lunedì 18 gennaio 2010

Canon o Nikon? Nikon vs Canon - La migliore Reflex è...


Canon o Nikon? Questo è il problema.

Un conflitto che dura da anni e che non sembra destinato a finire.

Nikonisti vs Canonisti una guerra che si combatte sui Forum e sui Blog fino ad approdare sui Social Network. Impossibile scrivere un parere negativo su una delle 2 marche che subito si è accusati di Canonismo o Nikonismo, pena l'infamia di ricevere soldoni dalle rispettive case produttrici.

Su quest'ultimo punto mi piacerebbe dire due paroline, molti affermano che io sono Nikonista e che scrivo male delle Canon perché Nikon mi paga, mi dispiace non prendo un euro dai miei articoli, ammetto che se Nikon mi pagasse non mi dispiacerebbe, la triste realtà è che Nikon non mi paga; è vero uso una Nikon ma non la venero, ci faccio solo fotografie, a differenza di molti che prima di andare a letto rivolgono pure una preghierina alla loro Canon (o Nikon); gli articoli che pubblico mi sono inviati da altri utenti o elaborati da discussioni su più forum o blog (molti sono anche miei ma ho sempre preferito affidarmi agli esperti e documentarmi) per poi essere passati ai raggi x per verificarne l'autenticità.

Ho anche pubblicato recensioni positive su Canon (passate inosservate) e non mi frega niente se la mia Nikon D90 è inferiore a un altra macchina fotografica, come ho già detto ci faccio solo fotografie, sono aperto al dialogo e a pubblicare articoli di altri utenti (purché non portino una visione troppo soggettiva ma più tecnica).
Tornando a noi....

Canon o Nikon? Un dubbio atroce quando si esce a comprare la prima Reflex. Una volta ho letto questo commento "se dovete scegliere tra una Nikon e una Canon chiedete a uno che usa Leica".

Ora arriviamo al nocciolo della questione, quale è la migliore fra le due marche?

Ebbene, dopo aver letto svariate discussioni, provato alcune Reflex di entrambe le scuderie posso dire che entrambe scattano fotografie (pazzesco vero?), i modelli più costosi possono anche fare il caffé all'occorrenza; gli unici confronti si possono fare tra i singoli modelli valutando il rapporto qualità/prezzo, non esiste una marca migliore in assoluto, l'ago della bilancia varia a seconda dei periodi e delle novità che escono sul mercato.

E se le differenze ci sono si parla sempre di piccolezze, frivolezze ingigantite dal troppo Marketing, volete sapere da un webmaster perché nei blog si fanno i confronti tra macchine fotografiche? Perché fanno guadagnare soldi con Adsense (altro che mazzette da Nikon e Canon) e portano molte visite, e questo dimostra che ormai si pensa ad avere la macchina fotografica con la cazzatella in più piuttosto che andare a documentarsi su quello che veramente è la fotografia!

2 o 3 megapixel in meno o una velocità di scatto che non ti permette di fotografare bene un missile non sono "handicap" così determinanti per la carriera di un fotografo, credo che a fare la differenza sia ancora l'uomo che sta dietro la macchina fotografica.

Penso ai grandi della fotografia del passato e alle macchine fotografiche che usavano, quasi dei giocattoli se paragonate alle nostre Reflex, eppure le loro fotografie sono tuttora bellissime, dei capolavori immortali.

Penso che oggi più di ieri manchi una "cultura fotografica", si pensa prima ad avere la migliore macchina fotografica in commercio e poi forse a farsi una cultura sul mondo in cui ci si è inseriti, a tal proposito ho preparato una lista contenente i migliori libri di fotografia attualmente in commercio a questo link: I Migliori Libri di Fotografia - Top List

Ora che siete liberi da pregiudizi siete pronti ad acquistare una fotocamera sapendo che ogni cosa è fatta per uno scopo e non esiste il "migliore in assoluto", a questi link le offerte migliori per fotocamere e accessori fotografici:


Articolo correlato: Qual è la migliore macchina fotografica?

124 commenti:

  1. Credo che il punto sia che la macchina fotografica, Canon, Nikon o chissà che, potrà anche fare il caffè e portartelo a letto la mattina, ma è uno strumento.
    Fondamentale, certo, ma comunque solo un mezzo.
    Il mezzo per esprimere se stessi, il mezzo tra sè stessi e il mondo e per far vedere al mondo come lo vedamo.
    In quanto mezzo, non c'è una soluzione, un algoritmo perfetto applicabile alla visione di ognuno, uno strumento magico capace di dare a ognuno il massimo.
    Ma ci sono vari mezzi, diversi, ognuno con le sue caratteristiche e particolarità. Ad ognuno il suo.

    RispondiElimina
  2. volete sapere da un webmaster perché nei blog si fanno i confronti tra macchine fotografiche? Perché fanno guadagnare soldi con Adsense

    Quasi quasi mi apro un blog!! Hahah

    Per rispondere alla domanda "Canon o Nikon" io una risposta l'ho trovata: Pentax, e via dalle mazzate!

    RispondiElimina
  3. Condordo con Marco. Alla fine non c'è mai una grande differenza tra i due marchi. Io ho scelto Canon solo per una questione economica in vista degli obbiettivi che piacerebbe acquistare in futuro.
    Se prendevo nikon sarei stato comunque contento.

    RispondiElimina
  4. Concordo anch'io a pieno con Marco...non è tanto la macchina fotografica bensì chi scatta le foto che fa la differenza...
    P.S complimenti per il blog :)

    RispondiElimina
  5. Io prima di acquistare la mia macchina, Nikon D60 in questo caso, le ho provate tutte. Canon, Nikon, Pentax e Olympus. Almeno queste erano a mia disposizione tra amici e conoscenti che mi hanno permesso di "Giocarci", diciamo così.
    Perchè sono andata verso Nikon?
    L'offerta sul volantino di un noto negozio di elettronica della zona.
    E un menù un po' più intuitivo. Fine della fiera.
    Sono estremamente contenta della mia scelta, ma se al posto della Nikon in offerta ci fosse stata una Canon, mi sarei adeguata e avrei preso Canon senza problemi.
    In fin dei conti sono io che faccio foto. Per anni ho fatto foto molto belle anche con le compatte, si tratta solo di scattare al momento giusto.
    E tutt'ora, anche con la reflex, quando fotografo ai concerti delle centinaia di scatti che faccio, un buon 60% va nel cestino, reflex o compatta che sia.

    RispondiElimina
  6. saverio de meo26 maggio 2010 09:24

    Nikon o Canon? Domnanda del tutto oziosa; la migliore in assoluto è la Buattflex! Personalmente fotografo da 4 decenni con 3 Leica analogiche, ed ora con Fuji, Nikon, Canon e Panasonic digitali, ma le foto migliori le ho scattate con la Buattflex, una fotocamera autocostruita con pezzi di varia provenienza comprati nei mercatini delle pulci. Perchè la mia Buattflex è la migliore? Semplice, è la peggior macchina fotografica possibile, con tutti i difetti possibili. Vede come una talpa, per via dell'obiettivo Bencini a 1 sola lente, non mette a fuoco bene, per via del dispositivo impreciso (soffietto di gomma di una sedia girevole), aberrazioni quante ne volete e distorsioni pure. E allora,perchè è la migliore? Perchè "vede" come la nostra mente(distorto, sommario, impreciso, confuso e parziale) e lascia libero campo all'immaginazione. La Buattflex, difatti è un generatore di sogni.

    RispondiElimina
  7. Posseggo da anni una reflex analogica Nikon (la gloriosa F4e) ma al momento di passare al digitale sono stato assalito dall'amletico dubbio: (ancora) Nikon o Canon? Addirittura avevo pensato anche alla Pentax K20D, così giusto per tagliare la clessica testa al toro.
    Poi mi invaghisco della 50D Canon. Addirittura la ordino salvo poi, per un disguido col rivenditore (web) disdico l'ordine e mi faccio restituire i soldi.
    Poi vengo assalito da innumerevoli dubbi circa l'effettiva bontà dell'attrezzo Canon; vedi difetti di dominanti lamentati da più parti, continui aggiornamenti del software e quantaltro.
    Infine prendo la D300s della Nikon anche per sfruttare le ottiche che già possedevo.
    Il "totale"? sono soddisfattissimo della scelta pur non sententomi appartenente a nessuna delle due somme(?!) "caste".
    Se poi mi è permesso dò una valutazione estetica sui modelli top delle due case: la D3x Nikon è molto più bella e fascinosa della 1Ds MkIII Canon. Di quest'ultima mi fa storcere, e non di poco, il naso la parte sovrastante il pentaprisma. Ovviamente sono gusti. E i latini, a tal proposito, insegnavano ...
    Ciao da Rinux.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 27.05.2013 - Massimo: Dovendo passare dall'analogico al digitale, ho optato, dopo un'attenta ricerca, per una compatta Panasonic TZ5, che mi ha lasciato molto soddisfatto (le immagini sono ottime, mentre i video in HD sono veramente niente male). Tempo dopo, volendo passare ad una reflex, ho acquistato una Canon Eos 600D con zoom Canon 18-200 IS. Dopo averla conosciuta adeguatamente, mi si è posto il dilemma se utilizzarla col jpg o col raw. Non volendo perdere molto tempo al P.C. per trattare le foto scattate in raw, ho optato per il jpg (che ha una qualità molto lodevole), settando attentamente, attraverso il menù, i vari parametri relativi a nitidezza e contrasto, lasciando invariati saturazione e dominante. Facendo prove su prove sul campo, son riuscito alfine ad individuare i parametri ottimali, ottenendo poi foto di buona qualità che mi hanno molto soddisfatto (Usate sempre il paraluce!). Un consiglio per i video: è molto meglio regolare la messa a fuoco manualmente. In tale modo è più veloce, precisa e... silenziosa! A parte ciò, consiglio di attivare il filtro antivento. Per quanto riguarda le riprese, tenendola ben ferma, consiglio di ruotare la fotocamera lentamente od avvicinarsi al soggetto muovendosi sempre lentamente ed evitando sbalzi. Comunque, credo che i consigli dati possano esser validi per qualsiasi reflex, alfine di ottenere buone foto e video. Per quanto riguarda la diatriba Canon o Nikon, credo che l'appassionato potrà scegliere indipendentemente dalla marca, perchè entrambe sono valide. A parte ciò, perchè non volgere la propria attenzione anche ad altre marche ugualmente valide come ad esempio Pentax, Sony, ecc...? Costano di meno ed offrono una qualità complessiva altrettanto lodevole. Ciao a tutti!

      Elimina
    2. Ho comprato una Fuji x10 1 anno fa. Il libretto di istruzioni consta di 130 pagine, sembra tutte essenziali. Non riesco a fare una foto. Sono imbarazzato. Quasi quasi ritorno alla mia nikon e nikkormat analogiche.

      Elimina
  8. Bravo Saverio! Il tuo commento mi ha colpito molto e allo stesso tempo mi ha divertito.
    Mi onoro, a questo punto, di far parte di quella schiera di appassionati di fotografia disincantati e scevro da qualsivoglia "contaminazione" di appartenenza alle elette caste di cui parli.
    Solo che riprendo con una Nikon (prima con una F4e ed ora con una D300s) da parecchio tempo e cioè da quando la mia vecchia Zenit TTL cominciò a starmi stretta.
    Ciao da Rinux.

    RispondiElimina
  9. Anche per me la macchina fotografica è soltanto un mezzo. La colpa dell'eterna e ridicola diatriba tra nikonisti e canoniani è anche imputabile ad alcuni forum di fotografia che sono delle vere e proprie fucine di ignoranza fotografica.
    Ciao

    RispondiElimina
  10. Ciao a tutti essendo ignorante in materia mi rimetto a voi per avere consigli e pareri sull'acquisto da fare. infatti è un pò che giro per comprare la mia prima reflex (da scegliere tra Nikon e Canon) voi cosa mi consigliate?! ho visto la D5000 ma poi è uscita anche la 550D di Canon....
    grazie per i consigli e l'aiuto...

    RispondiElimina
  11. @war io ti voglio solo dire una cosa..
    sono uno studente appassionato di fotografia ke sta imparando l'arte passo dopo passo.
    io ho cominciato con nikon, ho una d3000, e mi sono trovato molto bene per il tipo di scatti ke faccio... io prediligo una macchina pesante in mano xke mi offre + stabilità e la d3000 lo è. utilizzo spesso i tempi veloci e la nikon me li offre in modo meraviglioso e soprattutto ha un software di messa a fuoco (3d matrix 11 punti) ke permette di lavorare coi soggetti in movimento ke fa paura.
    il punto è ke tu devi sceglierti il prodotto, al di là della problematica del costo, in base a ciò ke vuoi fare. tu stai pensando ad acquistare 2 macchine fotografiche ke permettono il live view e la cattura dei video. ho visto i video fatti dalla 550d e sn ottimi, ottenerli con 1 videocamera vorrebbe dire spendere svariate migliaia di euro. ti permettono l'hd entrambe e + o meno si equivalgono, forse il sensore della nuova 550d è 1 pelino meglio. se c'è 1 cosa ke ti posso consigliare vivamente è di provare la macchina in mano: tienila in mano, prova qualche scatto, qualche movimento. dopo averlo fatto con tutte e 2 saprai ciò ke vuoi. la tua mano ha bisogno di essere seguita da 1 macchina fatta x lei, quindi solo così ti accorgerai ciò ke è meglio. spero di esserti di aiuto
    ciao Maurice.

    RispondiElimina
  12. da nikonista ti dico Nikon (attualmente possiedo una d90... FANTASTICA!) ma sicuramente a livelli professionali cambia poco una d3x o una d1 mark 4
    ciao!

