Quello che sta accadendo alla fotografia

Articolo di Attilio del forum di fotografare.com

Dopo aver visto pubblicato sul National Geographic un servizio intero fatto da una turista in vacanza con scatti appena sufficienti ed un racconto ai confini del temino da quinta elementare, ho capito che siamo allo sfascio completo, non conta più nulla, non conta la pubblicazione come non conta la vittoria al concorso, chi ha occhi e discernimento guardi e giudichi, gli altri bevano quello che gli viene proposto.

Quando una testata nazionale pubblica un servizio di un turista perché gratis rispetto a quello nettamente migliore di un professionista ma che costa (poche) migliaia di euro, chiaro che la discriminante prezzo fa la qualità del servizio: quello gratis è migliore, anche se è una porcheria.
Se preferisci al lavaggio auto professionale da 15 euro, il ragazzino dei vicini che ti lava male la macchina gratis e ti riga anche una portiera, ma nonostante questo lo preferisci comunque perché è gratis e della riga non ti interessa nulla, di che qualità stiamo parlando?

Quello che sta accadendo nella fotografia è quello che sta accadendo in molti altri settori. Tanti anni fa c'era una contiguità tra mondo amatoriale e mondo professionale, il fotoamatore aveva preparazione, studiava, evolveva, non era qualitativamente distante dal medio professionista, e contemporaneamente il professionista lavorava con standard qualitativi piuttosto elevati. Con il tempo i professionisti si sono progressivamente divisi in due grandi categorie: quelli che lavorano ad altissimi livelli e quelli che hanno abbattuto costantemente la loro qualità di lavoro, diventando di fatto amatori a pagamento, ecco che molti amatori hanno quindi deciso di fare il salto e farsi pagare anche loro.

Anche solo cinque anni fa se parlavi tra fotoamatori di ghosting e di flare tutti sapevano di cosa si parlava, tutti sapevano riconoscere un fenomeno o un altro all'interno di uno scatto, tutti sapevano da cosa dipendeva e come rimediare in ripresa ai fenomeni. Oggi davanti ad uno scatto con un fenomeno di ghosting senti parlare di tutto, senti chiamare in causa qualsiasi fenomeno o difetto ottico pensabile e non pensabile, banalmente anche un fotoamatore che si ritiene evoluto oggi non distingue i principali fenomeni ottici e le principali aberrazioni delle lenti.
E con lui tutta la catena alle spalle della fotografia, quindi le riviste, quindi i giurati dei concorsi, quindi i fruitori delle immagini. L'ignoranza diffusa ha appiattito tutti i valori in campo, sta al singolo cercare la gratificazione ignorante oppure un risultato realmente significativo.

Purtroppo anche in fotografia vale la spettacolarizzazione, solo in questi pochi anni di forum ho visto nascere fenomeni fotografici dal nulla, gente alla prima compatta che per sei mesi ha impazzato su giornali e riviste del settore e non, come se fossimo davanti al nuovo Bresson o alla nuova Tina Modotti, per poi scomparire nuovamente nel nulla.

In tutto questo, come vedi, non c'entrano nulla macchine, ottiche e quant'altro. La ricerca di un risultato è prima di tutto una ricerca interiore e personale, al di là dei clamori dei concorsi e delle riviste, quelli si ottengono facilmente con due trucchetti, ma se vuoi davvero dire qualcosa ed imparare come farlo non ci vogliono sei mesi, ci vogliono anni di studio ed impegno, tutte cose alle quali non è più abituato nessuno.

Molti dicono che conta l'ottica in una compatta, diciamo che sia vero, tu sapresti distinguere un astigmatismo da una coma? Sapresti distinguere un'aberrazione cromatica dal purple fringing? Sai come si giudica un'ottica? come condurre un test con qualche vaga pretesa di attendibilità? conosci la teoria della messa a fuoco e dei piani nitidi? Ci sono aspetti complessi da valutare, come facciamo a valutarli senza una base di conoscenza comune?
Purtroppo oggi non accettiamo che non tutto è accessibile con facilità, alcune cose vanno studiate ed alcune conoscenze sono figlie di anni di studio ed esperienza, siccome non vogliamo accettarlo ci accontentiamo delle nozioni usa e getta di Wikipedia. Non è così che funziona, anche se ti pubblicano dieci fotografie.

DOVE ACQUISTARE FOTOCAMERE, OBIETTIVI, ACCESSORI E LIBRI

A mio parere Il sito più sicuro e con le offerte più vantaggiose anche per gli acquisti online di materiale fotografico è Amazon.it, famoso per la sua assoluta affidabilità, state sicuri che se comprate il prodotto arriverà in poco tempo e in condizioni perfette a casa vostra!

Post più popolari

Corso di Fotografia Digitale online gratuito

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...

I migliori manuali di fotografia per imparare la tecnica fotografica

Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Facebook concorso fotografico nazionale gratuito a premi, tema "la fotografia di viaggio", dall'1 al 30 novembre 2016