Obiettivi catadiottrici cosa sono, come sono fatti e a che servono

Obiettivi catadiottrici, cosa sono, come sono fatti e a che servono.

Chi possiede una reflex quasi sicuramente ne ha sentito parlare, lo ha visto in foto, lo ha potuto provare o più raramente ne possiede uno.
Ma come sono fatti? Che caratteristiche hanno?

Gli obiettivi catadiottrici sono degli obiettivi molto particolari, il loro schema costruttivo infatti è del tutto insolito rispetto a quelli tradizionali. Al loro interno infatti oltre alle normali lenti troviamo due specchi, uno concavo e uno convesso che hanno la funzione di riflettere i raggi luminosi provenienti dal soggetto.

Guardando lo schema ottico riportato qui a fianco possiamo meglio comprenderne il funzionamento.

Possiamo notare nella parte bassa della foto degli elementi diversi, quelli colorati in azzurro sono delle lenti attraverso le quali i raggi di luce passano e quelli colorati di rosso sono degli specchi che li riflettono.

La particolare posizione di specchi e lenti all'interno dell'obiettivo permette di avere a quest'ultimo delle dimensioni ridotte rispetto ad uno tradizionale, a parità di focale infatti, la lunghezza si riduce a circa un terzo, un gran risparmio, soprattutto in termini di maneggevolezza e praticità.
In giro si trovano obiettivi “datati” che danno un senso di robustezza elevato poiché costruiti quasi per lo più in metallo, anche se questo li rende molto pesanti.

Un altro fattore importante sempre a vantaggio è il prezzo che è notevolmente inferiore rispetto agli obiettivi tradizionali, e questo è dovuto anche al fatto che la qualità delle immagini non è eccezionale.

Altro “difetto” se così possiamo chiamarlo di questo tipo di obiettivi o se vogliamo “caratteristica” è il fatto che il diaframma è fisso. Non è possibile infatti aprirlo o chiuderlo e questo compromette molto l’utilizzo della profondità di campo.

Da citare infine un'altra “caratteristica” molto particolare: la sfocatura. Come potete vedere nella foto accanto i punti non a fuoco risultano avere la tipica forma di “ciambellina”.

Ad alcuni piace, per altri è "fastidiosa" naturalmente lasciamo a voi il giudizio.

In giro potete trovarne sia nuovi che usati a prezzi molto bassi, magari se conoscete qualcuno che ne ha uno fatevelo prestare, potreste fare qualche scatto interessante e magari potreste decidere di prenderne uno.

Articolo scritto da Alessio Bardaro - Mi trovate su Facebook e su Flickr


Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016