    RispondiElimina
  13. Buona sera a tutti.
    avrei bisogno di un consiglio. Da anni posseggo una Nikon F70 e vorrei passare ad una reflex digitale. Il problema non è tanto scegliere tra Nikon o Canon, ma bensì quali funzioni o caratteristiche prediligere. Premetto che sono un principiante e vorrei rimanere su una gamma relativamente economica.
    Che differenza c'è tra una reflex da 10 mpx ad una da 15 o 20mpx?
    Conviene acquistarne una con un numero di pixel superiore o la differenza, ad occhio, è impercettibile?
    Ad esempio le compatte digitali hanno raggiunto ormai 10/12 mpx, questo significa che hanno raggiunto o superato la qualità di molte reflex digitali?
    Il mio timore è di acquistare una reflex che a breve potrebbe diventare obsoleta. Ci sono in vista nuovi modelli con risoluzioni molto superiori?
    Grazie a tutti.

    RispondiElimina
  14. Secondo me sono sufficienti 10/12mpx e trovo assurdo che le compatte abbiano tutti quei mpx in sesori così piccoli. Poi devi chiederti se vuoi stampare forti ingrandimenti o meno. La reflex diventa obsoleta per chi vuole vendere nuovi modelli e ti induce a crederlo con tutti i mezzi. Dai un'occhiata alle foto fatte da Mattia Salvi (http://www.zmphoto.it/foto/mattiasalvi/) con la 20D Canon che per tutti è obsoleta. Vorrei riuscire a scattare immagini come quelle con la mia xx mpx!

    RispondiElimina
  15. lascia perdere il numero di Mpixel.. non c'è paragone tra una Nikin d40 da 6mp e una compatta da 12mp e oltre... la d40 è un'altro pianeta per via delle ottiche etc etc.
    Sono altre le caratteristiche da vedere... e lo dico da neofita visto che mi diletto da poco + di un'anno con la mia d40 con 18-55 e tamron 18-200
    Il bello è scattare.. scattare.. scattare...

    RispondiElimina
  16. canon o nikon??
    come se fossero gli unici due sistemi a rispondere alle esigenze di TUTTI i fotografi.
    Sony Olympus e Pentax non esistono?

    Io vivo felicissimo con Pentax, e non la cambierei mai.

    RispondiElimina
  17. Canon o Nikon ?
    Che palle, sembra che esistano solo queste !
    A Canikon preferisco Minolta, felice possessore di una "vecchia" 5D.
    L'esperienza di Sony nel digitale ha molto da insegnare a Canon, mentre Nikon il salto nel digitale l'ha fatto comprando la tecnologia... da sony.
    Sony voleva entrare nel comparto reflex, e si è comprata Minolta. Il connubio tra le due ha prodotto le "Alpha" che a mio modesto parere non hanno nulla da invidiare. Provare per credere.

    RispondiElimina
  18. Ho visto questi scatti davvero molto belli di mattia salvi...complimenti a photoshop...certo le creazioni le inquadrature sono studiate bene...ma la resa delle foto è merito del ritocco...andiamo tutti insieme con la 20d sul lago, posiziamo il cavalletto impostiamo l inquadratura identica, il tempo (30 sec quindi autoscatto), l'iso e il diaframma identici...vediamo se la foto viene uguale...non credo...

    RispondiElimina
  19. sono una neofita e possiedo una nik D60. fa foto bellissime ma purtroppo per scattare in manuale o semiautomatico impiego "ore" per studiarmi i parametri e la maggior parte delle volte la foto viene peggio che in auto.pensavo di essere io negata quando l'altro ieri ho avuto l'occasione di provare una canon 400D: in pochissimo grazie alle iconcine su i 13 tasti e quindi una possibilità di modificare i parametri direttamente senza entrare nel menù (come invece devo fare con la nikon) ho scattato come mai.risultato: le foto sono + buie di quelle della d60 ma che semplicità:è questo il famoso feeling di cui si parla quando si tratta di scegliere la prima reflex?o è davvero canon più semplice da utilizzare?

    RispondiElimina
  20. Da un anno con un gruppo di amici con cui ho fatto dei corsi di fotografia ci troviamo per varie uscite fotografiche/divertimento ed ogni volta ne esce un commento su passa a Nikon o passa a Canon.
    Solitamente sono i canonisti a chiederlo quasi fosse una loro missione reclutare nuovi adepti.
    Io ho due Nikon....una D70 (di cui non mi sbarazzerò mai perchè è stato il mio primo acquisto con i miei soldi) e una D200. Sono soddisfatta di entrambe ma dietro a loro ci sono io, loro sono solo lo strumento.
    E come cresciamo e cambiamo nella vita anche gli scatti subiscono variazioni. Foto fatte anni fa non sono quelle di oggi è tutto un crescere assieme ^__^
    La mia vecchia compatta Olimpus era fantastica, come la mia compatta digitale Canon (vinta) peccato non sia stabilizzata e in mano a mio figlio lascio a voi immaginare ^___^
    Deve esserci feeling con il mezzo qualunque marca sia

    RispondiElimina
  21. Mah, io continuo a scegliere Olympus, come ho fatto (felicemente) da 20 anni. Come fotografo professionista, non ho bisogno di niente altro. Le lenti Zuiko sono fantastiche, e se sará vero che la Olympus perfetta non e', lo stesso dicasi per Nikon & Canon. Lasciamo poi perdere l'ipocrisia circa la 'battaglia dei megapixel', inutile e patetica.

    RispondiElimina
  22. Bene ma resta il fatto che la Nikon D3x supera di gran lunga la Canon 1ds III mark a parità di costo .. addirittura la D3s eguaglia la 1d mark IV ad un costo minore ! Nonostante ami le lenti canon
    a sto punto ke fare ?! ke komprare ?!
    AIUUUUTO *_*

    RispondiElimina
  23. "Cel'ho più grosso io!"
    è il riassunto dell'intera menata.


    Ho iniziato a scattare con una Minolta analogica e me ne sono innamorato... perchè? Perchè è stata la mia prima fotocamera, la mia prima compagna di viaggi, la mia prima "memoria su carta".
    Era una buona fotocamera? Bho penso di si (una 505 si super) ma onestamente: NON ME NE FREGA UN ACCIDENTE.

    Son passato al digitale. L'ovvietà era prendere una Sony... presa in mano... non riscontro la "magia e il feeling" che avevo con la mia Minolta... dunque mi sono guardato intorno e ho scelto colei che ha iniziato, affiancata SEMPRE dalla mia analogica Minolta, a seguirmi. Una D80 nikon.

    Perchè nikon? Perchè sono un amante della storia... perchè i suoi 93 anni di fotocamere alle spalle mi affascinano, perchè l'ho presa in mano e l'ho trovata comoda, ben bilanciata. Perchè l'ho presa in mano e ho avuto un feeling immediato.
    Non mi sono posto nemmeno il problema: ma le altre fotocamere come sono? Canon ha qualcosa di meglio? E pentax?... perchè queste son le domande che si pongono gli stolti che credono che basti avere una reflex tra le mani per fare una bella foto...

    E I RISULTATI QUALI SONO? foto tecnicamente impeccabili, iper dettagliate, favolose......
    ma senza anima

    La mia Reflex è una amica, una compagna di viaggio è una amante da DOMINARE, ma con delicata dolcezza, perchè IO sono il fotografo... lei è il mezzo per mettere su pellicola o su memoria ciò che vede la unica e vera fotocamera: la nostra mente.

    Ora... forse prenderò una D7000 o una D700... meramente perchè necessito di una fotocamera che possa consentirmi iso alti e basso rumore poichè per ciò che amo fare, non posso (nè voglio) usare flash... ma è una mera necessità che nasce nel momento in cui il mezzo tecnico di ciò che hai a disposizione non è sufficiente a poter fornirti lo stesso risultato che la tua mente vorrebbe realizzare.

    Dunque, qual'è la migliore fotocamera?
    Tutte... tanto non sono loro a fare foto.

    RispondiElimina
  24. sono confuso...qualcuno sa dire si a d7000 è a migliore dal mercato in questioni di foto e video??? a me serve per fare un trailler in full hd!!! , su youtube sembra bella....pero non riesco a capire piu nulla, d3100, d5000 , d7000 sto impazzendo kkkk in negozio nessuno sa dire nulla ,,,..vogliano solo vendere....si qualcuno mi puoi aiutare,,,,grazie.....

    RispondiElimina
  25. Per Anonimo che ha detto questo :
    sono confuso...qualcuno sa dire si a d7000 è a migliore dal mercato in questioni di foto e video??? a me serve per fare un trailler in full hd!!! , su youtube sembra bella....pero non riesco a capire piu nulla, d3100, d5000 , d7000 sto impazzendo kkkk in negozio nessuno sa dire nulla ,,,..vogliano solo vendere....si qualcuno mi puoi aiutare,,,,grazie.....

    Allora c'è una bella differenza tra d3100, d5000 , d7000.
    Le prime 2 sono categoria amatoriale, la terza è la versione nuova della D90, sicuramente migliore delle altre due, vedi anche i prezzi di notevole differenza, ma non è quello. Per maggiori chiarimenti vai sul sito Nikon e confronta le caratteristiche, al negozio non si possono mettere a dirti tutto è ovvio, ci vuole mezza giornata!
    Comunque dipende da quello che cerchi tu e da cosa vuoi farci.
    Se ti occorre rispondimi.

    RispondiElimina
  26. Salve a tutti,io vorrei comprare una reflex(la mia prima),ma non so proprio cosa scegliere.Da dilettante quale sono avrei optato per la Nikon(D3100)però ha un costo medio-alto,ho dato un'occhiata alla Canon(EOS1000D)ma confrontandola con la d3100 la differenza è ovvia,poi guardando un volantino mi è saltata agli occhi la Sony(DSLR A390L)che ha dalla sua 14,2 megapixel (uguali alla D3100)è più o meno costa quanto EOS1000Dche però ne ha "solo"10,1.
    Ora la domanda fatidica:cosa mi consigliate???premetto che essendo meno di un principiante(fino ad oggi ho usato una compatta)non devo fare foto per mostre fotografiche oppure foto da cerimonia,ma cmq prendendo una reflex andrei a migliorare un tantino.Grazie.

    RispondiElimina
  27. Anche io ho lo stesso dubbio dell'anonimo qui sopra...

    RispondiElimina
  28. Mah.... canon o Nikon.....

    PENTAX ????

    E perchè no ?

    RispondiElimina
  29. Ragazzi
    Sono daccordo con quello che ha scritto Marco. La differenza la fa il fotografo. Per Tartaruga ed anonimo, il consiglio che posso darvi dipende da quello che volete fare. Non scegliete una macchina dai mega pikxel. La Canon 550d ad esempio ha tanti megapixel ma è inferiore alla D90. Leggetevi i test fatti sul campo. Scegliete fattori che a voi sono più congeniali, io ad esempio mi sono basato sui punti croce e sul sensore. Ad un'altra persona questo potrebbe non andare bene. Ho osservato e studiato tutte le macchine.
    Non fatevi prendere dalla fretta e scegliete bene.

    RispondiElimina
  30. hai ragione al 100% la differenza è tutta li, è inutile analizzare le caratteristiche delle macchine fotografiche, spulciano ogni singola applicazione o se ha quella cosa o quell'altra, quando poi uno non si legge neanche il manuale, e non sai quanta gente viene a chiedermi le cose più banali.
    la differenza è dietro la macchina fotografica, ebbene si non c'è macchina che sostituisca l'occhio del fotografo. se uno è bravo, può fare capolavori anche con una usa e getta...

    RispondiElimina
  31. cavolo!ma fare una fotografia con funzioni automatiche cos'ha de bello? forse il poter scattare centinaia di foto senza cambiare rullini! Io scatto con una Minolta manuale e sono contenta perchè sto imparando cos'è la fotografia ma non nego che allo stesso tempo quando economicamente potrò permettermelo magari comprerò una reflex digitale. chissà se Nikon o Canon o altro? intanto credo che ora come ora posso già esser contenta così.

    http://damncreativity.blogspot.com/

    RispondiElimina
  32. Ipotesi onirica ma razionale.
    Prendi Avedon, dagli una fotocamera "usa e getta" o una compattina di quart'ordine.
    Lui la guarda perplesso.
    Sfidalo.
    Lui ti guarda perplesso.
    Se lo convinci lui ci penserà un po' e ti dirà "passa domani".
    Domani

    Avedon: "Ecco quello che ho scattato con la tua macchienetta".
    Tu: " ...svenuto per terra..."

    ;O)

    ....
    Per rispondere a certe domande occorre sapere il gesto e il fine, dopodichè si può consigliare il mezzo. Non viceversa.
    Non esistono foto belle o foto brutte.
    Ma giuste o sbagliate ... a seconda del fine perseguito.

    bye.

    PaoloRanzani

    RispondiElimina
  33. La differenza è minima ma allo stesso tempo abissale.
    Ho provato una Nikon e sinceramente mi è sembrata fredda, economicamente è conveniente rispetto a una Canon, ma quest'ultima la radiosità dei rossi il romanticismo del fuoco e contro fuoco, la leggibilità sulle foto notturne, per non parlare poi dei video...
    Ho scelto canon perché si addice mio stile, la vedo più romantica, calda a differenza della freddezza della Nikon.
    Devo dire però che per chi vuole un B/W perfetto senza dubbi direi che una Nikon è la + adatta dato la sua potenza dei bianchi.

