OOF – Out of Focus: Quando il "fuori fuoco" diventa arte

Molti tendono a considerare “fuori fuoco” una foto ottenuta con fuoco selettivo, ovvero tenendo una parte dell’immagine a fuoco e sfocando tutto il resto. In realtà, la fotografia fuori fuoco è ben altro: questa particolare tecnica è caratterizzata dal creare un intero fotogramma fuori fuoco (e non solo una porzione dell’immagine). Detto così, sembrerebbe semplice. Focus manuale, messa a fuoco “errata” e scatti a volontà. L’intento dell’out of focus è però ben altro. Fotografare out of focus significa creare un’opera d’arte, riuscire a comunicare qualcosa attraverso un’immagine sfocata, trasmettendo sensazioni evocative da un’immagine non subito comprensibile. Spesso, per ottenere fotografie più incisive, chi scatta out of focus sfrutta molto l’effetto bokeh, generando così fotogrammi pieni di luci ed ombre, dal forte potere visivo.

Ecco alcuni esempi di fotografia Out of Focus:







Per maggiori informazioni ed esempi relativi a questa particolare tecnica, oltre ad immagini trovate via web, si può fare riferimento ad Uta Barth, fotografo contemporaneo nato in Germania ma attualmente residente ed attivo a Los Angeles. Barth si occupa prevalentemente di fotografia da un punto di vista estetico ed evocativo, lavorando principalmente sulla profondità di campo e sul fuori fuoco e sul loro potenziale suggestivo.

Articolo scritto da Sabrina Campagna - Flickr Album


Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016