Come rinominare molte foto in automatico con Lightroom - Tutorial

Solitamente, quando importo le foto dalla scheda di memoria sul computer, tendo a non rinominarle. Mi ritrovo così con montagne di foto dai nomi criptici, come DSC_055S.NEF.
Siccome per tenere le foto ordinate uso le raccolte e le parole chiave in Lightroom, i nomi dei file sono (quasi) ininfluenti. Sarebbe però buona prassi rinominarli, usando dei nomi che abbiano un significato. Infatti, ciò può tornare utile in diversi casi, come ad esempio:

  • Se il catalogo di Lightroom dovesse diventare inutilizzabile (ipotesi remota), avrei almeno un po' di aiuto nel rintracciare le foto grazie al loro nome.
  • Quando voglio spostare da una cartella all’altra le foto, non avendole rinominate rischio di avere un sacco di nomi duplicati, meglio che i nomi siano diversi per evitare sovrascritture o rinomine automatiche.
  • Quando devo passare le foto a qualcun altro, probabilmente questi preferisce avere foto con nomi esplicativi, senza doverle guardare una ad una per capire cosa contengono.
Lightroom fornisce una funzionalità piuttosto sofisticata che permette di rinominare contemporaneamente molte foto. Si possono creare anche dei modelli per la rinomina dei file da applicare al momento dell’importazione. Vediamo in dettaglio come usare questa funzionalità.

Aprire la finestra di rinomina

Innanzitutto vai nel modulo Libreria, seleziona diverse foto e premi F2 (o clicca su Libreria –>Rinomina la foto …)

Immagine 021


A questo punto si apre una finestra che mostra come verrebbero rinominate le foto in base all’impostazione selezionata.

Immagine 000

In questo caso sono selezionate le "Impostazioni personali" che avevo usato all’ultima rinomina. Cliccando sul menù a tendina e poi su "Modifica" è possibile cambiare queste impostazioni.

Immagine 001

Stabilire una parte fissa per il nome

Una volta cliccato su "Modifica" si apre la seguente finestra.

Immagine 002


In cima si trova lo spazio che mostra il modello di rinomina creato. Al momento è visualizzato il modello più recente che avevo impostato.

Gli elementi tra parentesi sono dei campi che variano in base alla foto. Si tratta praticamente di segnaposto il cui valore viene deciso al momento della rinomina in base ai dati relativi a ciascuna foto e ai criteri scelti. Il testo che non è tra parentesi (quello all’inizio), invece, rimane uguale per ciascun file.
Modificare la parte fissa è facile, basta cliccare sul testo, cancellare e scrivere come si farebbe su un qualsiasi editor di testo. Qui sotto ad esempio, ho inserito un testo che descrivesse meglio il contenuto delle foto selezionate.

Immagine 003

Appena sopra il riquadro bianco, è visibile un’anteprima col nuovo nome.

Inserire le parti variabili del nome

La parte più utile del modello di rinomina sta proprio nei campi variabili. Per inserirli nel nome, basta posizionare il cursore nel riquadro bianco mostrato qui sopra, nel punto in cui vuoi fare apparire il campo e poi cliccare sul tasto "Inserisci" relativo al campo che vuoi inserire tra quelli riportati sotto. L’inserimento avviene anche non appena cambi tipo di campo, scegliendo da un menù a tendina. Vediamoli in dettaglio.

Immagine 003

Il primo gruppo di campi, Nome immagine, è il meno interessante, perché permette di inserire nel nuovo nome il nome vecchio del file, il nome della cartella e altre cose simili.
Molto più utile, invece è il secondo gruppo: Sequenza e data.