    RispondiElimina
  34. ciao io uso sia nikon che canon e ho usato anche leika (rubata sigh)
    le uso per lavoro quindi posso dare un parere abbastanza disinteressato
    allora nikon ha un chip che rende, a parità di impostazioni, piu caldi i colori. mentre canon è migliore quando si usa la desaturazione
    posso dire dove sta il problema tra canon e nikon che secondo me ora non esiste piu, ossia il chip che per nikon era piccolo fino a poco tempo fa e quindi no permetteva di raccogliere tutte le info rispetto alla canon
    con la d700 che uso le cose si sono equiparate.
    per la nikon ho un obiettivo nikon medical mentre canon sono affezionato al 28-135 che non riesco a staccarmene
    uso la mark2 e per spostarmi una vecchia 10d per fare foto tipo book etc
    leika avevo la compatta che direi ottima
    sinceramente ritengo che chi dice materiale fotografico etc è un buffone che non capisce nulla di fotografia
    ok softbox etc sono importanti ovvio ma è la creatività e la non ripetività che fanno bravo un fotografo
    tutto qui

    RispondiElimina
  35. Ciao! Vorrei acquistare la mia prima reflex. Non sono una fotografa professionista e purtroppo non mi intendo molto di macchine fotografiche. Sono una graphic designer alle prime armi e vorrei integrare alla grafica digitale anche delle foto scattate da me. Quindi vorrei una buona macchina, che mi consenta di fare delle belle foto ad un'alta risoluzione per una successiva modifica con i software più comuni di grafica. Ho sentito parlare di macchine semi-professionali adatte agli amatori. Potresti consigliarmi qualcosa? Spesa massimo 650 euro con l'obiettivo.

    RispondiElimina
  36. Complimenti, serio ed obbiettivo.

    RispondiElimina
  37. ciao a tutti, ho letto spesso queste comparative e come molti mi chiedo se realmente esista una risposta.... io la risposta l'ho trovata.... anche se contorta.... da sempre ho scelto Fuji (credo che il CCD fuji sia di gran lunga superiore al CMOS in generale), poi un po per curiosità sono approdato alle SIGMA con sensore FOVEON X3... non sono di certo macchine facili ed immediate, lente, alcune volte qualche dominante di colore..... ma quel che vedono, che riproducono e trasmettono nelle foto è unico.... P.S. io ho più volte usato Nikon D90 e Canon, stavo per comprare la 60D e se passerò al full frame credo sceglierò la 5D... ma in realtà il foveon è un altro pianeta :)
    L'importantè è scattare e crederci :)

    RispondiElimina
  38. Ciao, molto interessante il tuo blog. Complimenti , serio ed obbiettivo. Grazie!

    RispondiElimina
  39. Secondo me però .. si sbaglia spesso la domanda.
    Cioè... di quanta qualità ho bisogno io?
    Perchè inseguire la miglior macchina con la miglior qualità di riproduzione della realtà, con il profilo colore più reale, con la nitidezza massima.... a che serve?
    Mi spiego meglio. Se uno di mestiere riproduce quadri d'arte allora ha un senso. Se uno fa il fotografo di abbigliamento e magari fa campagne affissioni sei metri per tre allora ha un senso, se uno fa il fotografo di paesaggi e li stampa in bn per mostre d'arte di alto livello ha un senso,...ma spesso queste domande nascono da fotoamatori che poi mettono le immagini sul web o ci fanno una stampa 20x30. Quindi chiedetevi prima che cosa ci dovete fare con quella macchina.... poi deciderete che macchina comprare? Che senso ha avere un full frame da 21 megapixel se poi le mettete on line? O soffermarmi sul profilo colore quando poi viste al monitor il colore cambierà per forza di cose?
    Per alcuni quindi ha senso farsi tutte ste seghe mentali ma per altri..davvero... è essere brand victim.

    RispondiElimina
  40. Ah, la mia Fujifilm s5, semplice e testarda!
    Ho iniziato con pentax analogica, contax e Bessa.
    Cosa vogliono Nikon e Canon? ma chi se ne frega! Circuiti e casino, cavi, caricabatterie...
    Adesso punto a Canon perchè fa meglio i video, così diventerò un operatore e poi vorrò la redcamera...
    Si mi faccio male e godo.

    RispondiElimina
  41. complimenti a tutti per le spiegazioni date che mi sono servite a togliermi qualche dubbio. Sono un amante della fotografia, mi ha insegnato molto mio papà con la sua reflex Olympus(non digitale - modello non lo so però era ancora una delle prime di un certo livello). Ora vorrei comprare la mia prima digitale come molti qui. Per il prezzo che voglio spendere, ho visto queste due reflex: CANON EOS500D e la NIKON D3100 (VR -> CHE POI, SINCERAMENTE NON SO CHE SIGNIFICA).
    Entrambe hanno 18-55 mm e va bene, la prima ha 15 megapixel e la seconda 14 e anche qui non c'è differenza, Iso se non sbaglio è uguale, entrambe full hd. Nel negozio le ho tenute in mano e le sentivo bene. Ho qualche domanda: 1. SONO DUE REFLEX ADATTE PER INIZIARE? 2.A CONFRONTO SONO SIMILI, UNA COSTA POCO DI PIU', DEVO GUARDARE SOLAMENTE CON QUALE MI TROVO MEGLIO? 3. HO SCARTATO L'OLYMPUS MA VOLEVO CONTINUARE CON LA MARCA CHE AVEVA PAPA', MA NON LE TROVO COSI' BELLE, C'E' QUALCHE MODELLO CHE MI CONSIGLIERESTE A PARITA' DELLE DUE REFLEX CITATE PRIMA? 4. NESSUNO PARLA DI DURATA DELLA BATTERIA O CAPACITA' DELLA MEMORIA INTERNA/ESTERNA, QUANTO DURANO E QUANTE FOTOGRAFIE TENGONO IN MEDIA?

    RispondiElimina
  42. Ma fatevi una hasselblad e vi passano tutte le paranoie!

    RispondiElimina
  43. Ciao! Complimenti per il tuo blog

    RispondiElimina
  44. Prima d'ogni cosa, complimenti per questo blog, Marco. Davvero serio e imparziale.
    Quale macchina scegliere? Vanno provate a fondo per dare un giudizio, la review di Marco dice essenzialmente quello che è il mio pensiero.
    Ribadisco: fate tante prove, fatevi prestare se possibile la reflex da un amico, scattate sperimentate e soprattutto usate google. Non fidatevi dei commercianti e soprattutto nei gruppi o forums "di parte", siate voi a decidere!

    All'anonimo che chiede qualche info qua sopra.

    Entrambe le macchine sono validissime per iniziare, dipende cosa vuoi ottenere, l'unica premessa che posso fare è che Canon sui filmati è superiore tecnicamente a Nikon mentre per quanto concerne le foto per me sono uguali, unico dato di fatto è che Nikon produce meno rumore a iso più alti (da 800 in su).
    Olympus fa dei mediocri corpi reflex ma io andrei su i due "colossi".

    VR=riduttore delle vibrazioni, aka stabilizzatore

    La durata della batteria diciamo che ci sono delle piccole eccezioni ma in linea di massima le reflex marchiate Nikon ti consentono maggior numero di scatti.

    Buone foto a tutti.

    RispondiElimina
  45. Cioè, tu hai scritto questo articolo a gennaio dell'anno scorso e l'ultimo commento è di qualche giorno fa?

    Devo fare anche io un articolo "canon o nikon"...

    RispondiElimina
  46. ciao ragazzi ...
    tralasciando il fatto che anche io sono molto indeciso su quale modello e casa scegliere , ho deciso di comprare una Canon 1100d è uscita da poco e ho visto che ha buone qualità il prezzo non è eccessivamente elevato e nemmeno le cose che andrò a cambiarci poi......
    volevo ricevere qualche consiglio
    mi dico solamente che sono appena entrato "nel mondo della fotografia"ma mi sto appassionando molto.

    RispondiElimina
  47. ankio dovrei comprarmi la mia prima reflex..ma nn so quale la nikon D300 o la D7000 l'ultima essendo arrivata adesso..è + "buona" avendo anke + pixel.. ma la D300 è professinale..ma ho paura ke se la compro dp un pò nn mi vada e pago un sacco di soldi ..io sto facendo una scuola superiore di fotografia ...vorrei avere dei consigli x sceglierne una :) grazzzie

    RispondiElimina
  48. La D300 è una semi pro ma anche la D7000 si può considerare tale, la D7000 è più moderna ha una qualità di immagine superiore e meno rumore ad alti ISO.

    La D7000 è superiore alla D300 vai tranquilla, io la sceglierei anche rispetto alla D300s.

    RispondiElimina
  49. Penso che fra Canon e nikon non vi siano sostanziali differenze in campo digitale,io mi accontenterei del 4/3 olympus

    RispondiElimina
  50. io ho una nikon d3000 ottima per cominciare...sn in fase conoscitiva ed è la mia prima reflex e mi ci trovo bene al momento! io la penso proprio come te! nn è che qualche megapixel in più o in meno fanno la differenza...io scattavo foto direi piuttosto abbastanza interessanti (da vincere anche concorso) cn un giocattolino di appena 3 megapixel, anni a dietro, facendo venire bei macro! XD certo nn paragonabile alla reflex ma ne vado fiera perchè chiunque la vede mi dice: Bella! che apertura focale hai usato per la luce? ...e io bhu che sò...era una compattina da niente XD ahahahahah

    RispondiElimina
  51. Vi riporto un colloquio tra me e un appassionato di nazionalità estera molto simpatico e colto laureata in elettronica:
    LUI: conosci FIAT??
    IO: certo
    LUI: e ASTON MARTIN??
    IO: non quanto FIAT ma la conosco.
    LUI: avere Canon è come avere Fiat, puo essere migliore macchina di loro, ma sempre fiat rimanere, invece Aston Martin non avere bisogno di pubblicità o altro, suo valore essere conosciuto solo da chi capire.

    In sintesi il suo pensiero è che anche se Canon vende 20 volte più di Nikon è indiscutibile che sia migliore in numerosi aspetti.

    LUI: aggiungo una cosa, Nikon fare solo macchine fotografiche, Canon fare tutto, Canon è per tutti, Nikon è per pochi.

    RispondiElimina
  52. hahaha... moooolto romantico... :D

    Cmq 15 anni fa canon tirò fuori il cmos e un superboss di nikon mi disse, sono pazzi, il cmos è morto non porta a nulla, il futuro è il ccd... bene... come è andata a finire? che nikon ha disesso il ccd e ha comprato il brevetto del cmos di canon :))))

    è inutile fare le gare.... a volte canon fa una cosa migliore e a volte nikon ne una ancora migliore ed è così da sempre ;O) non affezzionatevi a una marca ma guardate al momento cosa è meglio ma sopratutto cosa vi serve,... le fotocamere superultra da 10mila euro.... vi servono? dovete fare immagini per cartelloni pubblicitari? dovete fare stulli life di vetro in controluce? o vi bastano un po di pixel da buttare su un web? pensateci... :)

    RispondiElimina
  53. Buonasera a tutti, porto la mia personale esperienza, dopo anni di analogico mi sono buttato sul digitale 2 anni or sono. Ero orientato tra una D90 e una 550D, ho risolto il dubbio amletico prendendo in mano le reflex e trovando il feeling con la D90, macchina di cui sono strafelice e che mi dà delle belle soddisfazioni. Questo per dire che i rumors sulle digitali sono acqua sporca, quello che contraddistingue una reflex sono le meccaniche e le ottiche abbinate ad un buon sensore, tutto il resto sono delle mink...telle fatta per vendere. Quindi il fotoamatore deve chiedersi che genere di corpo macchina vorrà usare, ad esempio se sono un utilizzatore della raffica, a prescindere dal marchio guarderò quella più veloce, se scatto sempre in ambienti fochi guarderò gli ISO e la relativa soglia di comparsa del rumore etc. etc.
    Resta il fatto che il feeling a mio avviso è fondamentale perchè viceversa a parità di range ormai si equivalgono tutte, ma dal momento stesso che si sposa un marchio non se ne torna indietro, non tanto per il corpo ma per l'investimento più importante che è il parco ottiche.
    Io esco spesso e volentieri con un canonista che ha una 550D, sforna ottime foto, ben dettagliate, al pari della mia D90, ha in più il fatto che fa filmati in HD con maggiore risoluzione, ma a me dei filmati poco o nulla importa (non avrei comprato una reflex).
    Quindi riassumendo il mio concetto, Nikon Pentax Canon Sony e chi più ne ha ne metta a seconda della categoria di appartenenza si somigliano tutte, il gioco forza per i più sprovveduti stà nei gadget assegnati ai corpi macchina che ad un fotoamatore appena evoluto non dicono nulla.
    Ricordarsi sempre che colui che stà dietro all'oculare, determina al 90% la riuscita dello scatto.
    Buona serata.
    Max

    RispondiElimina
  54. Sono un Canoniano, ma questa guerra mi ha sempre fatto ridere, sono alla mia seconda Canon, ma credo sia stato casuale. Ho avuto prima una economica compatta Fuji, poi ho deciso di passare a una compatta superiore, chiesi consiglio a mio cugino che fa il fotografo (lui invero mi consigliò una reflex, ma mi tenevo su un budget più basso e poi forse ancora non ero pronto), erano uscite da poco le prima compatte stabilizzate, mi diede un elenco di modelli di varie marche e io in quel momento trovai in offerta la Powershot A710 IS, ecco come sono diventato Canoniano. Quando ho deciso di acquistare la mia prima reflex ormai ero abituato a Canon e ho preso la 450D, se dovessi ancora cambiare (cioè quando avrò i soldi) credo che mi orienterò ancora su Canon, ma è una questione di abitudine. Una mia amica/collega appassionata di fotografia è una Nikonista e quando le mostrai orgoglioso il mio acquisto ricordo che disse che ormai lei era abituata alla disposizione dei controlli su Nikon tanto che aveva tenuto in mano una Canon 5D e pure quella la respingeva più di attrarla.

    RispondiElimina
  55. All'acquisto della mia prima reflex ero davvero tanto indeciso...avevo paura di "sbagliare" nella scelta tra canon o nikon...per fortuna un mio amico fotografo (canonista) mi ha tirato fuori da questo circolo vizioso, consigliandomi sony. I risultati ci sono, qualità/prezzo pure. Unico "handicap" è che quando ti trovi in mezzo a canonisti e nikonisti vieni snobbato alla grande...peccato che i risultati "aristici" poi dipendono appunto dalla bravura del fotografo in sè e non dall'attrezzatura che usi...l'ignoranza e il bisogno di schierarsi oggi è di casa tutti i giorni. Consiglio vivamente a chi inizia ed è alle prime armi di partire con le alpha di sony

    RispondiElimina
  56. Attanagliata da questo dubbio atroce, ho letto tutti i vostri post, e l'amore che ho provato e che provo per la mia Nikon D7000 mi conferma sempre più che è ciò che voglio e che vorrò sempre!

