Fotografia, Poesia e Benigni! L'analfabetismo fotografico in Italia

"La poesia non è fuori, è dentro... Cos'è la poesia, non chiedermelo più, guardati nello specchio, la poesia sei tu..." o anche "E vestitele bene le poesie, cercate bene le parole, dovete sceglierle! A volte ci vogliono otto mesi per trovare una parola! Sceglietele...che la bellezza è cominciata quando qualcuno ha cominciato a scegliere."

Bellissime frasi tratte dal film la tigre e la neve di Benigni, ma cosa centra Benigni con la fotografia? Dopo ve lo spiego, intanto vediamoci questa bellissima scena del film.



In 2 minuti e mezzo è riuscito a esprimere dei concetti utili e a mio dire validi per qualsiasi forma d'arte, che sia la fotografia, la pittura, la scrittura ecc... che se compresi veramente possono essere più d'aiuto di qualsiasi manuale di tecnica fotografica (certo alla Colombari avrei dato anche un libro di tecnica, ma questo è un caso particolare).

Io metterei questo video all'inizio di ogni corso di fotografia base (e non).

"Non esiste una cosa più poetica di un'altra!", è vero, non è necessariamente vero che per fare belle fotografie (termine molto vago e ampio) si ha bisogno di soggetti belli e originali, un esempio? Eccolo qui e non dico altro.

“Peperone numero trenta” di Edward Weston.


Pepper number 30 - Copyright 1930 Edward Weston

Forse una tra le opere più famose di un grande maestro della fotografia del novecento.

Per concludere voglio condividere con voi il pensiero di Alberto Pellegrinet espresso in una discussione su Forumdifotografia.it:

Anche dalle foto pubblicate si denota che purtroppo tutta l’energia dei fotografi è orientata verso la tecnica piuttosto che la “poesia”, e pure i commenti: solo tecnici, alcuni addirittura consigliano di accentuare colori, da immagini viste a computer dove, a seconda del computer utilizzato e dal costo dello stesso i colori hanno un valore pressoché informativo. Ci sono poi quelli che presi da entusiasmo si ritrovano ad elargire consigli su come e cosa fare senza averne le capacità.

La fotografia per molti non è quella che dovrebbe essere, è un passatempo, una sorta di emulazione del lavoro, un modo per farsi notare o pavoneggiarsi con le ultime novità del momento, questo anche, perché in Italia non si è mai considerata la fotografia come materia di studio. Cito una frase di Lazlo Moholy Nagy: “Anyone who fail to understand photography will be one of illiterates of the future”. Era il 1927, ed è purtroppo cosi, l’Italia s’è persa per strada ed è rimasta analfabeta, fotograficamente parlando, pochi fotografi conosciuti internazionalmente, nessuna scuola a livello universitario, poche gallerie, pochi eventi e nessuna rivista valida (sulla fotografia), e soprattutto poca qualità dell’immagine; si continua però a studiare pittura mentre le riviste e giornali sono piene di immagini…povere. In un articolo apparso nel suo blog, Paola Iezzi, grande appassionata di fotografia scriveva:

"Avallare l’ignoranza contribuisce ad abbassare il livello medio del gusto e della qualità della vita stessa e fa si che la società sprofondi sempre più nell’oblio più completo. Confrontarsi con chi ne sa più di noi, ci aiuta ad avere una visione più ampia e globale. Chiudersi a questo confronto significa precludere a se stessi e alla società della quale siamo parte, la possibilità di progredire e di evolverci in qualcosa di meglio.
Difendere, quindi diffondere l’ignoranza è quanto di peggio una società illuminata e un individuo, che per di più si dica sensibile ed illuminato, possano fare, soprattutto se questa difesa ipocrita venga fatta per il proprio personale tornaconto per accrescere il proprio ego.

E non cercate la novità, la novità è la cosa più vecchia che ci sia.
E se il verso non vi viene, da questa posizione, né da questa, ne da così, buttatevi in terra! Mettetevi così!
Ecco... ohooo...è da distesi che si vede il cielo...
guarda che bellezza, perché non mi ci sono messo prima...
I poeti non guardano, vedono.
Fatevi obbedire dalle parole, se la parola 'muro' non vi da retta, non usatela più...per otto anni, così impara! Che è questo, bhooo non lo so!
Questa è la bellezza, come quei versi là che voglio che rimangano scritti li per sempre...
forza, cancellate tutto che dobbiamo cominciare!
La lezione è finita.
Ciao ragazzi ci vediamo mercoledì o giovedì...
Ciao arrivederci.

DOVE ACQUISTARE FOTOCAMERE, OBIETTIVI, ACCESSORI E LIBRI

A mio parere il sito più sicuro e con le offerte più vantaggiose anche per gli acquisti online di materiale fotografico è Amazon.it, famoso per la sua assoluta affidabilità, state sicuri che se comprate il prodotto arriverà in poco tempo e in condizioni perfette a casa vostra!


Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016