Jerry N. Uelsmann - Maestri della Fotografia


Jerry N. Uelsmann è nato l'11 giugno 1934 a Detroit, nello stato del Michigan, è un fotografo americano noto per i suoi fotomontaggi che sono composizioni che combinano più negativi.

Il suo interesse per la fotografia  nasce al liceo. Inizia come fotografo matrimonialista, fino a quando non ha ottenuto il titolo di Bachelor of Fine Arts presso il Rochester Institute of Technology dove ha avuto tra i suoi insegnanti il fotografo statunitense Minor White (fondatore della rivista Aperture), successivamente prende anche il titolo di  Master of Fine Arts in fotografia presso l'Università di Indiana.

Nel 1960 iniziò ad insegnare fotografia presso la University of Florida e nel 1967 tiene la sua prima mostra personale al Museum of Modern Art di New York che lo ha reso noto nell'ambiente artistico.

La galleria fotografica di Jerry N. Uelsmann la potete visionare andando sul suo sito personale http://www.uelsmann.net/

In questo articolo vi posto anche un video fotografico su Uelsmann che ho trovato su YouTube:



Le surreali opere di Uelsmann sono frutto di una non comune abilità in camera oscura, unita ad una fantasia lasciata libera di viaggiare nell'illogico, nell'inconscio, nel sogno. Uelsmann fu uno dei protagonisti della rivoluzione fotografica degli anni 60, espanse il concetto stesso di fotografia, emancipandola dal suo status di affidabile testimone del reale.
"Tutte le informazioni sono lì, eppure il mistero rimane", scrive Uelsmann; è questa la forza primaria dei suoi piccoli prodigi, così come lo fu delle fantastiche invenzioni pittoriche di René Magritte, suo fondamentale e chiaramente riconoscibile riferimento in ambito pittorico. Nelle fotografie di Uelsmann, né più né meno che nei quadri di Magritte, la plausibilità del visibile non viene mai contraddetta: il reale non risulta mai deformato (come accade invece, per esempio, negli oli di Dalì); ogni elemento della scena, considerato singolarmente, non urta la nostra addomesticata e impigrita capacità percettiva. Quest'ultima viene però meravigliosamente destabilizzata nel momento in cui si prenda in considerazione l'insieme dell'opera, il modo paradossale ed enigmatico con cui i tasselli del reale vi risultano combinati, del tutto arbitrariamente; è allora che l'osservatore percepisce lo stravolgimento di ogni senso e dimensione, e, sentendosi disorientato, è costretto a rimettere finalmente in discussione la realtà alla luce di un nuovo meccanismo di percezione all'insegna della soggettività e dell'incertezza, ma soprattutto della libertà assoluta, vivificante del pensiero. Ed è in quell'istante che ogni certezza, cadendo, lascia il posto all'emergere della poesia.
"Penso che la mia arte, come la maggior parte dell'arte contemporanea, sia diretta alla coscienza creativa di chi guarda. Lo spettatore deve completare il ciclo, proiettarsi in esso in qualche modo" dichiara Uelsmann.


L'attrezzatura di Jerry N. Uelsmann è ovviamente insolita, egli usa un solo apparecchio reflex monobiettivo e nella sua camera oscura è arrivato a utilizzare in alcuni casi fino a dodici ingranditori (chi sono ha idea di cosa sia un ingranditore vada a questo articolo: La camera oscura), mette i suoi negativi scelti in differenti ingranditori spostando la carta sensibile da un'ingranditore all'altro per le diverse esposizioni. Uelsmann fa centinaia di foto di soggetti come alberi, mani rocce, pezzi di legno paesaggi ecc.. ogni negativo è meticolosamente stampato a contatto e archiviato affinché in futuro egli possa trovare senza difficoltà un elemento appropriato per l'immagine che sta costruendo.

In camera oscura egli prepara i suoi ingranditori mettendovi negativi o positivi stampati a contatto, e comincia a costruire una delle sue composizioni, schermando parti di un'immagine, dando un'esposizione supplementare a un'altra che prende il posto, mettendo due negativi nello stesso ingranditore. A volte egli mette insieme un negativo e un positivo, producendo una combinazione surreale di toni negativi e positivi. Uelsmann evita le sovrapposizioni parziali di un'immagine all'altra; per tenerle separate maschera parzialmente la carta sensibile, così che ogni immagine possa dare il suo distinto contributo alla composizione.

Egli stampa su carta a contrasto variabile che, unitamente ai filtri, lo aiuta a risolvere il problema di stampare sullo stesso foglio negativi di contrasto molto diverso.

Ho avuto la fortuna di trovare sempre su YouTube un intervista a Jerry N. Uelsmann di Mauro Fiorese il video è sottotitolato in italiano:



Le sue immagini sono l'apertura dei capitoli della serie televisiva The Outer Limits del 1995 e sulla copertina dell'album Train of Thought (2003) dei Dream Theater, ha anche collaborato con altri artisti come lo scrittore Stephen King in una edizione del suo libro Salem's Lot, ha anche ha fatto diverse pubblicazioni tra le quali può essere evidenziato:
  • Uelsmann, J. N.; Ames, J. (en inglés). Uelsmann: process and perception: photographs and commentary. Gainesville: University Presses of Florida. ISBN 9780813008301.
  • Uelsmann, J. N. (en inglés). Uelsmann/Yosemite: photographs. Gainesville: University Presses of Florida. ISBN 9780813014449.
  • Uelsmann, J. N. (en inglés). Jerry Uelsmann: photo synthesis. Gainesville: University Presses of Florida. ISBN 9780813011592.
  • Uelsmann, J. N. (en inglés). Jerry Uelsmann: other realities. Nueva York: Bulfinch Press. ISBN 9788401336386.
Altre informazioni su questo maestro della fotografia potete trovarle qui: Jerry Uelsmann - Maestri della fotografia

DOVE ACQUISTARE FOTOCAMERE, OBIETTIVI, ACCESSORI E LIBRI

A mio parere Il sito più sicuro e con le offerte più vantaggiose anche per gli acquisti online di materiale fotografico è Amazon.it, famoso per la sua assoluta affidabilità, state sicuri che se comprate il prodotto arriverà in poco tempo e in condizioni perfette a casa vostra!


Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016