    RispondiElimina
  57. L'amore dovrebbe essere pe ril gesto fotografico, per il pensiero dell'immagine, per il concetto che rappresenta la comunicazione fotografica... e non per il mezzo! Il fotografo è colui che sa guardare e non il possessore di una splendida macchina fotografica. Avedon avrebbe fatto cose stupende anche con l'iPhone.

    RispondiElimina
  58. CANON O NIKON
    bei strumenti..
    PROVA HASSELBLAD
    http://www.hasselblad.it/

    RispondiElimina
  59. Buongiorno a tutti...la diatriba su Canon o Nikon potrà durare ancora secoli. Premesso che qualsiasi macchina non va in giro a fotografare per conto suo, se dietro al mirino non c'é qualità, qualsiasi marchio diventa una schifezza :-D
    Io ho cominciato con una Minolta analogica, poi un'altra Minolta un po' più professionale per passare poi a sony (alfa700) col digitale. Qunado poi ho iniziato a fotografare per lavoro mi sono accorto dei limiti e dopo varie consultazioni mi sono indirizzato su Nikon D3s e, perdonatemi, non c'é paragone. Più che altro per la possibilità (ad esempio nelle Chiese o in altre condizioni di poca luce) di poter scattare anche a 4000 iso a mano libera senza usare flash e senza vedere grana (se non finissima in casi di illuminazione veramente minima). Per me questa caratteristica la fa risultare la migliore reflex al momento. Non dimentichiamo tra l'altro che se si usa una macchina da migliaia di euro montando un'ottica scadente...tutte le sue qualità decadono.
    Ho anche fatto una prova con valori iso estremi:
    Nikon D3s a 102000iso...la foto é ancora leggibilissima, con altre marche...no.
    Sicuramente se mi regalassero una Canon top di gamma...non la rifiuterei di certo!
    :-D
    Buone foto a tutti.

    Andrea Bertaglia Photo

    RispondiElimina
  60. Premesso che sono 2 ottimi produttori di fotocamere, Canon ha creduto da subito nella fotografia digitale e ha progettato e costruito da sempre i sensori (il cuore della digitale) in casa. Nikon invece ha snobbato la foto digitale, poi ha spinto sul CCD, e solo quando Canon è dilagata nel mondo professionale, si è decisa a investire nelle fotocamere digitali. Ma ancora oggi, compra i sensori da Sony. Per me questo è inaccettabile se vuoi essere leader. Per questo ho scelto Canon, ci ha creduto da subito e ha lottato per la leadership tecnologica. Quando sei un follower tecnologico non puoi essere un leader.

    RispondiElimina
  61. Inutile star qui a imbarcarci di ca**ate!Verissimo che è l'uomo che fa la differenza,i grandi del passato sono tali perchè coglievano dei momenti fondamentali e mettevano in foto emozioni,non perdevano tempo a masturbarsi su internet e cercare difetti nelle foto dei colleghi e tantomeno a criticare l'attrezzatura altrui.
    Canon o Nikon,Pentax o Olympus,Leica o Hasselblad...oggi puoi fotografare col mezzo che vuoi che tanto spunta subito mr so called fotografo di sta ceppa pronto a farti notare quanto rumore faccia il tuo sensore,che brutto sia il flare del tuo obiettivo entry level o fesserie simili!
    Uscite dalle vostre camerette,smettetela di misurarvi il pisello per vedere chi è più maschio e andate a macerare i vostri otturatori...regalateci emozioni invece di sontuose rotture di pa**e!
    Non sarà di certo una recensione ad insegnarvi come usare la vostra reflex!
    Un abbraccio a tutti!

    RispondiElimina
  62. Da un paio d'anni sono felice possessore di una D90. Purtroppo, scattando solo sporadicamente, ho perso molto la mano rispetto a quando scattavo con una minolta analogica e da un rullino dovevano uscire 26 o 38 scatti perfetti.
    In questi giorni, durante una gita in compagnia di un possessore di D300s abbiamo scattato all'incirca agli stessi soggetti.
    Ebbene, a parita' di caratteristiche tecniche delle due Nikon, le mie foto facevano veramente schifo rispetto alle sue. Questo per sottolineare che la macchina conta davvero poco rispetto all'esperienza ed all'occhio.
    Punto di forza Nikon D90: durata batteria, molti pulsanti ed ai posti giusti, basso rumore ad alti ISO.

    RispondiElimina
  63. Io uso una vecchissima macchina fotografica russa dove, per calcolarti i tempi di esposizione, i conti li devi fare a mente; obiettivi ne ho da vendere; filtri pure, adattatori anche. Mi stampo le foto da sola e me le metto anche su cd dopo averle scansionate. Vado in giro con uno zaino che pesa più di me ma ragazzi non sapete la soddisfazione quando faccio le foto! Ricordo che la macchina fotografica è solo un mezzo: la differenza la fa colui che guarda attraverso l'obiettivo. Forse un giorno di questi mi decido e mi ammoderno pure io... NB: alcune mie foto, fatte con la mia "russa" sono state pure premiate a concorsi fotografici e mostre....

    RispondiElimina
  64. Quando sei un follower tecnologico non puoi essere un leader. La Red Bull non costruisce ne motori ne telai ma è campione del mondo di F1 e probabilmente Vettel avrebbe vinto anche con una Force India (di sicuro avrebbe fatto dei bei piazzamenti). Io prima di comprare la mia attrezzatura (non vi dirò mai di quale marca :-D) ho voluto prenderle in mano e provare. Quando le mie dita sono finite istintivamente sui comandi ho capito che era quella giusta per me. punti di messa a fuoco, megapixel, raffica di scatto, Ma chissene.... Faccio foto che mi soddisfano e tant'è. Potendo....? hasselblad H4D-200MS ma costa come un camion!!

    RispondiElimina
  65. Salve a tutti,x quanto mi riguarda sono daccordo con chi dice che la macchina fotografica è solo il mezzo che serve x ottenere quello che si ha in testa,aggiungo anche,che x fare fotografia bisogna avere fantasia,colpo d'occhio.Poi le foto cambiano anche in base allo stato d'animo di chi scatta,ed è x questo che una foto,anche se fatta con una macchinetta usa e getta è bella,se chi lha scattata riesce a far provare emozioni a chi la osserva,poi le marche o i megapixel non contano niente.

    RispondiElimina
  66. Ho letto un pò di commenti circa la lotta Canon Nikon ecc. Senza dubbio è sempre chi sta dietro la macchina, che con la sua preparazione tecnico/artistica/culturale che decide cosa far fare al mezzo tecnico che ha in mano. Ed è anche indubbio che ognuno sceglie quale sia il mezzo che fa più al suo caso. Tornando ad un aspetto puramente tecnico devo dire che attualmente le due marche principali, ma anche le altre son allineate (naturalmente a seconda dei modelli della stessa fascia).
    Non si può non dire, però, che nel recente passato la Canon ha dettato un pò legge specialmente nel settore digitale (vedi anche il numero di professionisti che fino a poco tempo fa usava solo Canon). Direi che Nikon, da quando ha cominciato ad usare anch'essa il sensore Cmos è migliorata tantissimo ed ha eguagliato e a volte anche superato la qualità Canon. Oltretutto ha sfornato anche il suo bel full frame( che molti Nikonisti all'inizio lo ritenevano inutile solo perchè non l'avevano). Pertanto oggi diciamo che siamo sullo stesso livello con piccoli vantaggi dall'una all'altra parte a seconda dei modelli. Il vantaggio degli utenti è che possono scegliersi il loro modello preferito senza troppi " chissa o ma". Un pò come succedeva con l'analogico.

    RispondiElimina
  67. Sony e pentax fanno macchine competititive a prezzi convenientissimi e assolutamente niente da invidiare a canon e nikon notare sony alpha 580- pentax k5- sony alpha 900- purtroppo molti si fanno abbindolare dal mercato e leggono le recensioni e i test profumatamente pagati dalle stesse case...facciamoci furbi

    RispondiElimina
  68. Salve a tutti io in sostanza vorrei solo capire che differenza c'è nel colore e nei due megapixel tra la canon 1100 d e la nikon d3100, e la messa a fuoco è migliore con i due megapixel in piu della nikon? Grazie in anticipo ne sarò lieta se risponderete.

    RispondiElimina
  69. Salve a tutti, ho comprato da poco una Samsung Nx100 con flash 15A compreso all'ottimo prezzo di € 349,00. Avevo poco budget a disposizione e avevo bisogno di una fotocamera un po piu "portatile" di una reflex.
    Dalle recensioni tutti dicevano che fosse meglio la Olympus EPL1, ma sinceramente man mano che divento pratico mi sembra nettamente migliore la Samsung.
    Premetto che a me non importa molto dei Megapixel, l'ho comprata dopo aver fatto alcune foto in varie condizioni con la Olympus e con la Samsung e ciò che mi interessava era avere foto brillanti e con colori che rispecchiano il piu possibile la realtà, la Samsung riusciva pienamente in questo, ho scattato foto migliori addirittura della EOS 450d.
    Ora mi chiedo...perchè la maggior parte dei forum dice il contrario?

    RispondiElimina
  70. Assurdo nn postare un commento in un blog così storico. io penso stia tutto nel budget quando si pensa di prendere una reflex. Avevo 600 euro di spesa massima, ho preso una 600D per mia sorella, che sta iniziando adesso. ^^
    Dicono che Nikon abbia i comandi più complicati e che Canon sia più immediata: credo che se uno la usa comunque si abitua in fretta.

    p.s. la mia prima fu la pentax optio s4...faceva foto straordinarie in soli 4mpx e usavo un pacchetto di sigarette come custodia ghghghgh.....la vendono ancora a 99 euro, quasi quasi me la ricompro ^____^
    saluti e buona scelta a tutti
    Giovanni

    RispondiElimina
  71. Ragazzi, vi ringrazio. Aver seguito questa lunga discussione mi ha dato un'idea per scrivere 4 righe in merito e per scegliere la mia prima reflex.
    Sarebbe un po' lungo descrivervi cosa penso di tutto ciò che è stato detto, ma qualcosa potete leggerla qui..

    http://inutilities.blogspot.com/2012/01/accade-cosi-un-giorno-la-tua-compatta-o.html

    Buone foto!

    RispondiElimina
  72. Sono molto d'accordo con te Marco!
    Quello che manca ai nostri giorni è un po'di cultura fotografica ( soprarttutto dei grandi fotografi che ci hanno preceduto), fotografare vuol dire rappresentare la realtà attraverso il proprio punto di vista non digitalizzare/fotocopiare la realtà...
    Buona fotografia a tutti!
    annamaria
    http://www.sitohd.com/annamariati/

    RispondiElimina
  73. Boh, io ho comprato la mia prima macchina digitale a metà degli anni 90, mi servivar par fare fotografie a piastrelle e mi ah consentito di ridurre i tempi di produzione da una settimana ad un giorno per un lotto di 100 scatti.

    Ero sfottuto da tutti, alcuni mi dicevano che ci voleva un banco ottico per questo genere di scatti.

    Il mio obiettivo era fare 15 mila pezzi e poi 3000 pezzi l'anno per dei cataloghi, non fare foto d'arte.

    Cessata quella commessa, non ho dubbi: continuerò ad usare la pellicola finché la troverò e lo scanner.

    Le digitali servono ai fotogiornalisti per consegnare in fretta il loro lavoro o a risparmiare tempo e soldi sugli sviluppi.

    Fare un ritratto con una "focale equivalente" all'80 mm, quando nei fatti ha la distorsione di un 28mm non lo sopporto. E oltre Nikon o Canon posso usare decine di altri marchi le cui foto sono parte della storia.

    RispondiElimina
  74. Salve a tutti. Io rimango stupito da alcune frasi lette! Ho notato che alcune persone comprano una reflex per fare i filmati. Spero non prendano in seguito una telecamera per fare fotografie... Comunque il fatto, secondo me, è questo: innanzitutto come è stato già detto manca CULTURA FOTOGRAFICA, e non mi riferisco allo studio dei grandi fotografi, ma le basi. Non si può valutare una reflex dai megapixels o dal fatto che faccia filmati in hd... non sono queste le cose importanti. Sopra il 6 megapixels siamo già a livello professionale. Voglio ricordare che l'ex ammiraglia della Nikon D2H aveva 4 megapixels, eppure... Il 95% dei commenti che leggo su internet sono da parte di fotografi della domenica che come unisca esigenza hanno quella di caricare le proprie foto su Flicr. Dunque a che servono 14 megapixels se per queste necessità ne basterebbero 2? Ho scoperto che coloro che spendono di più in fotocamere e corredi sono proprio i fotografi amatoriali. Obiettivi da migliaia di euro per fotografare una lucertola o un tramonto. se vado su Flicr mi vengono i brividi: il 90% delle foto viste sono scadenti seppur scattate con D90, D300 o superiori. Generalmente sono foto banali, sotto op sovraesposte, alcune volte addirittura con un pessimo bilanciamento del bianco, e comunque sempre insetti, fiori, tramonti e qualche architettura esotica. Io non capirò mai l'esigenza di queste persone: spendere migliaia e migliaia di euro per foto che si potrebbero fare con una compatta da meno di 100 euro. La fotocamera è la tela, l'obiettivo il pennello, ma assieme, se non c'è un artista a saperli utilizzare, sono semplicemente strumenti inutili! E per disegnare una mela o una pera di certo non c'è bisogno della tavolozza con 3000 colori, o no?
    Quello che poi mi turba di più è il bianconero: non basta mettere la scala di grigi in post-produzione per fare una foto in bianco e nero! Quest'ultima è una tecnica ben precisa, che gioca tutto sulle ombre e su un geniale sfruttamento delle luci. Non è semplice!
    Concludo parlando della benedetta post-produzione e ripeto: se tanto con 1500 euro di fotocamera e 100 euro di obiettivo avete necessità di lavorare in post-produzione perché avete sovraesposto o i colori sono poco intensi, veramente basterebbe una macchinetta da 70 euro. Sarò tradizionalista ma, riportando l'esempio della tela, del pennello e dell'artista, secondo me un fotografo diventa unico esclusivamente e solamente con la sua tecnica personale, coi sui colori, con le sue particolari composizioni e anche, perché no, coi suoi difetti. Siamo tutti capaci ad aumentare il contrasto con photoshop solo per sopperire al fatto che siamo fotografi per hobby e niente di più.
    "Chi non sa fare una foto interessante con un apparecchio da poco prezzo, ben difficilmente otterrà qualcosa di meglio con la fotocamera dei suoi sogni" diceva Andreas Feininger. E aveva ragione.

