



22 aprile 2011

Avifauna in volo: Workout sulle tecniche di cattura fotografica - sabato 7 maggio

Nella foto una spatola in controsole - Photo by Claudia Rocchini Photojournalist.

Il prossimo 7 maggio alle Oasi di Sant’Alessio (PV) ci sarà assieme a Nikon e Manfrotto una giornata immersi nella fotografia di avifauna in volo, con la certezza di avvistamenti garantiti.

Si tratta di un workout esclusivamente focalizzato sulle tecniche di cattura fotografica di avifauna in volo.

Se siete interessati andate a questo link in cui è spiegato tutto il programma dell'evento: http://www.claudiarocchini.it/blog/avifauna-in-volo-tecniche-di-cattura-fotografica/


20 aprile 2011

Corso di Lightroom - Come Importare le foto nel catalogo - Tutorial

Questo articolo fa parte del Corso di Lightroom.

Corso di Lightroom 3 Prima Lezione - Come Importare le foto nel catalogo.

Girando per YouTube ho trovato due videocorsi su Adobe Lightroom che ritengo molto utili, magari fatemi sapere con un commento a questo post cosa ne pensate di questi Tutorial e cosa vorreste approfondire su questo software.

Dopo aver guardato i video qui sotto andate alla seconda lezione del corso: I primi strumenti e il modulo libreria

Oltre alla visione dei video tutorial consiglio la lettura dei seguenti post:




Tutorial Lightroom 3 - 01 - Importare foto nel catalogo by marczxc



Tutorial Lightroom 3: come importare le foto by FotoComeFare

Adobe Lightroom 3 fornisce numerose opzioni per importare le foto in maniera efficiente e per renderle più facili da trovare ed elaborare. In questo video tutto quello che serve sapere sulla finestra di importazione di Lightroom 3.





19 aprile 2011

News dai migliori Blog di Fotografia grazie a Global Community of Photography

Global Community of Photography è un aggregatore globale di notizie riguardanti la fotografia, nella home page come potete subito vedere accedendo al sito sono presenti le principali lingue del mondo fra cui l'Italiano.

Per ogni paese sono stati selezionati i migliori blog di fotografia, il sito è appena nato ed è ancora incompleto ma nonostante tutto è possibile disporre di un numero notevole di informazioni.

Se non siete interessati alle news fotografiche riguardanti le altre lingue trovate una sezione apposita per gli italiani al link http://www.photographygc.com/category/blog-italiano/, che potete tenere sotto controllo attraverso facebook iscrivendovi alla fan page: News di Fotografia o seguendo l'account Twitter: Fotografia Tweets

A breve saranno aggiunte nuove sezioni (di cui non posso parlare perché segrete e in fase sperimentale) e un forum nazionale solo per gli Italiani (di cui io sarò uno degli amministratori).



18 aprile 2011

Cosa fare prima del click - Corso di Fotografia

Non è raro per chi è alle prime armi, iniziare una sessione di scatti dimenticandosi di ripristinare le impostazioni della macchina fotografica settata per lo shooting precedente, oppure di non prestare la massima attenzione al soggetto a causa della fretta dettata dalla voglia di fare bene.

Per questo ho pensato di creare un piccolo elenco delle operazioni da compiere prima di schiacciare il fatidico tastino: a me era servito molto e spesso me ne servo ancora, spero che possa essere utile anche a qualcuno di voi e che vi eviti spiacevoli scoperte post-scatto!

La sera prima dello shooting è necessario:

- Preparare tutto il materiale necessario, accertandosi di non dimenticare nulla (corpo macchina, obiettivi, flash, batterie, filtri, cavalletto, pannelli, telecomando a distanza ecc...).

- Caricare la batteria della macchina fotografica (ed eventualmente una seconda batteria di scorta) e controllare anche le pile di flash, telecomandi ecc...

- Controllare di avere una scheda di memoria con sufficiente spazio libero.

- Preparare tutti gli oggetti che potranno esserci utili durante lo shooting, per esempio sfondi, trucchi per le modelle o semplici oggetti che dovranno essere inseriti nella scenografia.

- Se si scatta in esterni è utile controllare le previsioni del tempo e attrezzarsi di conseguenza: all'attrezzatura fotografica non piace la pioggia!

Inoltre è bene tenere presente che con temperature molto basse le batterie si consumano più velocemente.

Prima di scattare è necessario:

- Controllare che l'obiettivo sia pulito. A tal proposito vi rimando a questi due ottimi tutorial per la pulizia delle lenti e del sensore:
- Per gli obiettivi che lo permettono, attivare il sistema di stabilizzazione se si scatta a mano libera, disattivarlo se si scatta con cavalletto e con soggetti immobili (still life).

- Regolare il bilanciamento del bianco in base alla luce utilizzata.

- Controllare che la compensazione dell'esposizione sia su 0 (per le Reflex che hanno questa impostazione).

- Scegliere una modalità di scatto.

- Regolare il valore ISO in base alla quantità di luce e alla possibilità o meno di utilizzare flash.

- Impostare i valori di esposizione. Consiglio la visione di questo video: Esposimetro ed esposizione - Corso di fotografia

- Scattare e regolare l'esposizione fino a quando non ci sembra perfetta.

- Controllare e impostare il punto di messa a fuoco, ecco un ottimo articolo: Messa a fuoco perfetta correggere Back Focus e Front Focus

- Controllare che tutto ciò che serve sia inquadrato e che nulla che non serve rientri nell'inquadratura.
- Controllare se sul set è presente qualcosa di sporco, stropicciato, storto ecc... (è importante effettuare questo controllo con cura poichè la piega di una tovaglia può rovinare un bellissimo scatto).

- Scattare e controllare nuovamente ogni dettaglio sullo schermo LCD della fotocamera.

Per chi desidera cimentarsi nella fotografia di persone, è bene eseguire tutti questi controlli prima dell'arrivo della modella o del modello, altrimenti rischierebbe di annoiarsi ed essere svogliata/o al momento effettivo dello scatto.

Spero che questo piccolo schema possa esservi utile ed evitarvi spiacevoli sorprese!
Se qualcuno volesse contattarmi mi potete trovare su Facebook e su Flickr!

Ciao, Sara