Immagine 003

Il primo menù a tendina serve ad inserire un numero crescente ed offre diverse possibilità:
  • Numero sequenza, inserisce un numero crescente a partire dal numero scelto da te.
  • Numero immagine, serve solo quando si rinominano le foto al momento dell’importazione ed inserisce un numero che cresce per ciascuna immagine importata.
  • Numero totale, inserisce il numero totale di foto che si stanno rinominando.
Così, scegliendo Numero sequenza (1) e partendo da 1, nel nome della prima, nella foto rinominata verrà inserito un 1, nel nome della seconda un 2, ecc...
Il secondo menù a tendina, molto utile, permette di inserire una data nel nome, formattandola nella maniera preferita. Ad esempio, nell’immagine sopra, verranno inserite le cifre del giorno, seguite dal nome del mese e dalle quattro cifre che indicano l’anno.
Il gruppo Metadati presenta altre 2 possibilità.

Immagine 003

Il primo menù dà la possibilità di inserire vari dati che si possono associare ad una foto in Lightroom (ma anche in altri programmi) come il titolo, le parole chiave, il nome dell’autore, eccetera.

Il secondo menù invece permette di inserire i dati EXIF. Potremmo così avere che il nome di ogni foto contenga il valore usato per l’ISO e la lunghezza focale, ad esempio.

Infine, il gruppo Personale permette di specificare che nel nome del file verrà inserito un testo personalizzato.

Immagine 003

Il testo personalizzato serve soprattutto quando si crea un modello di rinomina predefinito. In questo modo, ogni volta che verrà riusato il predefinito si potrà specificare il testo personalizzato senza modificare il predefinito.
Per rimuovere i campi inseriti, basta cliccarci sopra per selezionarli nel riquadro bianco e premere Canc.
Una volta inseriti i campi basta cliccare "Chiudi", così si potrà applicare il modello di rinomina, oppure salvarlo come predefinito, per un uso futuro. Per fare ciò, prima di cliccare su "Chiudi", bisogna cliccare sul menù a tendina in alto e poi su "Salva impostazioni correnti come nuovo predefinito…"

Immagine 005

Un esempio famoso di modello di rinomina

Nel suo libro “Adobe Lightroom 3 per la fotografia digitale”, Scott Kelby, famoso fotografo e divulgatore, presenta un modello per la rinomina che dice molto consueto. Il modello è il seguente:

Immagine 004

Usando questo modello, al momento della rinomina, data e mese verranno pescati dai dati EXIF, il testo personalizzato verrà specificato da te e poi verrà aggiunto un numero di sequenze a tre cifre. Il numero di cifre potrebbe essere inferiore, ma così non si rischia di rimanere a corto di numeri quando si rinominano centinaia di foto in una volta.

Rinominare durante l’importazione

Un consiglio molto valido, che viene dallo stesso Scott Kelby è quello di fare diversamente da me, ovvero di rinominare le foto al momento dell’importazione. Come si fa?

Nella finestra di importazione è sufficiente espandere il pannello Ridenominazione file, attivare la voce Rinomina file e scegliere il predefinito impostato precedentemente (oppure crearne uno sul momento).

Immagine 006
Se nel predefinito erano presenti dei campi che richiedevano un intervento al momento della rinomina, come "Testo personale" e "Numero sequenza", una volta selezionato si potranno impostare.

Se ti sei perso gli altri tutorial per Lightroom  clicca qui: CORSO DI LIGHTROOM

Fatto questo, basterà cliccare su Importa, le foto, una volta importate, verranno automaticamente rinominate nella maniera prescelta.
Per vedere altri tutorial su Lightroom come questo, vai sul mio blog, www.fotocomefare.com, dove trovi anche numerosi articoli sulla fotografia scritti in un linguaggio chiaro e semplice. Mi trovi anche sulla pagina Facebook di FotoComeFare e sul canale Youtube di FotoComeFare.

DOVE ACQUISTARE FOTOCAMERE, OBIETTIVI, ACCESSORI E LIBRI

A mio parere il sito più sicuro e con le offerte più vantaggiose anche per gli acquisti online di materiale fotografico è Amazon.it, famoso per la sua assoluta affidabilità, state sicuri che se comprate il prodotto arriverà in poco tempo e in condizioni perfette a casa vostra!


Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016