    RispondiElimina
  75. Caro Diego, avevi iniziato bene ma poi..... :) Io rimango invece stupito da quelli che dicono agli altri cosa è arte e fotografia senza sapere nulla in proposito e nel 2012 citano ancora Feininger morto quasi centenario nel 1999, grande uomo e intellettuale ma ahime'... non ha vissuto questa mutazione epocale dell'ultimo decennio che ha ribaltato ogni regola o abitudine, ogni gesto e ogni pensiero filosofico sulla fotografia. Gia di per se la parola fotografia vuol dire tutto e niente. Può essere un oggetto o un mestiere o un'idea. E come mestiere può avere un'infinita di sfumature. Con la fotografia si possono fare banalissimi cataloghi di accessori per ufficio e redazionali moda per Vogue, fotografia di studio astronomico e foto delle vacanze, opere d'arte strapagate e fototessere. Ma chissa' perche i fotoamatori hanno sempre in bocca la parola ARTE/ARTISTA, come se fosse direttamente collegata alla parola fotografia. Solo lo 0,5% degli utilizzatori di fotocamere di tutto il mondo forse potrebbe dire di aver prodotto opere d'arte ..perche ricordiamolo, opera d'arte non è una cosa bella e strana che piaccia a molti amici ma uno scatto o ancora meglio una serie di scatti fatti da una persona che da anni ruota intorno al mondo dell'arte e che un gallerista o un collezionista o un museo reputa così interessante da esporlo e metterlo in vendita e che quindi entra di diritto nel mondo dell'arte e assume valore artistico e monetario,.. perchè senno' siam tutti artisti ...e se siamo tutti artisti come chiamiamo Man Ray, Avedon, Strand, Adams etc? Quindi ci andrei piano a dire ste cose romantiche... la tela...il pennello... roba da club di fotoamatori di ultimo livello. Sembra che imbracciare una fotocamera debba essere un gesto principesco atto solo a produrre arte. Ma per piacere! Smitizziamo sta cosa! Hai ragionissima invece sul fatto che si spende troppo pensando che le capacità tecniche e creative stiano dietro alle reflex costose e così facendo si cade nella trappola dei Brand che cercano di venderci la magia facendoci credere che è la macchina fotografica che fa la foto... mentre dobbiamo sempre ricordare che SIAMO NOI che facciamo la foto,..ma purtroppo in giro si vedono sempre più macchine fotografiche con al collo una persona che fotografi con al collo un oggetto che fa fotografie. Non so se rendo l'idea ;) Dove caro Diego sbagli ancora è far sembra tutto matematica,.. il bianco nero si fa cosi e non così... ma chi l'ha detto? E' vero che si vedono cose orribili fatte passare per strabilianti ma è anche vero che non è una super tecnica che fa interessante una foto. Picasso ha fatto una colomba con due segni grafici ed è un capolavoro, sono altri i concetti che rendono di valore un gesto.
    Per finire... caro Diego.... tu che sai tutto e indichi la strada agli altri... chi sei? cosa fai per vivere? esponi nei musei? sei pubblicato su riviste mondiali? Giusto per capire.... (ah..se te lo stai chiedendo... e me lo vuoi chiedere,... io si, espongo e pubblico libri e sono pagato per fotografare, pubblico si riviste e sono fotografo di mestiere ed per quello tengo l'anonimato e so di cosa sto parlando). Buona riflessione a tutti. PS. io suo canon e nikon,...sono assolutamente uguali, chi meglio in una cosa chi meglio in un altra,...ma alla fine costano tutte e due troppo per quello che danno!)

    RispondiElimina
  76. Caro Anonimo, hai frainteso completamente quello che volevo dire. Innanzitutto sì, sono prefessionista e anch'io espongo. La maggior parte degli introiti mi derivano da foto sportive di eventi, matrimoni, industriale. Innanzitutto ti rispondo riguardo Feininger: ti sembra arcaico citare nella quotidianità, quando capita, qualche frase di un Wilde o di un Dickens? Sai quanti scrittori lo fanno, e quanti nella quotidianità, eppure i due autori sono morti da un bel po'... non penso che conti l'epoca se le parole sono immortali. Quanto al romanticismo da te percepito goffamente, mi rivolgevo a quegli amatori che stanno appunto dialogando in questo forum: il mio era un esempio per fare capire quanto conti l'occhio del fotografo più della sua fotocamera. Ovviamente se a un buon fotografo diamo una pro invece di una new entry, sicuramente non ti dice di no. Bisogna tenere conto che, come mi sembra di avere detto, una vecchia D2H aveva 4 mps, e sicuramente in quanto qualità di immagine non può competere nemmeno con una D3100, e non tanto per i 14 mps, ma per il sensore differente e una tecnologia infinitamente più moderna. Ma il professionista ha più bisogno di tempi di scatto brevissimi che di 21 mps. perlomeno io ti parlo della mia esperienza.
    Ci sono molti colleghi matrimonialisti che non provano molto interesse nel loro lavoro, e si sprecano in scatti monotoni e banali. Quando di parlo di arte ti parlo del fatto che anche un matrimonio può essere un capolavoro di reportage artistico, e sai di cosa parlo. Se tu mi dici che il 90% dei pro non pensa all'arte ma solo a guadagnare, probabilmente hai ragione, e certamente stanno contribuendo ad ammazzare la fotografia più di tutti quei neofiti che si logorano domandandosi se è meglio una nikon o una canon. La stessa mortificazione è accaduta anche nella letteratura nostrana: nel momento in cui abbiamo puntato sulla narrativa commerciale, abbiamo ammazzato la nostra millenaria cultura. Credimi, non sono un romantico, ma nemmeno un cinico come te. E adesso non mi venire a dire che detestare la post-produzione, per quanto salvi un bel po' di foto di un matrimonio, è un atto romantico e idealista. Credo semplicemente che si possa fare molto anche con una D70, oramai in disarmo, in quanto è la composizione l'anima di una buona fotografia. Se manca quella, manca tutto, dunque queste moderne guerre di megapixels e di marche, secondo me, sono alquanto ridicole. Non ha senso domandarsi se sia meglio canon o nikon: vanno bene entrambe, e difficilmente un esperto può dirti quale macchina ha scattato una determinata foto: è normale, bisogna considerare centomila fattori per ogni singola foto, dunque nemmeno la stessa fotocamera avrà lo stesso scatto in due giorni diversi. Basta variare di poco i tempi di posa o l'apertura del diaframma, ed ecco che abbiamo due immagini simili ma non uguali scattate dalla medesima fotocamera.
    Infine ripeto per l'ultima volta che se ho utilizzato la parola "artista, tela e pennello", era semplicemente per fare un'analogia. Va bene se ti dico che la fotocamera è la pentola, l'obiettivo il mestolo e il fotografo il cuoco?
    Ultima cosa: non mi sembra di aver fatto matematica accennando al bianco e nero. Ho detto semplicemente che non si fa scattando in raw e mettendo in scala di grigi, altrimenti saremmo tutti artisti del bianco e nero! Rileggendo le tue parole mi rendo conto che non hai capito NIENTE di quello che ho detto.
    Concludo dicendo che non so tutto e nemmeno pretendo di essere autorevole: difatti non ho postato il mio curriculum, cosa che, QUALCUN ALTRO, con più spocchia, ha fatto.

    RispondiElimina
  77. Concordo con Giuseppe nel messaggio del 13/12/2011, ho una Samsung nx10 e la qualità d'immagine con l'obiettivo standard è superiore (i colori sono bellissimi con nitidezza straordinaria) a quella della mia reflex Sony alpha 500.
    E' vero che non ha tradizioni, ma Samsung è il più grande produttore mondiale di elettronica e a mio parere fra poco sopravanzerà molte case storiche. Ciao Massimo

    RispondiElimina
  78. Ahimè, invece avevo capito tutto e ho compreso benissimo. E provo a rispiegarti alcuni concetti...che non sono mie opinioni ma dati di fatto, oggettivi, al massimo puoi non crederci ma puoi anche non credere che la terra sia rotonda tanto lei continuerà ad esserlo.
    Citare Saggi del passatoha senso se le loro frasi hanno a che fare con il senso della vita e delel cose che ci accadono, ma il buon caro Feininger parlava di tecnica (riferita all'analogico) e per lo più e sciorinava ragionamenti su un mestiere che è notevolmente cambiato, è mutato in modo impressionante, per questo è desueto citarlo,...che senso avrebbe citare Ansel Adams sul sistema zonale? A meno che uno non decida di fare un workshop con il banco ottico e pellicole a grana fine, la sua resta una bellissima storia ma che non è più attuale. O vuoi negare l'evidenza? ;) Tu dici che l'occhio conta di più della fotocamera... io dico che hai ragione ma sto cercando di farti fare un passo ancora indietro,..ci sono una serie di cose che valgono ancora di più dell'occhio e della fotocamera ed è quello che faccio fatica a far capire ad allievi e assistenti. Sono talmente tutti incentrati sul click o a guardare gli scatti di Cartier Bresson che poi a fine scuola escono con un portfolio bellissimo, immagini tecnicamente ineccepibili, progetti concettuali interessantissimi,... poi vengono da me e mi chiedono "ok, ora ho un portfolio da urlo,...ma le sigarette come me le compro?" (citazione Morettiana). Nel senso che la cosa più importante nel mestiere di fotografo, dico,,, nel mestiere e cioè nel guadagnare soldi con la fotografia, nel potersi mantenere con la fotografia, nel poter vivere di fotografia ... è trovare chi ti paga quello che sai fare! Puoi avere una usa e getta o un banco ottico, puoi avere una polaroid o una Nikon3DS, puoi avere occhio estetico e senso della composizione,...ma se non hai qualcuno che apprezza e che ha bisogno di quello che sai fare... finisci con il lavorare ad un call center, tu e la tua attrezzatura e il tuo occhio fantastico. :) Hai delle convinzioni sulla fotografia che indicano una conoscenza limitata di questa professione, ti guardi intorno e parli e giudichi come se il mondo intorno a te fosse l'unico. Hai idea di quante sfumature e ramificazione ha la nostra professione? C'è gente che campa di fototessere e di foto alle scolaresche e lo fanno con tutto rispetto, ci sono fotografi che scattano per i cataloghi dei supermercati, ci sono fotografi che lavorano solo nell'ambito scientifico, ci sono i paparazzi, ci sono i reporter, ci sono i grandi fotografi della moda, ci sono i fotografi che fanno danza e teatro o solo matrimoni. L'attrezzatura e l'occhio vanno a braccetto del tipo di fotografia che fai. Ad uno come Galimberti non frega molto dell'ultima canon,..ha la sua polaroid. A uno che fa foto a pomodori e formaggi per il depliant della COOP non frega nulla di avere un senso estetico e un occhio artistico ma gli frega di riuscire a scattare 80 prodotti al giorno.

    RispondiElimina
  79. E ti diro' di più... io stimo di più uno che campa di fotografia e mantiene la famiglia facendo solo fototessere che uno super figo con un senso estetico meraviglioso ma che non riesce a tirare su 500 euro al mese,...quello è un fallito...ha un buon occhio ma è un fallito. Bisogna essere prima di tutto imprenditori e poi fotografi. Bisogna sapersi vendere, capire il mercato, comprendere dove ci si può inserire e in base a quello comprarsi una fotocamera adeguata e poi farsi un occhio giusto per poter consegnare alla committenza che hai trovato quello che vogliono. Tu fai foto di matrimonio dove giustamente serve una attrezzatura decente e un occhio sveltoe magari originale,..bene... ma tutta la fotografia non è racchiusa in questo modo di lavorare. Un pubblicitario ad esempio, uno che deve fare still life per Martini e Bacardi, non deve pensare all'inquadratura ma deve essere un grandissimo tecnico perchè riceve i layout dello scatto da fare dagli art director e la sua capacità sta nel far diventare immagini un disegno. Un'altra cosa che dici senza avere il senso delle cose è che i professionisti che mirano a guadagnare (vivere del loro mestiere) stanno ammazzando la fotografia... ehy Mr Diego, ..ma che caxxo stai blaterando? Ti indigni di un professionista che fa bene il suo lavoro e soddisfa la sua clientela e lo fa pensando a dare un buon servizio perchè in questo modo gli vengono pagate le fatture??? Ma dove vivi??? Te l'ho detto sei un romantico :) non ti rendi conto che solo il 10% di chi usa la fotocamera di mestiere può cimentarsi in discorsi pseudo artistici e cmq anche loro alla fine devono comprare il pane! Siam mica ai tempi di Man Ray e Van Gogh sai? Dove si viveva anche da poveri ma completamenti intrisi di gesto artistico. E se fossimo tutti cosi' a tirare fuori opere d'arte chi muovere l'economia editoriale, chi farebbe i depliant per i grandi magazzini, chi fotograferebbe i vip per novella2000, chi fotograferebbe le partite di calcio, chi studierebbe lo spostamento dei pianeti etc etc ? La letteratura come il resto delle cose è sempre in movimento che ci piaccia o no e se così non fosse parleremmo ancora Greco o scriveremmo con l'italiano di Dante e l'arte sarebbe ferma a Michelangelo. Andando avanti perdiamo sempre qualcosa è ineluttabile ma imprescindibile, ogni generazione soffre il mutamento e dice sempre "era meglio una volta". Mia nonna voleva tornare alle carrozze e mia madre dice che dopo la guerra era meglio e mio figlio tra 30 anni dirà che gli oleogrammi sono freddi ed era meglio quando c'era il virtuale,..siam fatti così, non siamo mai contenti e non sappiamo apprezzare il futuro e dimentichiamo che il nostro passato era futuro per altri e il nostro futuro sarà passato per altri.

