SCUOLA DI FOTOGRAFIA: Luce, esposimetro, white balance e temperatura colore

La scuola di fotografia di diagaz

lezione 4: esposimetro, white balance e temperatura colore

Esposimetro

Abbiamo visto che la macchina fotografica ci dà una mano quando dobbiamo scegliere la coppia tempi/diaframmi assieme agli iso, essa ha al suo interno un esposimetro.

Cos'è? È uno strumento che serve a misurare la quantità di luce in una determinata scena (scena = zona inquadrata). L'esposimetro interno alla macchina può misurare solo la luce riflessa, l'esposimetro esterno invece sia quella riflessa che quella incidente.

Qual è la differenza? Mettiamo di avere una singola fonte di luce che manda un fascio verso un oggetto. Diciamo che la quantità di luce è pari a 100 (misura assolutamente di fantasia, usata solo per dare un valore numerico). La luce incidente è questa, viene infatti misurata puntando l'esposimetro verso la fonte di luce (mettendolo ovviamente vicino al soggetto da fotografare). La luce incidente darà un valore pari a 100. al contrario, la luce riflessa è misurata DOPO che la luce ha colpito il soggetto. Ogni colore assorbe più o meno luce. Il nero assorbe tantissima luce (e ne riflette poca) mentre il bianco ne assorbe poca e ne riflette tanta. Il risultato della misurazione quindi sarà ben diverso dalla vera quantità di luce, perché la superficie bianca rifletterà molto più di 100 e quella nera molto meno.

Quando si espone è sempre necessario tener conto del colore del soggetto oltre che dell'ampiezza della zona esposta e di conseguenza compensare. Per ovviare a questo problema si può misurare la luce su un cartoncino grigio 50% oppure seguire questa regola generale:

Sovraesporre se la scena è molto chiara (tipo neve) o sottoesporre se è molto scura.

Per ulteriori approfondimenti sull'uso dell'esposimetro leggete questi articoli:

Colore della luce

la luce non solo ha una quantità da misurare ma anche un colore detto temperatura colore. Senza entrare nel dettaglio fisico che piega il fenomeno, ricordiamo che la luce, a seconda della fonte, ha una temperatura più calda o più fredda. La misurazione viene fatta in gradi kelvin. Nell'immagine seguente si vede il colore della luce e il relativo grado kelvin:


Qui di seguito alcune indicazioni sul colore in base alla fonte di luce:

  • Candela 1000°K luce molto calda
  • Luce domestica (tungsteno): 2600-2900°K luce calda
  • Luce solare / luce flash 5500°K luce bianca/neutra
  • Luce cielo nuvoloso 7000°K luce leggermente fredda
  • Lampada fluorescente superdiurna 8000°K luce fredda

In realtà ci sono molte più fonti di luce e non è raro trovarsi in condizioni di luce mista. È importante quindi impostare la corretta temperatura colore sulla macchina altrimenti c'è il rischio di avere fotografie blu/rosse/gialle.

Lavorando in raw è possibile gestire la misurazione corretta del colore della luce in postproduzione.

le mie foto: www.diagaz72.com

le vostre foto: www.diagazforum.com

CERCAMI SU FACEBOOK, MI CHIAMO DIAGAZ FOTOGRAFIA

DOVE ACQUISTARE FOTOCAMERE, OBIETTIVI, ACCESSORI E LIBRI

A mio parere il sito più sicuro e con le offerte più vantaggiose anche per gli acquisti online di materiale fotografico è Amazon.it, famoso per la sua assoluta affidabilità, state sicuri che se comprate il prodotto arriverà in poco tempo e in condizioni perfette a casa vostra!



Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016