Brescia Gianni Berengo Gardin 1954 - 2010 mostra dal 4 Dicembre 2010 al 5 Gennaio 2011

Una selezione che raccoglie più di 100 immagini in bianco e nero, dal 1954 ad oggi, tra le più rappresentative di Gianni Berengo Gardin.
Nato a Santa Margherita Ligure nel 1930 ha iniziato ad occuparsi di fotografia nel 1954, ma dal 1965 stabilitosi a Milano, inizia la carriera professionale dedicandosi alla fotografia di reportage, all'indagine sociale, alla documentazione di architettura e alla descrizione ambientale.
Ha collaborato con le principali testate della stampa illustrata italiana ed estera, ma si è principalmente dedicato alla realizzazione di libri, pubblicando oltre 200 volumi fotografici.

Nel 1963 è stato premiato da World Press Photo, nel 1981 ha vinto il Premio Scanno, nel 1990 è stato invitato d'onore al Mois de la Photo di Parigi dove a vinto il Premio Brassai; nel 1995 ha vinto il Leica Oskard Barnack Award ai Rencontres Internationales de la Photographie di Arles, nel 1998 ha vinto il Premio Oscar Goldoni, nel 2005 il Premio Città di Trieste e nel 2007 il Werner Bishof Avellino. Nel 2008 il riconoscimento alla carriera, il prestigioso Lucie Award, New York, premio vinto in precedenza da Henry Cartier-Bresson, Gordon Parks, William Klein, Willy Ronis, Elliott Herwitt.

Ha tenuto circa 200 mostre personali in Italia e all'Estero esponendo anche alla Photokina di Colonia, all'Expo di Montreal, alla Biennale di Venezia.
Le sue immagini fanno parte delle collezioni di diversi musei e fondazioni culturali, tra cui la Calcografia Nazionale di Roma, il Museum of Modern Art di New York, la Bibliotheque Nationale, la Maison Européenne de la Photographie e la Collection photo FNAC di Parigi, il Musée de l'Elysée di Losanna.
Nel 1972 la rivista "Modern Photography" lo ha inserito tra i "32 World's Top Photographers". Nel 1975 Cecil Beaton lo ha citato nel libro The magic Image. The genius of photography from 1839 to the present day. Nel 1975 Bill Brandt lo ha selezionato per la mostra "Twentieth Century Landscape Photographs" al Victoria and Albert Museum di Londra. E.H.

Gombrich lo ha citato come unico fotografo nel libro The Image and the Eye (Oxford 1982). Italo Zannier nella Storia della Fotografia Italiana (Roma-Bari 1987) lo ha definito "il fotografo più ragguardevole del dopoguerra".
Infine, Gianni Berengo Gardin è presente tra gli ottanta fotografi scelti da HCB nel 2003 per la mostra "Les choix d'Henri Cartier-Bresson". Dal 1990 è rappresentato dall'agenzia Contrasto.

CREDIT AND PICTURE INFORMATION: All images © Gianni Berengo Gardin courtesy of wavephotogaller

Inaugurazione Sabato 4 Dicembre ore 19,00
4 Dicembre 2010 – 5 Gennaio 2011
wavephotogallery, via Trieste 32/a Brescia




DOVE ACQUISTARE FOTOCAMERE, OBIETTIVI, ACCESSORI E LIBRI

A mio parere il sito più sicuro e con le offerte più vantaggiose anche per gli acquisti online di materiale fotografico è Amazon.it, famoso per la sua assoluta affidabilità, state sicuri che se comprate il prodotto arriverà in poco tempo e in condizioni perfette a casa vostra!

Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016