    RispondiElimina
  80. Tu riporti tutto a te stesso, alla tua esperienza, io invece ti chiedo di guardare oltre. E poi scindi il fotoamatore dal professionista,..lo sappiamo il fotoamatore è succube del mercato e si beve le balle della pubblicità ed è vittima della tecnologia perchè pensa che il segreto dei grandi fotografi sia li e poi però amano Bresson che scattava con una macchinetta "antiquata". Ma tu che ti citi professionista allora guarda oltre, bacchetta pure i fotoamatori ma non ti perdere anche tu in frasi "un matrimonio può essere un capolavoro artistico". Ma su dai... può essere un gran bel reportage di matrimonio fatto benissimo... ma la cosa importante è che piaccia a chi te lo ha commissionato, perche' de il tuo cliente di chiede una cosa trash e tu gli dai una roba artistica quello ti massacra le costole! ;) Io non sono un cinico solo perchè mi fa ridere "l'anima della fotografia",..dico solo che sei fuori dal tempo,...neanche più in arte si tiene conto dell'anima..ma di quanto vale il nome del fotografo sul mercato. Non nego e sono felice che ci siano nicchie di valori artistici e editori che pubblicano lavori intimi di concetto artistico e dove ci si può fermare ad ammirare tutto il bello di un gesto fotografico che oltre che rappresentare fa emozionare, ma in questo blog preferisco acculturare i fotoamatori e smitizzare le bestialità che si dicono nei fotoclub perchè sono stanco di vedere gente che molla il lavoro sicuro per la passione della fotografia pensando che fare i fotografi sia una cosa yeh yeh..fighissima e artistica, tocca l'anima e il cuore...e non si rende conto che i tempi di Weston sono finiti da un po' e che trovare chi ti paghi sia più difficile di quanto sembri e che se riesci a mantenerti fotografando cresime sei gia fortunato. La fotografia d'arte è lo 0,2% del mondo della fotografia. La stessa mitica MAGNUM ormai è una azienda che va dove ci sono i soldi, che fa libri su committenza editoriale e snobba reporter con le palle. E' un mondo in crisi e solo pochi si salveranno, la tecnologia ha spostato l'asse e tra 10 anni i fotografi saranno dimezzati,...dico...DIMEZZATI e non è una mio opinione è uno studio merceologico. Quindi non è cinismo ma avere i piedi per terra e prepararsi ai mutamenti per non essere spazzati via. La fotografia vivrà ancora per molto sopratutto quella "artistico creativa" ma sarà per pochi eletti e magari anche un po' ricchi di famiglia, poi ci saranno studi che si occuperanno di servizi e offriranno webdesigner, marketing, videoservizi e per ultimo anche quella fotografia professionale di cui si avrà ancora bisogno. Il futuro è il video e il web e non per nulla canon fa certe fotocamere. Insomma Feininger parlava ad un mondo che non c'è più. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
  81. Va bene, tuttavia spero in un futuro più roseo per il nostro paese. D'altronde sappiamo bene che la storia è fatta di corsi, ricorsi... e workshop! Scherzo. Per rimanere in tema riguardo alle ingenti somme spese da molti amatori per fotografare farfalle (e non c'è niente di male, mi raccomando) e per lasciarci con un sorriso, posto questa ironica vignetta:

    http://www.whattheduck.net/home/20100620

    un saluto

    RispondiElimina
  82. Ho letto adesso le altre due parti della tua risposta. Probabilmente sono state pubblicate nel momento in cui ho postato la vignetta. Leggendo le tue parole, non so perché, noto una venatura di forte acredine e amarezza... So che il mondo della fotografia è più ampio ma chiaramente mi sembrerebbe ineducato monopolizzare la discussione e distruggere i sogni, le ambizioni e le speranze di coloro che leggono la nostra sottile diatriba. Cerco di avere un tono pacato perché so che la maggior parte degli amatori alla fine continuerà col proprio lavoro, e si accontenterà di essere pubblicata su Il Fotografo. Non c'è niente di male. Ma è inutile sottolineare solo gli aspetti negativi di questa professione. Se non avessi avuto soddisfazione nel fotografare le lauree all'inizio, probabilmente non avrei fatto diventare questa la mia professione. Il problema è che in Italia fotografia, narrativa e musica non vengono considerate, ma questo è risaputo. Basti leggere i nostri quotidiani: sono un guazzabuglio di copia-e-incolla. Non c'è da stupirsi se il Corriere della Sera, il quotidiano più letto, ha una tiratura di circa 400 mila copia in una paese di 60 milioni...
    Io ho diversi amici giornalisti che hanno cominciato la loro professione con un forte idealismo, pervasi dall'idea che scrivere per una testata sia un atto di libertà. Oggi vedono a malapena la famiglia, sono obbligati a scrivere quello che viene imposto loro, e di certo non li vedo rilassati. Certo, questo è un paese retrogrado e ingrato, e sue questo non c'è dubbio. La stessa situazione vale per la fotografia. Tuttavia il fatto è questo: partire con un pessimismo cosmico aiuta veramente a combinare qualcosa? Non credo proprio. Il fotografo lavora con le immagini, non con le parole, dunque ha dalla sua un linguaggio universale. Questo è un dato di fatto, non romanticismo. Oggigiorno tutto è immagine, dunque sono infinite le potenzialità di questo mestiere. Difficilmente si riesce a campare di pura arte. I soldoni arrivano da altre parti. Tuttavia i settori sono svariati. Certo, se uno è un pantalone non concluderà niente.
    Tu parli inoltre di quello che accadrà tra dieci anni. Questo di certo non si può sapere adesso, nemmeno con uno studio merceologico. Anche nella tecnologia c'è una selezione. Pensa a quando dicevano il minidisc (o laserdisc, ora non ricordo) avrebbe sostituito i cd... un fuoco di paglia. Ma a quel che vedo mi sembra che sei tu ad avere le verità assolute. Mi fai venire in mente il buon vecchio Wilde: "c'è gente che sa tutto, ed è tutto quello che sa."

    RispondiElimina
  83. L'ho gia scritto ma si vede che non passa... ci riprovo.. Io non sono depresso ne cinico ne pessimista. Io grazie al cielo ..o meglio... grazie a come mi sono inserito nel lavoro,..sono serenissimo e non mi mancano le commesse, lavoro anche con l'estero e oltre a soddisfare committenze produco miei progetti editoriali che vengono pubblicati. Proprio perchè sono completamente dentro a questo mondo posso percepirne i mutamenti nelle varie direzioni, non devi essere un mago o un veggente :) Non ho detto cose tipo che i Maja hanno ragione e a fine anno finirà il mondo e non ho detto cosa accadrà tra 100 anni, ...10 anni sono facilmente prevedibili nel nostro mercato, puoi chiedere a chiunque si occupi di economia e/o tecnologia. Puoi chiedere alla Tau visual che studia e ha sottomano la fotografia in italia, insomma 10 anni non è un segreto oscuro. Imoltre io non ho detto che le cose andranno in peggio ma che muteranno, come sono mutate negli ultimi 20 anni, la polaroid è fallita ora è mutata in impossible ma con scarsi risultati (speriamo migliorino) hai sentito che la kodak ha chiuso? ti dice niente questo? io sono in stretto contatto con la Nital, importatrice di nikon e loro studiano il mercato per poter prevedere gli strumenti da imporre, se dico certe cose e se te le dico con i riguardi con cui lo sto facendo non è questione di essere saputone ma di essere esperto in materia. Wilde ha ragionissima e infatti io non dico che so tutto ma solo che mi intendo di cio' che gravita intorno a questo mondo. Se parli con un astrofisico non è un saputone se ti racconta cose che tu non sai sugli spostamenti dei pianeti e dei buchi neri, semplicemente è un esperto in materia. Prevedere poi l'innalzamento del video rispetto alla fotografia è roba da poco, ...se i brand grandi investono in video proprio stupidi non sono, il web supera la carta stampata vorrà dire qualcosa no? e sul web funzionano di più i video che le immagini statiche. Negli ultimi anni mi hanno chiesto molte video cover di catalogo che immagini per carta stampata, sopratutto in germania, anzichè foto per cataloghi moda faccio video cataloghi per il web. Ti sembra una cosa da non sottovalutare? Siccome io insegno anche nelle scuole ho capito che occorre stare bene attenti a quel che si dice ai giovani perchè il rischio è di creare "fallimenti" e quindi depressioni, angosce, etc. Molti mitizzano questo mestiere pensando di essere ai tempi di Capa o Newton, pensando che basti avere un buon portfolio per entrare a lavorare per un giornale o chessò io.. Non è essere perssimisti dire loro, Attenzione! non funziona così,... spazio ce n'è, ma bisogna sapere che tipo di spazio riserva il futuro per chi ora ha 20 anni senno' si trovano spiazzati e impreparati. Ci sono molte strade da percorrere nella fotografia e nella comunicazione ma bisogna sapere che fare il cartier bresson di oggi è una cosa non rara... rarissima! Che non si può più fare HELMUT NEWTON perchè sono cambiate le regole e i modi. Puoi diventare qualcos'altro ma non in quel modo lì. Oggi giorno non è vero che tutto è immagine, 20 anni fa forse si,.. oggi tutto è web, dunque è infinito lo sviluppo sul web nn della fotografia come la si immagina. Occorre lavorare sulla comunicazione e non sulla sala posa, sull'idea e non sulla attrezzatura...occore investire sulla capacità di conoscere la luce perchè se diventi esperto in questo allora puoi puntare al direttore della fotografia nel cinema o puoi gestire rendering e 3D o diventare consulente per progettazioni di ambienti, qui c'è futuro ad esempio. Chi si butta in fotografia nel senso classico del termine deve essere cosciente di cosa incontrerà nei prossimi anni. Non è cinismo o acredine, caro mio,.... ma avere il polso della situazione. Ps. Io sto scrivendo seriamente...tu hai intenzione di sfottere ancora molto?

    RispondiElimina
  84. Non era mi intenzione sfotterti, è che non capisco come mai una persona così addentro come te si perde in un forum in cui ci si chiede se è meglio Nikon o Canon... Comunque l'come ti ho già detto l'Italia non è il mondo, e non è nemmeno l'Europa, e credi che so quello di cui sto parlando. È chiaro che con l'avvento del digitale la pellicola è morta: quest'ultima significava esclusivamente costi. È inutile che porti esempi della Germania, buon per te che ci lavori. DIPENDE TUTTO DAL SETTORE PROFESSIONALE! Se guardi bene i matrimonialisti non ci campano coi filmati, perché a pochi interessano, perché li fanno pagare un occhio della testa e perché sono estremamente pacchiani molte volte. In questo settore il web non si sostituirà mai alla staticità della foto, e questo vale per molti altri settori. Credi che un National Geographic, un Vogue, etc, non chiuderanno i battenti solo perchè tra dieci anni le riviste virtuali saranno comuni. L'e-book non è riuscito a sostituirsi ai libri cartacei e sai perché? Perché anche il più grosso degli ignoranti ama avere una percezione concreta della cultura, e non volatile. Io sono anche giornalista, e certe cose le conosco bene. Ho lavorato per circa dieci anni per quotidiani e riviste e tre anni fa ho deciso di dedicarmi esclusivamente alla fotografia. Solo tre anni, dirai tu. Ti posso confermare che con la fotografia sono rinato, e non faccio still life o sport, soprattutto perché non mi interessa. In Italia il web non sta ancora sostituendo il cartaceo. Se tu vedi che molti quotidiani perdono tiratura o chiudono è solamente perché in questo paese non c'è dignità nel giornalismo. Un nonstro quotidiano non dice niente di più di un qualsiasi sito gratuito che riporta notizie. QUESTO È UN DATO DI FATTO. Perché dunque un italiano dovrebbe spendere 1 euro al giorno, circa 30 al mese, per notizie che trova su internet con un click? Ma questa è la situazione del nostro paese. La carta muore perchè non si rinnova, non perché ha perso la sua potenza. Vai a vedere negli Stati Uniti che quotidiani hanno. Sono un'altra cosa, e un'altra cosa sono le loro tirature. E guarda, in 20 milioni hanno tirature di 2 milioni per un Usa Today, noi siamo in 60 milioni e il nostro Corriere della Sera (il quotidiano più letto) fa 400 mila copie. Il nostro non è mai stato un paese di grandi lettori. Tra dieci anni cambieranno molte cose anche in base alla comodità che porteranno le medesime. I sondaggi sono sempre asettici, e difficilmente ci hanno mai azzeccato. Non tengono conto di molti fattori, il primo dei quali è che è sempre la vox populi a decretare il succeso di qualcosa, per quanto bizzarro e ridicolo ti possa sembrare. Basti guardare che in questo periodo di magra per l'editoria italiana la Cairo Editrice continua a sfornare settimanali di gossip (del più infimo tra l'altro), uno dietro la l'altro.
    (CONTINUA)

