28 aprile 2012

Fotografia Sportiva, i generi fotografici - Corso di Fotografia - Lezione 45

Il corso di fotografia online è estrapolato dal libro di fotografia intitolato "Manuale di Fotografia - Occhio, Mente e Cuore" in vendita a 3 euro in versione Ebook PDF.

Questo articolo fa parte del Corso di Fotografia Digitale Online.

Fotografo sportivo con Monopiede - Foto di DeusXFlorida
Flickr.com/photos/8363028@N08/

In Italia, come nel resto del mondo, gli sport di squadra sono quelli che vanno per la maggiore, quindi quando si pensa alla fotografia sportiva automaticamente la mente ci rimanda all'immagine di schiere di fotografi appostati a bordo campo, in realtà esistono alcuni sport in cui non si usa l'equipaggiamento tipico dei fotografi sportivi, sono tutte quelle discipline come ad esempio il pugilato e la pesistica, in cui in determinate occasioni è possibile avvicinarsi molto ai soggetti, quindi come esistono più tipologie di sport esistono più tipologie di fotografia sportiva che rispondono a regole differenti.

L’equipaggiamento necessario per fotografare sport come il calcio o il basket in cui non è possibile stare vicino agli atleti è il seguente:

  • Obiettivo: come minimo si deve avere uno zoom 70-200mm abbastanza luminoso, un’apertura massima di f2.8 è accettabile, in questo modo è possibile usare tempi di scatto veloci senza dover alzare gli ISO. Come è logico il teleobiettivo è d’obbligo, quelli luminosi non sono economici, arrivano a costare nell’ordine delle migliaia di euro, se siete fotografi professionisti la soluzione migliore è il noleggio.
  • Fotocamera: come caratteristica principale deve avere un elevato numero di scatti al secondo. La macchina fotografica va imposta sulla modalità di scatto continua per non perdere nemmeno un fotogramma dell’azione. Le mirrorless rispetto alle reflex per via della mancanza dello specchio possiedono un autofocus più veloce (altro requisito essenziale) ed una maggiore raffica. Solitamente i professionisti usano quelle col doppio slot di memoria poiché effettuano un elevatissimo numero di scatti e non vogliono perdere momenti importanti nel tentativo di cambiare scheda.
  • Monopiede: non serve solo per la stabilità, un teleobiettivo è molto pesante e ci si stanca facilmente senza un supporto su cui appoggiarsi.

Io personalmente non seguo il calcio preferisco fotografare (e praticare) sport come la boxe e la pesistica, in questo caso come già scritto precedentemente l’equipaggiamento adatto, per quanto riguarda me, consiste in ottiche grandangolari con lunghezza focale non superiore a 35mm, perché le foto migliori si fanno stando vicino ai combattenti. Durante gli sparring o gli allenamenti in palestra cerco di mettermi in modo tale da non disturbare gli atleti durante la loro attività, cercando allo stesso tempo la giusta distanza, cosa non molto facile.

Per realizzare le seguenti fotografie ho utilizzato un 35mm f1.8 su fotocamera con sensore APS-C ma l’utilizzo di un grandangolo più spinto non mi sarebbe dispiaciuto.







Quando realizzai le mie prime foto sportive in ambienti con poca luce la mia fotocamera non aveva una grande tenuta agli alti ISO, ma adesso è possibile scattare anche con fotocamere non full frame a 800 - 1000 ISO mantenendo una quantità di rumore accettabile.

I tempi di scatto da impostare sono tutta una questione di gusti personali e di luce presente sulla scena, per questo motivo non posso consigliare un valore preciso, bisogna andare per tentativi.