Fotografia Astronomica - primi passi: tracce stellari

La fotografia astronomica è forse il tipo di fotografia più difficile a livello tecnico. Infatti i corpi celesti risultano molto deboli per poter essere fotografati perfettamente e non esiste modo di illuminarli, inoltre è difficile farli apparire fermi per effetto della rotazione terrestre. Solo sole e luna, fortunatamente, possono essere ben ripresi con le dovute accortezze e tecniche di ripresa.

Inizieremo a trattare dei vari tipi di ripresa astronomica partendo dalle cose più semplici, utilizzando "una normale" macchina fotografica fino ad arrivare ai tipi di ripresa più complessi, che richiedono apparecchiature un po' più professionali.

I tempi di posa per la fotografia astronomica sono più lunghi del normale (intorno a 1/125), e possono arrivare anche a impiegare minuti o intere ore.

Per iniziare questo tipo di fotografia è bene avere una macchina fotografica con tempo di posa B, che consente di tenere aperto l'otturatore a piacimento e quindi di poter effettuare anche pose molto lunghe.

Il tipo di ripresa più semplice da effettuare è quella che fa apparire le così dette "Tracce stellari".

Si effettua una ripresa utilizzando tempi molto lunghi, così da mettere in evidenza il moto delle stelle. Le foto più suggestive si ottengono puntando l'obiettivo verso il Polo nord celeste, dove è possibile vedere la stella polare che rimane fissa (o quasi) al centro della foto e le altre stelle invece danno l'idea di ruotare intorno ad essa. Se invece si è in prossimità dell'equatore si otterranno tracce rettilinee. Ovviamente, più è lungo il tempo di posa e più lunghe appariranno le tracce.

Se invece non si vuole mettere in evidenza il moto degli astri si può utilizzare un tempo di posa abbastanza breve. Ovviamente trovandoci in una condizione di scarsa luminosità è bene utilizzare una pellicola più sensibile possibile (o nel caso di una fotocamera digitale alzare gli ISO) e un obiettivo molto luminoso. Solitamente si utilizza un 50mm come ottica base, ma sono molto usati zoom con una focale tra 28mm e 35mm.

In base alla focale utilizzata cambia il tempo di esposizione massimo oltre cui si percepiscono i movimenti stellari. Il massimo tempo di esposizione è dato dalla formula T= 550/f, dove T è il tempo di posa in secondi, ed f è la focale espressa in mm.

Nei prossimi articoli saranno trattati altri tipi di ripresa astronomica.

Se volete approfondire con me l'argomento o visualizzare le mie foto mi trovate anche su Flickr e su Facebook.

Claudia Prontera

DOVE ACQUISTARE FOTOCAMERE, OBIETTIVI, ACCESSORI E LIBRI

A mio parere il sito più sicuro e con le offerte più vantaggiose anche per gli acquisti online di materiale fotografico è Amazon.it, famoso per la sua assoluta affidabilità, state sicuri che se comprate il prodotto arriverà in poco tempo e in condizioni perfette a casa vostra!



Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016