    RispondiElimina
  85. (CONTINUAZIONE)
    Se fotograficamente parlando tu ti occupi di still life, sport, moda, etc, allora sicuramente tra dieci anni la metodologia sarà differente: questi sono settori dinamici, volatili, che comunque non lasciano il segno. La gente non cerca la pubblicità, dunque deve essere sempre attuale e subdolamente invasiva. Dura il tempo che trova ed è in continuo aggiornamento. Paradossalmente questi settori sono i più remunerativi ma quelli che artisticamente contano di meno. E se bisogna aver paura di parlare di arte in fotografia, allora forse sei tu che hai sbagliato lavoro! La fotografia è la pittura rupestre moderna, blocca il tempo e immortala l'attimo solo per tramandarlo ai posteri. QUESTO È IL SENSO DELLA FOTOGRAFIA, e non penso sia in discussione. Pensarla diversamente significa abusare della fotografia. Che poi molti ci vogliano mangiare sopra, ne vogliano approfittare, la utilizzino come semplice strumento commerciale per far soldi a palate, ebbene questo non cambia il significato profondo della fotografia. Facendo un paragone con la musica, la Pausini probabilmente fa più soldi di tutti i jazzisti italiani messi assieme, ma di certo non rimarrà nella storia. Il jazz invece, quello sì, è rimasto nella storia, e si suonerà sempre. Credi che come il jazz anche la fotografia non morirà tra dieci anni. Cambieranno gli strumenti, cambieranno le tecniche, ma di certo un mero filmato non si sostituirà all'istante immortalato dalla fotografia. Prova a pensare al buon vecchio bianco e nero: mai come oggi la gente lo insegue, e viene utilizzato anche per foto di moda, sportive, etc.
    Non sono presuntuoso, e non credo di sapere tutto. Ti parlo del fatto che a molti non gliene frega niente di apparire su Vogue oppure di seguire la campagna pubblicitaria di una nota azienda solo per fare soldi a palate. Io, per esempio, a un certo punto ho deciso di rinunciare a una vita eccessivamente frenetica, che magari mi dava più notorietà, ma che mi rubava la famiglia e la salute, e sono rinato con la fotografia.
    Credi che le care Canon e Nikon non campano grazie a me o a te, ma grazie a tutti quegli amatori che vogliono fotografare un tramonto, un insetto o la luna e che spendono una barca di soldi di attrezzatura. La dice lunga che la macchina più venduta del momento è la D3100! Una fotocamera a mio dire ottima, ma che un professionista non prenderebbe mai in considerazione a causa di molte carenze. Carenze tuttavia che un amatore non avverte. Ti do ragione riguardo al fatto che alcuni settori cambieranno, settori che, come ti ho già detto, sono in continua evoluzione perché devono essere più avanti del presente, altrimenti non avrebbero senso. Ma per chi è felice di fare fotografie ai matrimoni, di fare ritratti, servizi fotografici, foto da esporre in qualche mostra, da pubblicare in qualche bel libro, tra dieci anni non sarà cambiato niente. Anzi, se sarà come dici tu, si sentirà maggior necessità della staticità. L'uomo crea macchine ma non è una macchina, e non ce la fa a stere dietro a quello che crea.
    Credi che come ci sarà sempre qualcuno che scriverà un buon libro, ci sarà anche sempre qualcuno che farà fotografie artistiche. Non è detto che non ci possa essere un'inversione di tendenza. Di questo passo sappiamo che l'uomo è destinato a ritrovarsi in un mondo talmente dinamico che non riuscirà più a seguire o a controllare. Per forza di cose ad un certo punto ci dovremo fermare a prendere fiato. Per adesso a riprendere fiato sarò io. Vedo che questa discussione si sta dimostrando più sterile del previsto.
    Un cordiale saluto

    RispondiElimina
  86. Che c'è di strano a ritrovarsi in mezzo a queste discussioni? soprattuto per me che sono addentro come dici tu a certe cose e in più faccio docenza...qual'è la tua sorpresa?
    Non è che io creda o non creda... guarda e e leggi gli introiti dei giornali e vedi tu quanto potranno reggere con le spese di pubblicazione, lo so che sembra impossibile ma il cartaceo diminuirà in modo esponenziale, ...si fa fatica a crederci ma gia chi legge i libri su ipad è aumentato negli ultimi due anni, come quando usci' il digitale... "figurati se sparirà la pellicola si diceva..." :DDD certo non è sparita.. ma.... ;) ci sentiamo tra 10 anni in proposito. tu non devi pensare a quelli che hanno 30/40 anni in su, devi pensare alle nuove generazioni, mio nipote legge su ipad e non si pone problemi di vintage, su you tube c'è il video di una bimba che scorre velocemente le foto su ipad e quando le mettono una rivista davanti cerca di aprire e ingrandire le foto con la punta delle dita.. non capisce che deve girare pagina,...il futuro sono loro e le grandi aziende e i grandi giornali pensano con l'occhio la futuro se vogliono stare in piedi. E non è una cosa solo del nostro paese, l'evoluzione è ovunque, anzi noi siamo un po indietro, sai che in francia gli acquisti on line stanno raggiungendo quote incredibili, informati, il 40% di più rispetto a noi... una azienda come VENTE PRIVE' ,la trovi sul web, come vendite on line è una spa che ha introiti pazzeschi e negli usa non sono da meno, anche in italia sta aumentando la spesa a casa tramite web, siamo un po romantici ma durerà poco. tecnologia evoluzione e nuove generazioni. Non so che dati prendi tu di riferimento ma basta guardare i giovani e cosa leggono, se passano più ore su un libro cartaceo o con un quotidiano in mano o...su facebook. Google riceve richieste di ricerche più di 1 miliardo ogni 24 ore; you tube ha conquistato 4miliardi di clickAL GIORNO!!! parli di editori e di cairo. Cairo fu il primo a scommettere sul web gia nel 98, non è stupido, ora ammmette che ci vuole cautela e mentre pensa all'idea formidabile per il web prende tutto quello che c'è da prendere con il gossip e infatti apre decine di riviste di scarsa qualità con poche spese e sono tutte cloni di una e dell'altra per poter resistere al calo, chiude una ne apre un altro giocando sulla novità. ;) Il bianco nero è di voga??? ah si? diglielo ai 300 laboratori che hanno chiuso negli ultimi anni :) Ma di che parli? il bn fatto con PS è una cosa il BN romantico artistico è una nicchia e resterò nicchia, quasi nulla scomparirà del tutto ma saranno nicchie,.. ci sono alcuni che fanno scatti con il dagherrotipo,..ma che vuol dire? mica fai mercato, mica i brand investono su di te,.. il vintage è figo se diventa moderno il mezzo per rifarlo, come la hipstamatic. Ma laboratori che stampano ancora su baritata al platino quanti ne vedi oggi? sai quanti erano dieci anni fa? 10 volte di più. cosa vorra dire questo? :)

    RispondiElimina
  87. -continua- Fai degli esempi assurdi che sono davvero frutto delle tue opinioni e non di fatti,...e vabbhè.. se vuoi coprirti gli occhi fallo... Un buon libro verrà sempre scritto ma che centra?? non sarà stampato su carta probabilmente... ma una foto artistica non è un libro. un libro lo compri o lo scarichi e lo diffondi, non è una opera unica come dovrebbe essere una foto artistica,..cioè una vera opera.. per quella devi andare in un museo o vedere una riproduzione digitale sul web :D L'arte fotografica ci sarà .. eccome ci sarà.. chi lo ha negato? sarà una nicchia come lo è ora, perchè il 95% delle foto che circolano dichiarate "artistiche" da chi non è artista non valgono. Con la tua frase IL SENSO DELLA FOTOGRAFIA (pittura rupestre moderna, blocca il tempo e immortala l'attimo solo per tramandarlo ai posteri. )si capisce che vivi in uno sgabuzzino pieno di libri di BRESSON e CAPA e non nel mondo della fotografia globale,..la fotografia ha mille sensi e mille finalità e ogni giorno si veste di qualcosa di nuovo, come fai a ridurla a un senso. Vorrei vedere la tua faccia quando tuo nipote leggerà su ipad o similare e a male a pena capirà perchè vuoi fargli leggere la stessa cosa su carta. Fammi/fatti un favore...leggi I BARBARI di Baricco,... piano piano ti farà entrare nel mondo che stiamo vivendo,.. una mutazione alla quale non possiamo sottrarci,... il calcio, il vino, la musica, ...tutto muta e per noi di questo tempo sembra un'invasione barbarica quello che sta accadendo,..ma per i posteri sarà la quotidianità forse anche un po obsoleta perchè ci saranno nuove mutazioni. Se così non fosse ora parleremmo come Dante, andremo su carrozze, non voleremmo e leggeremo incisioni su pietra... tutto si evolve, non finisce, ma muta e solo gli stolti non ne vogliono prendere atto e rimarranno indietro. Come dice un motto: Il problema non è sopravvivere alla tempesta,...ma saper ballare sotto la pioggia. PS. visto che metà di questa discussione è anche tua mi spiace che tu la possa trovare sterile, non ci credi abbastanza a quello che dici forse, io credo invece che ci legge avrà trovato molto interessante questo scambio di punti di vista e sicuramente li avremo fatti riflettere e riflettere non è mai tempo perso. Quindi per quanto mi riguarda questa discussione è stato fortemente acculturante per tutti, anche per me. si impara sempre anche da chi non la pensa come noi. Buona giornata.

    RispondiElimina
  88. salve a tutti, vorrei avvicinarmi al mondo della fotografia e vorrei sapere se è vero che gli obiettivi canon costano meno degli analoghi nikon. Grazie

    RispondiElimina
  89. O foto o video. Una reflex scelta in base alla capacità di fare dei video di buona qualità? É come scegliere una supercar in base alla capacità del serbatoio. Ma perché molti di voi vorrebbero iniziare a fotografare con modelli avanzati? Cercate i venti M.pixel, manco doveste stampare dei cartelloni pubblicitari da sei metri. Voglio piú iso, piú iso, ancora piú iso...ma 'azzo sono? E poi, un eccezionale bilanciamento del bianco, mi raccomando, cosí, quando le posteró su qualche social network, non potranno criticare le foto della mia ultima sbronza...tipo, non mi oiace la guida di quell'auto...ma non ho la patente! Ma dai, perché volete spendere sei o settecento euro per una macchina dal potenziale enorme se sino a ieri avete usato una ixus? Io ho una misera 1000d, che ora vi tirano dietro e con la differenza potreste acquistare un buon macro o zoom compatibile. Io lo faró appena avró imparato tutto del mio tenero 18-55 mm che era in dotazione. Leggete libri e scattate foto. Con Canon, Nikon, o con quella di mondial casa ma fare pratica é l'unica strada da percorrere per avere delle buone foto.

    RispondiElimina
  90. Io ho comprato da poco la Canon 600D ricondizionata da shopdelricondizionato.com percui non posso esprimermi in modo assolutamente certo, ma per le caratteristiche mi sembra già di aver capito che costa poco di suo, rispetto alle Nikon. Mio padre aveva una Nikon, ma la differenza non è poi così rilevante, voglio dire che ciò che conta per me sono flash ed obiettivo, non di certo la marca. Più in là con i mesi, con la pratica, potrò esprimermi meglio, per ora sono di questa idea. Alla prossima! Diego

    RispondiElimina
  91. Oggi 7 maggio 2012 se volessi una reflex digitale full frame usata al miglior prezzo dovrei per forza sciegliere Canon. Non solo rispetto a Nikon ma anche Pentax, Olympus, Sony ...ecc Tutto il resoto e soggettivo.

    RispondiElimina
  92. io preferisco un fallito con buon occhio, che un buon imprenditore fallito dentro.

    ciao :)

    RispondiElimina
  93. e io che pensavo di fare foto brutte per colpa della XXXXX !!!

    RispondiElimina
  94. La foto bella sta nella testa e non nella macchina

    RispondiElimina
  95. Ho capito quanto forte fosse il dualismo Nikon Canon il giorno stesso in cui ho iniziato il mio corso di fotografia digitale. Molto interessante è stato il commento del fotografo che teneva il corso che ha definito come ideale un corpo macchina canon a cui grazie ad un anello adattatore si fosse montata un ottica nikon. Forse sulle ottiche Nikon ha ancora qualcosina in più, per il resto se restiamo nel mondo dei fotoamatori posso solo dire che ho visto fior fior di reflex in mano a gente che scattava....... IN AUTOMATICO!!! (no comment). Per chiudere dico che io uso una super entry level D3000 Nikon, ha i suoi limiti ma mi da ancora belle soddisfazioni.

    RispondiElimina
  96. La Nikon D800 é la migliore DSLR oggi in circolazione, ha cambiato lo standard della grafica, della nitidezza, delle D-SLR FF, ha cambiato persino il corporate design dell' immaginario collettivo. Succede in tutti i campi, persino nel cinema e nei fumetti: ció che ieri alle vecchie generazioni sembrava un grande dettaglio, per noi oggi é solo uno schizzo. Ció che per noi oggi é un grande dettaglio, sará un abbozzo domani, paragonato ai nuovi standard. Nikon, con la D800 ha offerto il massimo e ha chiesto ai clienti il minimo, per quel segmento. Di fatto la Nikon D800 pur facendo concorrenza alle MF, costa dieci volte di meno. Oggi la Nikon non ha rivali tra le full frame, neanche la D4(che per la sua velocita' é piu' commerciale, ma sicuramente non piú PROFESSIONALE della D800). E Canon? Penso abbia raggiunto il proprio limite, di piú non puó andare. La rivale della Nikon D800 non e' la 5Dmk3, ma e' la Hasselblad.

    RispondiElimina
  97. La D800E per ora è la migliore FF in circolazione,tuttavia ad una incollatura ci sono le nuovissime Nikon D600,Sony A99; un filo più indietro la Canon 5dmkIII
    I sensori migliori li fa Sony e sono presenti nelle pricipali top DSLR di quasi tutte le marche.
    Queste 4 FF almeno per ora (fintanto che non esca qualche altro mostro) riescono ad essere sotto il profilo del sensore avanti anche se non di molto alle superpro di ieri
    (es.Nikon D4,D3x etc).
    Nelle APS-C Pentax K5,K30,Nikon 3200,7000,5100 e Sony A77 sono tra le migliori del momento quanto a qualità.
    Ciascuna di qs. eccelle in determinate aree dove sta al fotografo capire cosa gli serve di più.
    Quanto ad Hasseblad e Leica lasciamole stare non fanno altro che riclare la tecnologia degli altri a dei prezzi assurdi per avere la stessa buona qualità di una APS-C top di adesso....a buon intenditor poche parole
    Per il resto sono strad'accordo con Marco per fare belle foto conta sempre e di più il fotografo, ma sopratutto nella scelta della fotocamera conta che tipo di fotografia l'aspirante fotografo intende praticare....
    Non si ragiona a marche ma semmai a modelli, e guarda caso quelli migliori sono quasi sempre le ultime uscite che riescono a portare l'asticella della qualità e delle prestazioni semprepiù in alto.

    RispondiElimina
  98. Ho letto con interesse i modi di pensare di molti alcuni dicono che è meglio la Nikon altri La Canon uno ha detto la cosa giusta pensate a fare le foto e se le foto vi soddisfano allora avete la macchina giusta. Io fotografo da cinquanta anni ho distrutto macchine di tutti i tipi anche se devo dire che la maggioranza delle macchine che ho avuto erano Nikon
    di lavoro faccio il fotoreporter per diverse testate Ora con il digitale mi sono trovato a disaggio e per non perdermi le ottiche che avevo sulle analogiche
    ho ricomprato Nikon Una D2 prima e poi una D3 sono delle ottime macchine però non mi ci sono trovato bene. Invece mi sono trovato molto meglio con le Canon ora ho una EOS 1Ds MarkIII e una EOS 5D markII ciò però non toglie
    che le Nikon siano ottime macchine.

    RispondiElimina
  99. Io opto per la Canon, anche se sono molto vicine come qualità.

    RispondiElimina
  100. che articolo è?? Canon e Nikon? solo perchè si vedono in tutti i centri commerciali????
    Sony olympus, Pentax e fuji?? li buttiamo nel cestino??
    mah..

    RispondiElimina
  101. Beh io credo di si, buttiamo il resto nel cestino perche' poi alla fine non valgono nulla, prova a rivendere un rolex, tutti dicono che e' un orologio copiato scontato ma lo porti in un compro oro e te lo valutano mentre gli altri anche se si chiamano Patek... no.
    Compra una sony e poi rivendila vale nulla.. chiaro il concetto.
    Ok ora invece vogliamo comprare per tenercela attenti, il mondo e' cambiato non e' quello di una volta, adesso c'e' l'elettronica e non e' la stessa cosa di prima nel senso che prima i prodotti erano validi per anni adesso l'elettronica fa si che un prodotto dopo pochi anni e' gia' vecchio.. Si parla di macchine a tecnologia vecchia o sbaglio e allora basta parlare di 3 o 4 anni e la gente storce il naso, via via...
    Siamo tutti d'accordo che la miglior macchina fotografica e' il nostro cervello e la reflex lo strumento di aiuto ma comunque uno strumento di aiuto e' e rimane quindi e' bene prenderlo buono non l'ultimo nato perche' si pagherebbe il non plus ultra. Canon o Nikon? perche' al momento sono al top come una volta erano al top i televisori Nordmende e Philips e adesso non piu' perche' ci sono i Samsung ed i Samsung.
    Quindi io da principiante non vado a prendere una sony per fotografare solo per essere diverso dagli altri ma vorrei usare uno strumento che a detto di molti e' piu' valido anche nelle piccole cose, ed e' piu' commerciale perche' non e' piu' FOREVER ma per 2 o 3 anni, allora facendo due calcoli adesso mi compro una reflex che prima non potevo permettermi e domani quella superiore che adesso non posso permettermi.

    Per quanto riguarda il confronto Canon Nikon, tutte e due i marchi sono storici e non solo Nikon hanno alle spalle anni di prodotti validi entrambi. Ma ci sono cose che si posson dire e confrontare.
    Ottiche, ergonomicita', Sensore, semplicita' di uso, prezzo corpo macchina, prezzo accessori, possibilita' di sfruttare altre ottiche... ed infine i megapixel e peso. E la risposta della domanda e' CANON, perche' meno complicata delle Nikon, colori piu' caldi e veri a scapito della velocita', prezzo inferiore sia nel corpo macchina che nelle ottiche... quindi per me CANON, (Ho in ufficio anche una D70 ma vi diro' non l'ho mai imparata ad usare perche' complicata, pesante (mi viene da ridere quando le persone dicono delle Canon che sono leggere e che sembra di avere un giocattolo in mano come se l'esser leggero... ).

    RispondiElimina
  102. Guarda che strano, chi ha nikon dice che è più facile da usare rispetto a canon che è difficile,... XD ... non è che per caso è SOLO abitudine? ;D
    Ma smettetela con questi paragoni idioti, ognuno ha una cosa da dire con la fotografia e decide di dirla con una super hasselblad o cun un cellulare,. Galimberti ha fatto i soldi con delle polaroid!!! La macchina va scelta in base alle necessità .... non esiste LA MIGLIORE,... esiste la MIGLIORE per quello che devi fare! Punto!
    Divertitevi...

    RispondiElimina
  103. io ho Nikon e mio moroso Canon e devo dire che ce le passiamo spesso... Sono entrambe il top e secondo me è solo questione di gusti o abitudine... per lavoro le utilizziamo entrambe, sono diverse come caratteristiche e non è una più semplice dell'altra, dipende con qualche marchio inizi... non c'è una guerra secondo me si equivalgono come qualità... poi dipende dai modelli

    RispondiElimina
  104. Mio marito ha una Nikon D7000 e io una Canon power shot sx230 hs come reflex la nikon coi suoi obiettivi fa bellissime fotografie, non posso dire ne meglio ne peggio delle reflex Canon, ma come compatte digitali con possibilità di scattare in manuale tempi e diaframmi non cambierei con altre marche!

    RispondiElimina
  105. quanto mi piace quest'uomo!!! Sentire dette in maniera tanto semplice e divertente delle grandi verità è proprio un piacere. Pensa che anche io ho una nikon, una piccolissima reflex entry level, la d3000. Ci faccio le foto e me le fa decisamente meglio della compatta che l'ha preceduta. Tutto quello che può servire al mio bloghettino, che posso volere di più? Mica fotografo missili!

    RispondiElimina
  106. la miglior macchina fotografica è quella che hai con te al momento buono!

    RispondiElimina
  107. "2 o 3 megapixel in meno o una velocità di scatto che non ti permette di fotografare bene un missile non sono "handicap" così determinanti per la carriera di un fotografo, credo che a fare la differenza sia ancora l'uomo che sta dietro la macchina fotografica."

    PAROLE SANTE :)

    RispondiElimina
  108. Sono d'accordo con te Marco!
    La risposta a quella domanda è: "a fare la differenza sia ancora l'uomo che sta dietro la macchina fotografica."

    RispondiElimina
  109. Per me la migliore macchina fotografica è quella che ho in mano al momento decisivo. Semplice.

    Poi al momento di fare gli acquisti ci si imbatte in un'infinità di complicazioni che da appassionato di tecnologia non riesco ad ignorare.

    Visto che comunque Canon o Nikon, se prendiamo una DSLR decente stiamo comunque parlando di macchine fotografiche di alto livello, fissato il budget il mio approccio alla scelta (Canon nel mio caso) è stato principalmente questo:
    - Cosa usa la gente che ho intorno? (così posso farmi prestare obiettivi e accessori quando servono, o comprarli di seconda mano da amici e conoscenti, o anche farmi aiutare da loro quando ne ho bisogno)
    - Cosa usano quelli che fanno il mio stesso genere di fotografia? (sembra che quasi tutti gli astrofotografi usino Canon, io voglio fare astrofotografia, e se avessi scelto Nikon mi sarei dovuto scervellare un po' per trovare accessori analoghi, istruzioni analoghe, software analoghi ecc. insomma, complicazioni inutili)

    Insomma, per me Canon e Nikon sono praticamente pari. Quello che mi ha fatto propendere per uno rispetto all'altro è solo l'ecosistema in cui vivo.

    RispondiElimina
  110. Quello che fa la differenza è la completezza del parco ottiche Canon e la differenza di costo che è favorevole alla Canon. Inoltre Canon ha reso da anni accessibili ottimi obiettivi professionali (serie L F/4), stabilizzati. Nikon solo ora sta recuperando con ottimi obiettivi.
    Comprare apparecchi Niko per poi montarci sopra obiettivi soligor e sigma (quando va bene)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho speso migliaia di euro in ottiche Canon per farmi un corredo completo per ogni sfizio , dal 14 mm , al 65MP-E , al 100_400,al 300, al 400 , al 500, ai duplicatori, all'adattatore Canon_Pentax 645 per utilizzare anche le ottiche del medio formato analogico ,ecc.
      Centinaia di migliaia di scatti fatti con D20 prima ,poi molti di più con1Ds , con 1D , in funzione dell'esigenza di ripresa ......per capire che è meglio utilizzare ciò che ho senza proseguire oltre nella corsa verso la scatolina più aggiornata. non vale la pena. soldi buttati se , ad esempio, con il top di gamma in quattro anni non trovi più le batterie dedicate ( > 1DsMkIII) , manutenzione?.... sensori sostituiti, otturatori spompati e ripristinati, però un post vendita Canon ineccepibile .
      Con Nikon, io non mi trovo bene (D90 e D 7000), assistenza imprevedibile

      Elimina
  111. Che fregatura! Nikon d5200 subito dopo Nikon D5300.

    RispondiElimina
  112. eh domandona...senza risposta! è nato prima l'uovo o la gallina??
    Veniteci a trovare :)
    http://fotoafuoco.blogspot.it/

    RispondiElimina
  113. Non è la canna da pesca che fà pescatore....

    RispondiElimina
  114. Come tanti fotografi sono nato con l'analogico, come tanti, in seguito, sono passato al digitale. Ricordo che iniziai con una nikon D40 ma la cambiai presto, secondo me faceva schifo, allora puntai su Canon 40D pensando che fosse di migliore livello, invece no faceva schifo anche quella.
    A quel punto mi ero scocciato, niente compromessi ! .....compro una 5D mark 2 mi dissi, e naturalmente lo feci .
    Oggi quella fotocamera è uscita dalla borsa , dopo qualche mese di inattività , l'occasione è stata una gara di softair, quindi da approcciare in stile reportage.
    Vengo al dunque, tutte le foto fanno veramente schifo , in tutta la giornata ho avuto continui problemi di tenuta delle luci, ne flash ne Iso hanno potuto aiutarmi, il vero problema era la gamma , il sensore non era in grado di registrare tutte le luci presenti sulla scena.
    Mi sono allora ricordato perché non la avevo più usata, fa schifo anche quella !!!
    Credo proprio che ritornerò alla pellicola, è evidente la sua netta superiorità in questo senso !
    Posso perciò dire che la diatriba sul chi sia meglio tra i 2 grandi marchi mi fa sorridere, la risposta è semplice:
    NESSUNO ...è il digitale che fa schifo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il digitale fa schifo?? Dipende dal lavoro che fai certo... prova a modificare una foto su pellicola con photoshop :) :) Anche io adoro la pellicola ma il mondo attuale non lascia tanto spazio ai nostalgici...

      Elimina
  115. Davvero strano che le tue foto facciano schifo... Da buon utente ti direi scherzosamente ma hai letto il libretto di istruzioni? sai come funziona l'esposimetro? Ma dando per scontato che queste cose le avrai sicuramente fatte, e comprendendo le tue esigenze di utente professionale/Professionista che essendo molto ricco puo' ammortizzare l'investimento in hardware di prima scelta; posso solo suggerirti di passare al medio formato, che so una Pentax 645D o 645Z oppure PhaseOne, Hasselblad. In bocca al lupo

    RispondiElimina
  116. Ritornando al titolo della pagina ho visto giudizi di fondo sbagliati ma come si fa a dire che le macchine sono uguali e si danno consigli di scegliere quella marca o l’altra tanto sono la stessa cosa, risparmi di qua e risparmi di la. Per fare fotografia professionale ci vogliono le ottiche il cui costo economico risultano il doppio di una macchina professionale e il triplo o più per quelle entry level e che fai poi se non sarai contento butti via tutto macchina e parco ottiche e passi all'altra sponda! La scelta, va fatta all'inizio e riflettuta. Molti Nikonisti vorrebbero passare a Canon e molti Canonisti a Nikon ma solo per aver speso una barca di soldi tra ottiche ed accessori vari sono costretti a rinunciare per la scelta fatta dall’inizio. Per gli indecisi andate su Flickr e guardate le foto scattate da fotografi anche famosi, guardate soprattutto gli Exif dove vengono indicate le informazioni tecniche della foto con l’indicazione della marca e modello della fotocamera che ha fatto lo scatto poi alla fine vi rendete conto della qualità dell’immagine e vi aiuterà a scegliere quale marca optare. (Momenti di flash).

    RispondiElimina
  117. Mi collego a questo ultimo intervento... :) Quindi secondo te su flickr, quindi sui monitor che ognuno di noi ha a casa,.. possiamo apprezzare la qualità dei file, percepire la nitidezza data da un obiettivo di tal marca o la purezza dei bianchi che riesce a dare quell'altra fotocamera...e così, in base agli Exif, scegliere la marca? :DDDDDD
    Posso capottarmi dal ridere immediatamente o aspetto qualche secondo? XD PS.1 Fotografi famosi su Flickr....? ;) PS.2 La fotocamera fa lo scatto, il fotografo realizza immagini fotografiche ;) PS.3 Per fare fotografia professionale ci vogliono tante cose....per ultimo la fotocamera e le ottiche, ..sarebbe come dire che per fare l'architetto ci vuole un bel compasso!!! ;D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Google